TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 22/03/2006 Giornata Mondiale dell' Acqua. Acqua, un Bene per tutti (www.lanuovaecologia.it)

    Ricerca personalizzata

    Si celebra oggi la giornata mondiale dell'acqua promossa dall'Onu, che lancia l'allarme: «Ne facciamo un uso irrazionale». E l'Unicef aggiunge: «400 milioni di bambini assetati»

    Oggi è la giornata mondiale dell’Acqua promossa dall’Onu, che presenta una ricerca, e lancia un Sos. Il peggior nemico dell'acqua potabile del nostro pianeta, più che l'inquinamento o il surriscaldamento dell'atmosfera, è il suo uso eccessivo in agricoltura: a questa conclusione è arrivata una ricerca ambientale prodotta dal Global International

    Waters Assessment (Studio globale sulle acque internazionali), un istituto delle Nazioni Unite che annovera 1.500 esperti da ogni angolo del globo, che a Oslo ha pubblicato le proprie conclusioni ieri, alla vigilia dell'annuale Giornata mondiale dell'acqua promossa dall'Onu.

    «Nel complesso, l'agricoltura figura in cima alle minacce più gravi per l'acqua dolce», si legge nelle conclusioni del rapporto, secondo il quale il problema, nella cornice attuale, é destinato a peggiorare in modo costante fino al 2020, anno in cui si ferma la previsione.
    Gli effetti sul medio periodo degli eccessi nell'irrigazione sono già ben visibili: «Drastici cali nella portata dei fiumi, aumento della salinità degli estuari, estinzione di specie di pesci e di piante acquatiche e riduzione dei sedimenti costieri», fenomeni, questi, «destinati a peggiorare in molte aree del globo entro il 2020».

    Ma la stessa agricoltura ne subisce a sua volta il contraccolpo: la riduzione della percentuale di acqua dolce, infatti, «intensificherà la desertificazione delle terre fertili, l'insicurezza alimentare e i danni alle riserve ittiche» con la conseguenza di aumentare «malnutrizione e malattie». Il rapporto dell'Onu suggerisce anche qualche rimedio: perfezionare la pianificazione agricola, o piantare le colture in regioni che richiedano minore irrigazione. «Stiamo sfruttando troppo intensamente le nostre risorse d'acqua dolce, soprattutto per irrigare zone dove non si riesce a coltivare in modo razionale perché l'evaporazione è eccessivà», spiega il prof. Gotthilf Hempel, biologo marino dell'università di Kiel, in Germania, principale coordinatore della ricerca.

    Pozzi più profondi e la costruzione di nuove dighe, per esempio, non sono la risposta giusta. Ma non è solo questione di uso razionale di acqua. Parte del problema, secondo lo studio, riguarda anche le abitudini alimentari, che soprattutto nei Paesi più ricchi si orienta sempre più su prodotti che richiedono più acqua di altri, «come la carne rispetto alle verdure o la frutta rispetto ai cereali», conclude Hempel.

  • 22/03/2006 Unicef: «la Sete dei Bambini»
    Manca quella potabile, e così muore un minore ogni quindici secondi per malattie legate al consumo di acqua contaminata...

  • Archivio Acqua
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO