TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 14/02/2007 Usura: Una situazione generalizzata di sovraindebitamento delle piccole imprese e delle famiglie italiane (http://www.canisciolti.info)

    Ricerca personalizzata

    In circa due mesi, la campagna anti-usura e anti-estorsione lanciata sui media dal governo ha raccolto oltre 3.100 telefonate di denuncia e richiesta di informazioni, e per il ministero dell'Interno i dati indicano "una situazione generalizzata di sovraindebitamento delle piccole imprese e delle famiglie italiane" . Lo ha detto oggi nel corso di una conferenza stampa a Roma il sottosegretario all'Interno Ettore Rosato.

    Su 3.150 telefonate raccolte dal call center del commissario governativo per la lotta all'usura e al racket dal primo dicembre 2006 al 9 febbraio scorso, oltre l'82% sono state fatte da persone che hanno fornito la propria identità, mentre solo in 542 casi si è trattato di chiamate anonime. Per il Viminale, ha detto Rosato, è un segnale di "rinnovata fiducia" dei cittadini verso le istituzioni .

    Oltre 2.160 telefonate hanno riguardato la prevenzione dell'usura: tale dato "sottolinea, in maniera inequivocabile, una situazione generalizzata di sovraindebitamento delle piccole imprese e delle famiglie italiane", distribuita "su tutto il territorio nazionale", e in particolare in Lazio, Campania, Sicilia, Puglia e Calabria. Ma il Viminale sottolinea anche il dato "del tutto inatteso", di Lombardia, Toscana, Abruzzo e Veneto.

    "L'usura è come la cocaina - ha detto invece il commissario governativo Raffaele Lauro - ha gli stessi effetti nefasti. All'inizio ha un effetto artificiale positivo, le vittime all'inizio pensano che usurai siano dei benefattori. Poi c'è il down, la caduta, perché si cade in un abisso di solitudine".

    Per quel che riguarda il racket, invece, le telefonate di denuncia sono state poche, appena 59, ma secondo una relazione del ministero confermano "le 'difficoltà' alla denunce in Sicilia (11,86%), in Campania (10,17%), in Calabria (8,47%) e in Puglia (6,78%)".

    "La lotta alla criminalità organizzata è il nostro primo obiettivo, il primo mandato di questo governo", ha detto il sottosegretario Rosato, affermando che dalle telefonate giunte grazie alla campagna anti-usura e anti-racket emerge la "voglia di ripartire" dei cittadini, in particolare nelle regioni del sud, dove più forte è secondo il Viminale la diffusione dei due fenomeni.

  • Archivio Diritti Umani
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO