09/10/2006 Emergenza Alimentare (www.verdi.it)

  • Pagina Alimentazione
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Truffe e Raggiri
  • Pagina Denunce
  • Secondo un rapporto della Fao sono 40 i paesi del mondo che versano in gravi condizioni. La situazione peggiore in Darfur, regione già martoriata dalle scorribande dei miliaziani del governo sudanese

    Non bastava la tragedia che le popolazioni del Darfur stanno vivendo in seguito alla sanguinosa repressione del governo sudanese. Ci voleva anche l’emergenza alimentare.

      L’allarme lo ha lanciato oggi la Fao, che ha pubblicato il rapporto relativo alle prospettive sui futuri raccolti. Insieme al Darfur, giudicato dagli esperti del programma alimentare delle Nazioni unite il problema umanitario più urgente, altri 39 paesi sono messi molto male e hanno urgente bisogno di aiuti internazionali.

      Secondo il rapporto, nella regione martoriata dalle scorribande dei guerriglieri fedeli al governo di Khartoum, "la già precaria situazione alimentare potrebbe peggiorare se il deterioramento delle condizioni di sicurezza dovesse intralciare il raccolto principale previsto per le prossime settimane".

      Sacche di grave insicurezza alimentare, dovute per lo più a problemi di accesso, sono invece segnalate in diversi paesi dell'Africa occidentale, tra cui il Burkina Faso, la Guinea Bissau il Mali, la Mauritania ed il Niger. Aiuti umanitari d'emergenza continuano ad essere ancora necessari in Ciad, in Costa d'Avorio, in Guinea ed in Sierra Leone a causa dell'enorme numero di sfollati e di rifugiati. In Sudafrica saranno necessari aiuti alimentari d'emergenza per un totale di 542.000 tonnellate di cereali, per colpa di una produzione insufficiente, dell'alto tasso di disoccupazione, dello scarso potere d'acquisto e dell'impatto dell’Aids.

      Il monitoraggio va rafforzato però anche in Asia e Sudamerica: le prospettive per la produzione cerealicola mondiale del 2006 sono peggiorate dalle ultime previsioni del luglio scorso. Il clima eccezionalmente caldo e secco sta avendo effetti negativi sui raccolti di grano in Australia, Argentina e Brasile.

      Desta preoccupazione, per le sorti del secondo raccolto risicolo del 2006, un tempo più secco del solito in parte del sud dell'Asia. In questo continente, la riduzione degli aiuti alimentari insieme ai danni alle coltivazioni arrecati dalle inondazioni registrate nel mese di luglio hanno aumentato la gravità della situazione alimentare nella Corea del Nord.

      In Nepal oltre 45.000 persone colpite da siccità ed inondazioni hanno ricevuto soccorsi. In India e Pakistan inondazioni senza precedenti causate da settimane di pioggia torrenziale hanno lasciato milioni di persone senza tetto e mezzi di sussistenza, mentre in Cina oltre 3 milioni di ettari di coltivazioni sono stati danneggiati a causa della peggiore siccità registrata in oltre 50 anni che ha colpito le regioni di Sichuan e di Chongqing.

      In America Centrale, si continuano a distribuire aiuti alimentari ad alcune famiglie rurali vulnerabili colpite dagli uragani della seconda metà del 2005 in El Salvador e in Guatemala, ed anche alle popolazioni senza accesso al cibo di Haiti, Nicaragua e Honduras.


  • Pagina Alimentazione
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Truffe e Raggiri
  • Pagina Denunce