09/06/2006 Tessuto Adiposo e' "Miniera" di Cellule Staminali (www.aduc.it)

  • Cellule Staminali
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Salute
  • Pagina Sanità
  • Dai rotolini di grasso intorno alla vita una 'miniera' di cellule staminali. Ricercatori dell'universita' Cattolica di Roma, diretti da Geltrude Mingrone dell'Istituto di Medicina interna, hanno isolato 'cellule madri' adulte dal tessuto adiposo di alcuni pazienti obesi, e ne hanno studiato il metabolismo in vitro. 'L'obiettivo e', in futuro, quello di usare queste cellule staminali per curare gli stessi pazienti da cui vengono prelevate', spiega la ricercatrice all'Adnkrono Salute.
    Molti pazienti obesi soffrono, infatti, di cardiopatie e problemi vertebrali, ma anche di retinopatie legate al diabete: tutti potenziali campi di applicazione delle staminali, in parte gia' studiati a livello nazionale e internazionale. 'Il tessuto adiposo e' l'unico a condividere con il midollo osseo -precisa la Mingrone- il fatto di essere costituito da una popolazione di cellule con una straordinaria capacita' di differenziarsi. Diversamente da quanto accade per il midollo osseo, pero', le staminali da tessuto adiposo possono essere ottenute in maggior quantita' e con una minima invasivita', spiega l'esperta. In pratica, con una liposuzione si ottiene una miniera di cellule madri da usare per la terapia rigenerativa. 'Queste cellule possono differenziarsi in miocardiociti per curare il cuore dopo un infarto'. Ma anche 'trasformarsi' in cartilagine, muscoli, vasi e ossa.
    La differenziazione verso miociti scheletrici permetterebbe l'impiego delle staminali nel caso di gravi traumi, mentre creando opportune impalcature con materiali organici, le cellule potrebbero ricostituire la parte di osso mancante. Insomma, in futuro secondo la Mingrone si puo' pensare di ricorrere alle staminali dal grasso per riparare cuore, ossa, muscoli e tessuto nervoso.
    I ricercatori della Cattolica hanno sottoposto alcuni pazienti obesi a lipoaspirazione, dopodiche' il materiale ottenuto e' stato lavato e trattato 'ad hoc', ottenendo le cellule staminali, separate da quelle endoteliali e da quelle muscolari lisce, e quindi poste in coltura. Delle potenzialita' delle staminali derivate dal grasso 'si parlera' anche in un meeting organizzato a Cipro il 27-28 ottobre prossimi', anticipa la studiosa. Dalle cellule madri adulte arrivano grandi promesse per la medicina, conclude la ricercatrice, 'ma e' importante che anche in Italia possiamo avere gli spazi per fare il nostro lavoro'.

  • Archivio cellulestaminali
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO