TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 08/10/2006 Emergenza Clima (Luca Rosati, www.verdi.it)

    Ricerca personalizzata

    Con i cambiamenti climatici a rischio siccità il 50% del pianeta. Lo rivela uno studio inlgese. Anche i paesi ricchi coinvolti

    In mancanza di un taglio sensibile delle attuali emissioni di gas-serra l'aumento della temperatura media mondiale sfiorerà i 5 gradi Celsius. Secondo uno studio inglese a rischio siccità il 50% della superficie terrestre.

    Il termine "siccità" può significare molte cose, tutte negative, però. Per condizioni di "moderata siccità" i climatologi indicano il livello di acqua nel mese più secco di una data regione.

    Descrivendo il futuro di un mondo che nei prossimi anni decidesse di non intervenire sulle emissioni ad effetto serra, gli autori dell'ultimo studio sul clima del britannico Hadley Centre for Climate Prediction and Research, sostenuto dal governo inglese e citato dal Financial Times, variano invece da una siccità - emergenza per paesi come il Regno Unito - dove potrebbero scattare razionamenti delle risorse idriche - a una siccità - catastrofe in gran parte dell'Africa, con milioni di persone a rischio disidratazione.

    I risultati dello studio sono ricavati dalla previsione di una robusta crescita economica a livello globale senza alcun intervento a favore di una riduzione delle emissioni. In tale scenario si avrebbe un aumento della temperatura terrestre tra l'1,3 e i 4,5 gradi Celsius entro la fine del secolo.

    Surriscaldamento che comporterebbe, considerando la media di "siccità moderata" annuale degli ultimi 50 anni, un raddoppiamento dei periodi di "secco": dal 25 al 50%. Condizioni che equivarrebbero a parlare di siccità per circa metà del pianeta.

    Ovvio l'sos lanciato dal mondo scientifico, per voce del direttore del programma per il clima del centro ricerche, Vicky Pope. L'intervento dei governi sulle emissioni dev'essere immediato, massiccio e globale.

  • Archivio Controllo Elettronico Climatico
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO