TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni






    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 11/01/2007 AMBIENTE. Edili e Proprietari Case: “Governo ripristina il tributo” (NZ, www.helpconsumatori.it)

    Ricerca personalizzata

    L'addizionale alla tassa/tariffa rifiuti era stata soppressa nella scorsa legislatura

    Il Governo ha rimesso una tassa che nella scorsa legislatura era stata soppressa. Si tratta del "tributo per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell'ambiente" (così dice la legge) applicato dalle Provincie come addizionale alla tassa/tariffa rifiuti solidi urbani.
    A segnalarlo sono CONFEDILIZIA, APPC-Associazione Piccoli Proprietari Case e UNIONCASA, precisando gli esatti termini della vicenda.

    Il Codice dell'ambiente approvato nella scorsa legislatura (decreto legislativo 152/2006) prevedeva l'eliminazione del tributo ambientale, attraverso la soppressione dell'articolo 19 del decreto legislativo 504 del 1992. Ora il Governo - con un decreto legislativo varato come schema il 12 ottobre scorso, che ha ottenuto i previsti pareri parlamentari e che attende ora di essere approvato in via definitiva - "abroga l'abrogazione", ripristinando il tributo soppresso, che assicura alle Provincie un gettito di circa 200 milioni di euro.

    Si ricorda - dicono i proprietari di case - che un'indagine condotta dall'Ufficio Studi della Confedilizia ha rilevato che dal 1993 (data di istituzione dell'ecotassa) ad oggi vi è stato un incremento del 44,81% dell'aliquota applicata dalle Provincie. L'aliquota media per l'anno 2006 si è attestata al 4,46%, ad un passo dal tetto massimo del 5% e segnando un ulteriore aumento rispetto al 2005, nel corso del quale si era raggiunta un'aliquota media del 4,43%.

    Così - rilevano le tre Organizzazioni - mentre i proprietari di casa guardano con timore alla scure che sta per abbattersi su di loro per il progetto del Governo di introdurre un Catasto patrimoniale anziché reddituale, l'unica tassa che per una volta era stata cancellata anziché introdotta nel settore immobiliare torna a vivere per effetto di una norma (nascosta nelle pieghe di un provvedimento in materia di ambiente) di cui gli interessati - proprietari di casa ma anche inquilini - non sono stati neppure messi a conoscenza.

  • Archivio Casa Condominio
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO