TuttoTrading.it

16/01/2007 Diritti : ONU , donne vittime di violenze e discriminazioni (Carla Amato, http://www.osservatoriosullalegalita.org)

Ricerca personalizzata

Purtroppo la violenza contro le donne e le ragazze resta invariata in qualsiasi forma e manifestazione, privandole del godimento completo dei loro diritti dell'uomo". Lo ha detto ieri Rachel Mayanja, consigliere speciale al segretario generale dell'ONU, parlando delle questioni di genere all'apertura di una sessione di due settimane dei lavori del comitato per l'eliminazione della discriminazione contro le donne.

Creato nel 1982 e formato da 23 esperti internazionali, esso verifica la condizione delle donne nei Paesi che hanno ratificato la convenzione 1979 sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne. Attualmente, alla convenzione hanno aderito 185 Stati. Durante questa sessione, il comitato esaminera' i rapporti riguardanti 15 Paesi, Austria, Azerbaijan, Colombia, Grecia, India, Kazakhstan, Maldive, Namibia, Paesi Bassi, Nicaragua, Perù, Polonia, Suriname, Tajikistan e Vietnam.

Durante l'incontro, altri esperti hanno detto che chi ha firmato il trattato internazionale dei diritti per le donne deve continuare a far pressione contro la violenza di genere, mentre Mayanja ha anche espresso approvazione per la nomina da parte del degretario generale ONU Ban - Ki-moon di tre donne su cinque nominati in ruoli superiori all'interno dell'organizzazione mondiale.

Il fenomeno delle violenze di genere e' nel mirino di molte organizzazioni internazionali che si occupano di diritti dell'uomo. Il 2007 e' stato dichiarato anno europeo contro la violenza di genere e le discriminazioni ed il Consiglio d'Europa ha varato in tutti i 46 Paesi costituenti molteplici iniziative culturali, educative e di sensibilizzazione, per combattere questo fenomeno che presenta dati incresciosi anche nei Paesi occidentali.

  • Archivio Donna
  • Ricerca personalizzata