TuttoTrading.it



SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 29/08/2005 Le Malattie della Prima Infanzia: i Vermi (Giovanni Peccarisio, www.disinformazione.it)

    Ricerca personalizzata

    I vermi nei bambini I bambini non vaccinati sono più sani e grazie a ciò hanno più forze a disposizione ed è per questo motivo che ricevono con maggiore intensità le impressioni provenienti dall’esterno.
    Osservando con attenzione il piccolo bambino, notiamo che al momento della nascita la dimensione della sua testa corrisponde a un quarto dell’altezza totale del corpo; poi nel proseguo della vita, mano a mano che la crescita avanza, la dimensione in rapporto all’altezza globale diminuisce.

    Nascita         rapporto     1 : 4
    anni   2 " 1 : 5
    anni   6 " 1 : 6 
    anni  12 " 1 : 7

    Nell’uomo adulto in rapporto alla statura più o meno alta, la proporzione va da:
    1 : 7,50   a 1 : 8.

    Quest’ultimo rapporto corrisponde al canone classico della statuaria greca.

    Considerando la questione dal punto di vista della testa, potremmo dire che il riequilibrio delle dimensioni testa da una parte, tronco-arti dall’altra, avviene perchè la testa nello scorrere temporale del primo periodo di vita, che termina attorno ai diciotto anni, cede le sue forze formative al restante organismo.
    In questo primo periodo di vita, il flusso vitale e formativo è caratterizzato da una corrente discendente che va dalla testa fin nell’intestino; non è un caso che la parola “intestino” abbia in sè la parola “testa” metamorfosata: in-test-ino.
    Un’altra fondamentale funzione a cui è adibita la testa è quella di essere al centro del sistema neurosensoriale che partecipa all’attività formativa.
    La predominanza della natura della sostanza del sistema neurosensoriale è salina ed è proprio il sale il portatore della forma.

    Il sistema neurosensoriale ha una duplice funzione:

    1) Accoglie tramite l’organismo sensoriale le impressioni che vengono dall’esterno e attraverso i nervi le porta all’attività cosciente, che le elabora.

    2)    Il messaggio che i nervi portano al cervello, genera un residuo salino, che è la struttura portante della forma del corpo fisico.

    Soprattutto nell’età infantile un sovraccarico di impressioni provenienti dal mondo esterno troppo numerose e intense, che interessano la vista e l’udito, possono causare un’ indebolimento dell’organismo neurosensoriale che ha la sua sede principale nella testa e ciò ha come conseguenza un ulteriore indebolimento dell’attività formativa, che si ripercuote in tutto l’organismo, concludendosi nella periferia del corpo, nell’intestino.
    Le forze formative della funzione nervosa sono di natura spirituale, se sono troppo impegnate a supportare il cervello costretto ad elaborare concetti in sovrannumero a causa del bombardamento sensoriale, non riescono a fornire sufficienti forze spirituali all’intestino.

    Una carenza di forze spirituali nell’intestino comporta un processo di “animalizzazione” che ha come risultato finale i vermi.
    Paradossalmente i bambini non vaccinati, avendo più forze vitali a disposizione accolgono con molta maggiore energia le impressioni sensoriali rispetto ad altri bambini più deboli anche a causa delle vaccinazioni.
    Gli interventi per prevenire questa situazione sono di due tipi:

    1) La troppa attività neurosensoriale nella testa genera una perdita di sali e quando avviene questo la testa si indebolisce allora bisogna reintegrare i sali. Il modo migliore è tramite una alimentazione adatta a questo scopo. Il cibo più ricco di sali in assoluto è la radice dei vegetali commestibili come ad esempio carote, rape e via dicendo. In questo modo aiutiamo i nostri bambini a reimpostare gli importantissimi processi che fuoriescono dalla testa verso il restante organismo.

    2) Se per l’organismo fisico l’intervento terapeutico concerne l’aumento del quantitativo di sali, per quanto riguarda l’organismo sensorio all’opposto si devono scaricare, alleggerire, attenuare le impressioni troppo numerose, violente, veloci, assordanti, che eccitano il sistema neurosensoriale causando di rimbalzo irrequietezza nell’apparato motorio, che spesso è l’anticamera per l’instaurazione dei vermi nell’intestino.

    Quando i vermi sono ormai presenti si deve intervenire con terapie medicinali, comunque è possibile fare interventi di prevenzione inserendo nella dieta settimanale radici di vegetali e fare attenzione alle impressioni sensoriali che “colpiscono” i nostri bambini dosandole opportunamente in modo equilibrato.                                                                                     

    * Giovanni Peccarisio laureato alla scuola steineriana Walfor, consulente pedagogico e pittore

  • Archivio Bambini
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti

    Clicca qui!

    VAI ALLA MAPPA DEL SITO