TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 20/04/2007 Rischio anticipato (http://www.verdi.it)

    Ricerca personalizzata

    Molto prima del tempo compaiono le mucillagini nel mare Adriatico e nel Tirreno. Preoccupato l'Icram. Pesca a rischio

    La mucillagine con largo anticipo ha già fatto la sua comparsa nei mari italiani. Il fenomeno, che sta interessando le coste dell' Adriatico e che mette a rischio la pesca, è stato avvistato anche al largo del Tirreno centrale e settentrionale e rappresenta una minaccia per l' ambiente e per la pesca ma anche per il settore del turismo.

    Sulla base delle ultime analisi condotte dall'Icram, l'Istituto centrale per la ricerca scientifica e tecnologica applicata al mare, il governo dovrebbe decidere se e come dichiarare lo stato di emergenza, attivando il Fondo di solidarietà nazionale.

    "E' un fenomeno non nuovo, ma che non ci aspettavamo certo all'inizio di aprile - afferma il coordinatore scientifico dell' Icram, Silvio Greco - perché in genere compariva tra luglio e settembre, mai prima".

    Sul banco degli imputati i cambiamenti climatici. Nel corso dell'inverno, infatti, le temperature delle acque superficiali non si sono abbassate come di consueto e questo certamente non ha giovato all'ecosistema. Sono state infatti superiori ai 2 gradi rispetto alla media stagionale. La mucillagine si presenta a macchia di leopardo, con code striscianti e filamentose lunghe diverse miglia e larghe invece pochi metri, in genere in concomitanza dell'incrocio delle masse d'acqua.

  • Archivio Controllo Elettronico Climatico
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO