TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 03/02/2007 Corruzione: Russia entra nel GRECO, Italia ancora no (G. M. Marq, http://www.osservatoriosullalegalita.org)

    Ricerca personalizzata

    La Federazione Russa e' divenuto il 44° Stato membro del GRECO, l'organismo contro la corruzione di cui l'Italia non fa ancora parte, mentre vi appartengono ormai quasi tutti gli Stati membri del Consiglio, oltre alla Repubblica di Montenegro ed agli USA.

    La Russia quindi si impegnera' come gli altri Paesi del GRECO contro la corruzione, accettando di partecipare al processo di reciproca valutazione. Il primo gruppo di valutazione sara' a Mosca per indagare sulla corruzione nella pubblica amministrazione, sugli organismi di controllo e perseguimento dei colpevoli di corruzione e dell'immunita' contro le accuse di corruzione goduta da alcuni pubblici ufficiali. Controllera' inoltre come vengono impiegati i beni e profitti confiscati ai colpevoli di corruzione.

    Il gruppo GRECO ha individuato standard per il controllo degli sforzi anti-corruzione di un'ampia maggioranza di Stati membri del Consiglio d'Europa e, secondo il segretario generale del Consiglio D'Europa Terry Davis, dovrebbe ulteriormente espandere le sue attivita' e rafforzare la cooperazione con le Nazioni Unite e l'OCSE. Le prossime attivita' del GRECO metteranno a fuoco i finanziamenti ai partiti politici.

    La corruzione e' riconosciuta dai maggiori organismi internazionali (l'ONU, la Banca Mondiale, il Consiglio d'Europa, la Commissione UE, l'OSCE) come uno dei piu' significativi fattori di lesione dei diritti dei cittadini, uno dei maggiori ostacoli allo sviluppo dei Paesi poveri e una causa di cattivo funzionamento dei servizi nei Paesi avanzati.

    Secondo Davis, quando i funzionari, i politici o i membri dell'ordinamento giudiziario si danno alla corruzione, i fondamenti stessi della democrazia sono in gioco. Davis sostiene le iniziative del GRECO per ridurre le immunita' godute da determinate categorie di funzionari pubblici - elettivi e non - ed ha detto che "portare i ministri, i parlamentari ed i funzionari ad alto livello davanti alla giustizia per arricchimento illecito ed altri rapporti d'affari corrotti come si vedono in alcuni dei nostri Stati membri rafforzera' la fiducia dei cittadini nelle istituzioni democratiche e nello stato di diritto".

  • Archivio Diritti Umani
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO