TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 06/07/2007 Francia. Cellule staminali per rigenerare il muscolo cardiaco (www.aduc.it)

    Ricerca personalizzata

     Le cellule staminali embrionali umane possiedono la capacita' di rigenerare il muscolo cardiaco una volta trapiantato nel cuore dopo un infarto. La dimostrazione di questa proprieta' e' stata evidenziata su un modello animale da un'equipe francese composta di ricercatori dell'istituto Inserm e clinici di Assistance publique-Hopitaux de Paris. Il loro articolo si trova sul sito della rivista Stem Cells.
    L'insufficienza cardiaca e' una delle principali cause di mortalita' nei paesi sviluppati. E puo' essere, in particolare, la conseguenza di un infarto del miocardio. Il tessuto cardiaco, composto di cellule chiamate cardiomiociti e aventi la caratteristica di pulsare, si trova sostituito da tessuto fibroso incapace di contrarsi. Considerati i limiti dei trattamenti farmacologici e delle costrizioni dei trapianti di cuore, la rigenerazione del tessuto cardiaco appariva come una soluzione terapeutica promettente. La difficolta' e' stata che "finora, le cellule staminali umane adulte (ematopoietiche) come le cellule presenti nel sangue del cordone ombelicale non hanno mai dato dei cardiomiociti", chiarisce il professor Philippe Menasché (ospedale europeo Georges-Pompidou, Parigi), uno degli autori dello studio. Non era dunque possibile ottenere per questa via una rigenerazione del tessuto cardiaco.
    Alcune sperimentazioni in vitro avevano permesso di constatare, attraverso cellule staminali poste in coltura classica, che alcune di queste potevano differenziarsi in cellule pulsanti e contrattatili, e furono effettuati delle prove di terapia cellulare iniettando queste cellule su dei modelli animali. Ma la rigenerazione del miocardio distrutto dall'infarto necessita di troppe cellule perche' questa via possa avere un rendimento sufficiente.
    L'equipe francese ha scelto di provare un concetto diverso, che e' stato sperimentato su dei ratti adibiti a modello per l'infarto del miocardio. "Per la prima volta possiamo fornire la prova che le cellule staminali embrionali umane possono essere dirette in vitro verso un destino di cellule cardiache, sotto l'azione di un fattore chiamato BMP2, e che queste cellule staminali si differenziano in vivo in autentiche cellule cardiache dopo essere state iniettate nel tessuto cicatrizzabile dell'infarto", riassume Michel Pucéat (Inserm UMR 861, Evry), coautore dello studio. Egli precisa che l'esistenza di tali proprieta' era gia' stata dimostrata su cellule staminali animali, le quali possiedono pero' maggiori capacita' di rigenerazione rispetto alle cellule umane. "Lavoriamo sui fattori che possono migliorare il potenziale rigenerativo delle cellule staminali embrionali umane, ma anche a rendere piu' sicuro il prodotto, in modo da prevenire il rischio di proliferazione che potrebbero avere queste cellule", spiega. Sono condizioni indispensabili da mettere a punto prima di passare a una sperimentazione clinica sulla specie umana.

    (Tratto da un articolo di Paul Benkimoun pubblicato su Le Monde del 13-06-07)

  • Archivio Cellule Staminali
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO