TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 18/02/2006 Scioglimento rapido dei Ghiacciai (www.verdi.it)

    Ricerca personalizzata

    Un studio rileva che i ghiacci della Groenlandia si stanno sciogliendo a una velocità più che doppia rispetto a 10 anni fa. Rischi per la corrente del Golfo e per l'innalzamento dei mari

     

    I ghiacci della Groenlandia si stanno sciogliendo a una velocità più che doppia rispetto a 10 anni fa secondo quanto riporta uno studio pubblicato su Science.

     

    La notizia getta inquietudine tra i climatologi perché aumentano i rischi per la stabilità della corrente del Golfo, che mitiga il clima dell’Europa occidentale, e per l'innalzamento del livello del mare, che potrebbe eliminare dalle cartine geografiche, nel medio periodo, intere fasce costiere.

     

    La massa complessiva dei ghiacci della Groenlandia (circa 5 milioni di km cubici) è tale che se si liquefacessero completamente provocherebbero un innalzamento del livello del mare di circa 7 metri. Ma così al momento fortunatamente non è.

     

    Due ricercatori americani, Eric Rignot e Pannir Kanagaratnam in un articolo pubblicato sul numero di Science, hanno effettuato una ricerca sullo stato complessivo sui ghiacci della Groenlandia utilizzando prevalentemente tecniche di misura di osservazione della terra dallo spazio attraverso dei satelliti e sono arrivati alla conclusione che il bilancio complessivo tra accumuli di ghiaccio e scioglimento è negativo: cioè si scioglie più ghiaccio di quanto non se ne formi.

     

    Il flusso d'acqua dolce complessivo proveniente dallo scioglimento è pari a circa 220 km cubici per anno, un valore questo che è quasi 2 volte e mezzo quello misurato nel 1996 di circa 90 km cubici per anno, e circa 1,5 volte quello misurato nel 2000 che si aggirava sui 140 km cubici per anno. 

     

    I ghiacciai che stanno subendo una fusione più accelerata sono quelli posti sul versante orientale e sud orientale della Groenlandia dove i flussi d'acqua dolce (circa 155 km cubici per anno) sono addirittura raddoppiati  in soli cinque anni (da 2000 al 2005).

     

    I ghiacci occidentali e nord occidentali, invece, sono in più lento scioglimento e i flussi di acqua dolce (circa 65 km cubici per anno) sono raddoppiati in 10 anni (1996-2005).

     

    Alla luce di questi dati, fanno notare gli studiosi, le valutazioni finora condotte sull'aumento del livello del mare sono sottostimate. Il futuro innalzamento del livello del mare sarà ben superiore a quanto finora ipotizzato.

     

    Altra evidenza, per gli scienziati, è che anche stabilità e andamenti futuri della corrente del Golfo devono essere riviste perché con l'aumentata immissione di acqua dolce nell'Atlantico del nord il rischio di rallentamento o di interruzione sono maggiori di quelli finora ipotizzati

  • Archivio Controllo Elettronico Climatico
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO