15/11/2006 Rottamazione con giudizio (www.verdi.it)

  • Pagina Ambiente
  • Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Energia
  • Pagina Inquinamento
  • Spuntano gli incentivi per auto e moto. I Verdi fissano i paletti: "Le auto vecchie sostituite vanno eliminate. Maggiore gettito Iva sia investito contro lo smog nelle città"

     

    Spuntano gli incentivi per auto e moto. I Verdi fissano i paletti: "Le auto vecchie sostituite vanno eliminate. Maggiore gettito Iva sia investito contro lo smog nelle città"

    Rispunta la rottamazione. Gli incentivi per favorire il cambio di una vecchia auto con una nuova meno inquinante dovrebbero essere reintrodotti al Senato e riguarderanno anche le moto.
     
    La norma dovrebbe essere introdotta nella Finanziaria: il governo avrebbe raggiunto l’accordo politico, ma i Verdi fissano i paletti. E’ importante evitare le “rottamazioni fasulle come accaduto in passato”, ammonisce il capogruppo dei Verdi alla Camera Angelo Bonelli.
     
    “Il concetto di rottamazione – precisa Bonelli dettando le condizioni dei Verdi - va sostituito con quelli di sostituzione ed eliminazione, perché è inutile incentivare il rinnovo del parco auto se quelle usate e formalmente rottamate tornano a circolare e a inquinare”.
     
    "La rottamazione - puntualizza il sottosegretario all’economia Paolo Cento intervenendo a una trasmissione di Sky TG24 - deve essere effettiva e non fittizia. Bisognerà presentare il libretto con la certificazione dell'avvenuta rottamazione”.
     
    Tra i paletti posti dai Verdi, Bonelli e Cento sottolineano che “l’aumento del gettito Iva (derivante dalla vendita delle nuove auto e moto) sia destinato a finanziare il trasporto pubblico nelle città soffocate dallo smog e che ci siano incentivi anche a chi compra o converte al Gpl ed all’elettrico la propria auto”.
     
    Per i Verdi la vera questione è incentivare i cittadini a prendere meno l'automobile e di più mezzi pubblici. “Non siamo contrari agli incentivi per il rinnovo del parco auto, ma – conclude Bonelli - a condizione che si impedisca alle auto rottamate di tornare in circolazione”.
     
    Dubbi sulla rottamazione tout court li esprime anche l'associazione dei consumatori Adoc: ''Ci chiediamo se la rottamazione – dice il presidente dell’associazione Paolo Pileri - sia un provvedimento per migliorare le condizioni di inquinamento delle nostre città o un regalo per i produttori di automobili. Si deve combattere l'inquinamento potenziando il trasporto pubblico e permettendo ai cittadini di lasciare a casa la loro tassa-mobile: l'auto''.


  • Pagina Ambiente
  • Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Energia
  • Pagina Inquinamento