TuttoTrading.it

20/08/2006 Fare la Cristiana (Miguel Martinez, Fonte: http://www.kelebek.splinder.com, www.donchisciotte.org)

Ricerca personalizzata
GIOCHI GIOCATTOLI
Articoli da regalo
Attività creative
Bambole e accessori
Bestseller generali
Burattini e tetrini
Calendari dell' avvento
Collezionabili
Costruzioni
Elettronica per bambini
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Elettronica per bambini
GIOCHI GIOCATTOLI
Giocattoli da collezione
Giocattoli prima infanzia
Giochi di imitazione
Giochi da tavola
Giochi educativi
Modellismi
Peluche
Personaggi Giocattolo
Puzzle
Sport Giochi Aperto
Strumenti Musicali
Veicoli

Tra i commenti di ieri, un lettore ha segnalato un articolo molto significativo [www.corriere.it] sulla questione della giovane pakistana uccisa a Brescia, un articolo che metterebbe in risalto l'aspetto religioso del delitto. Insomma, non solo costumi pakistani, ma anche un po' "colpa dell'Islam".

Intanto, vi prego di non considerare apologetico quello che sto per scrivere in merito: quando mi sono trovato davanti a casi simili, [www.kelebekler.com] non mi sono certamente schierato con l'uomo-padrone.

Non parlo di "pena di morte" perché non è proprio il caso di dare allo stato ulteriori mezzi repressivi; ma diciamo che, se il fidanzato di Hina Saleem avesse ucciso il padre assassino, questo blog sarebbe stato felice di organizzare una colletta per assicurargli una piacevole latitanza.

Ma il punto fondamentale è un altro. Non credo all'esistenza di un ente uguale a se stesso, nel tempo e nello spazio, di nome Islam, come non credo alla "esistenza" del giudaismo o del cristianesimo.

Credo piuttosto a costellazioni simboliche che vengono usate da persone diverse in tempi diversi per motivi diversi.

Per il credente musulmano è diverso: l'Islam ha un'esistenza che va al di là dei suoi portatori. Ma la maggioranza di coloro che vedono un aspetto religioso nel caso Hina non sono, ovviamente, musulmani, anzi...

So che mi sono espresso in modo piuttosto complicato.

Ma lo stesso pensiero lo esprime in modo chiarissimo, quasi geniale, proprio il titolo dell'articolo che il lettore ha segnalato:

«Mi hanno tolta da scuola perché fumo.
E mi picchiano perché faccio la cristiana»

Sotto, troviamo una foto della bellissima Hina con l'ombelico ben in vista sotto la maglietta corta.

"Fare la cristiana", nel sistema simbolico del titolista, vuol dire quindi fumare, mettere in mostra l'ombelico, disobbedire ai propri genitori e convivere senza sposarsi, presumibilmente usando contraccettivi. Pochi teologi sarebbero d'accordo, ma in un certo senso è vero: oggi, "cristiano" vuol dire anche questo, sia a Villa Fallaci che a Casa Saleem.

L'articolo in questione è una ristampa, a tre anni di distanza, di un altro sulla denuncia presentata dalla stessa Hina per le violenze subite per mano di suo padre: una triste testimonianza dello stato dei servizi sociali e di tutto quello che potremmo chiamare l'apparato progressivo della società occidentale, ridotto all'impotenza proprio come la sinistra politica a cui è storicamente legato.

Senza nulla togliere al valore della denuncia della ragazza, l'articolo evidentemente rimaneggia in la sua testimonianza: per ovvi motivi cronologici, ad esempio, non esiste alcuna "legge coranica" che vieti alle donne di fumare. Forse il padre di Hina le diceva, "una musulmana non fuma!", proprio come una signora anziana che conosco dice, "e vèstiti come un cristiano!".

L'articolo, ovviamente, è stato profetico. Ma va ugualmente analizzato.

Hina si esprime in prima persona, ma non si parla da nessuna parte di un'intervista, mentre il testo è troppo giornalistico per essere tratto dai verbali dei carabinieri.

Insomma, sembra proprio il classico Romanzo Giornalistico, un genere letterario costruito sulle disgrazie di chi non ha i mezzi per esprimersi o per reagire. E quindi riguarda molto spesso questioni legate ai migranti e alla cronaca, con tutto ciò che significa in termini di paure e di luoghi comuni.

La cosa non è casuale: l'autrice dell'articolo, Nunzia Vallini, è infatti una nostra vecchia e piuttosto ributtante conoscenza, che da sei anni a questa parte subisce una meritatissima e silenziosa gogna informatica.

Provate a digitare "Nunzia Vallini" su Google e capirete.

Miguel Martinez
Fonte: http://www.kelebek.splinder.com/
Link: http://kelebek.splinder.com/1156045118#8981155

  • Archivio Archivio Hina
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO