TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  •  31/10/2006 La Fondazione Pangea Onlus lancia una campagna di sensibilizzazione per far conoscere le sue attività e i suoi progetti, invitando tutti a muoversi e a impegnarsi a favore delle donne nel mondo. A Vigevano l’anteprima della mostra di Pangea

    Ricerca personalizzata

    La campagna La vita riparte da una donna!

    La Fondazione Pangea Onlus lancia una campagna di sensibilizzazione per far conoscere le sue attività e i suoi progetti, invitando tutti a muoversi e a impegnarsi a favore delle donne nel mondo. A Vigevano l’anteprima della mostra di Pangea.

    La Fondazione Pangea Onlus lancia una campagna sociale di sensibilizzazione per far conoscere le sue attività e i suoi progetti, invitando tutti a muoversi e a impegnarsi a favore delle donne nel mondo. La campagna, denominata Pangea, la vita riparte da una donna! mette al centro le donne, le principali beneficiarie dei progetti sviluppati e condotti dalla Fondazione Pangea Onlus in Asia e Africa. L’intenzione è quella di far comprendere che, dando fiducia a una Donna, investendo su di lei, in realtà si investa sul futuro dell’Uomo, dell’intera Umanità. In luoghi di conflitto e povertà estrema, sosteniamo il talento e la determinazione delle donne che vogliono partecipare e cambiare la vita di tutti i giorni. Microcredito, istruzione e consapevolezza dei propri diritti sono gli strumenti per ricostruire se stesse, creare reti di solidarietà, favorire uno sviluppo duraturo nella propria comunità.


     


     

    La campagna si declina sui tre canali di comunicazione principali, televisione, radio e stampa oltre che sul web. Uno spot video istituzionale Pangea, uno spot radiofonico dedicato al progetto Jamila a favore delle donne di Kabul che vede come testimonial, Donna per le Donne, l’attrice Ottavia Piccolo e una pagina stampa in due soggetti, Asia e Africa, in cui si vede il volto di una donna in primo piano di profilo con un’espressione seria e determinata che invita a "Investire su una Donna per il futuro dell'Uomo".


     


     

    Clicca qui per guardare il video (134 secondi) del Progetto Jamila.

    Tutti sono invitati di attivarsi e adottare una donna con un progetto Pangea.

    La mostra Il visibile e l’invisibile

    "Riuscire a vedere l’invisibile è da sempre il desiderio di tutti. L’invisibile è davanti ai nostri occhi, occorre solo saperlo vedere. Anche se può essere difficile con persone lontane dalla nostra quotidianità, dai nostri occhi, dal nostro stile di vita. Dobbiamo cogliere i contrasti, identificare i contorni, leggere le sfumature: solo in quel momento troveremo la chiave per riconoscere e riconoscerci. Così parte un progetto Pangea: valorizzare il talento di una donna e dare attraverso lei gli strumenti di riscatto a una comunità".


     


     

    E questo è il tema della creazione artistica di Guido Anderloni che con la sua maestria è riuscito ad interpretare le foto di Stefania Scarpa scattate sul campo, nei progetti di sviluppo per le donne di Pangea. A Vigevano nel nuovo tratto della Strada sotteranea, anteprima della mostra di Pangea Il visibile e l’invisibile, per far ripartire la vita delle donne del mondo (dal 31 ottobre al 12 novembre 2006, dalle ore 15 alle 18 nei giorni feriali e dalle ore10 alle 18 il sabato e nei festivi).


     


     

    Organizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Comunicazione del Comune di Vigevano, la mostra sarà inaugurata con un rinfresco il 31 ottobre alle ore 18 con presenza della fotografa Stefania Scarpa e del presidente della Fondazione Pangea Onlus, Luca Lo Presti.

    Più di mille parole. Calendario Pangea 2007

    La Fondazione Pangea Onlus ha cercato un segno potente che, più di mille parole, parlate, ascoltate o scritte, potesse sintetizzare il percorso che tante donne hanno intrapreso insieme a Pangea e che continueranno a percorrere con chi le circonda.


     


     

    Uno sguardo unico, in grado di superare la sofferenza, l’incertezza, la paura, lo smarrimento che queste donne hanno vissuto nei propri occhi e negli occhi dei propri figli e capace di riunire la fatica, la determinazione e il talento che hanno permesso loro di costruire e ricostruire, modificandolo, un destino deciso da altri, vicini e lontani, che non tenevano conto, a cui non importava la loro sorte, ma avevano ben diverse strategie e obiettivi. Pangea l’ha trovato nel più antico ed attuale dei segni: il gesto. Il gesto del lavoro e della vita, ognuno sorpreso nel proprio compiersi, ognuno colto nell’infinita immediatezza del ripetersi, ora dopo ora, giorno dopo giorno, creando le basi della vita presente e del futuro personale, familiare e sociale. Creando pane, acqua, scuola, cibo, casa, dignità … Alla magia di questo gesto umile, a cui la Storia e le storie dedicano così poca attenzione, è stato dedicato il Calendario 2007 di Pangea, a queste mani, a questi volti concentrati nel "far bene", al coraggio e alla disperazione che li hanno strappati dall’isolamento, da cantine maleodoranti, letti di violenza, strade di povertà e abuso, per accompagnarli fino a lì, fino al gesto sconosciuto agli altri, ma prezioso per sé, che è simbolo e concreto, continuo segnale di speranza e futuro. Ed è il gesto che accomuna e ci accomuna, azzerando le distanze, le culture, le tradizioni, riportando ogni donna e ogni uomo di questa terra sul terreno comune del valore e del lavoro.


     


     

    La Fondazione Pangea Onlus ha chiesto al noto artista Paolo d’Altan di rompere i confini e le lontananze e di rendere questo gesto umano, non solo afghano o indiano o nepalese o … ma ricchezza di ognuno di noi, perché, mese dopo mese, si possa riconoscere nei gesti apparentemente differenti dai nostri una parte dei nostri gesti quotidiani, delle paure superate, della volontà e dell’impegno. Grazie a questo gesto che non ha storia, perché appartiene a tutte le storie. Perché la vita riparte da una Donna.

    Clicca qui per scaricare in anteprima il calendario.

    4 X MILLE per il Progetto Jamila

    Con oltre vent'anni di guerre e disordini interni alle spalle, l'Afghanistan è un Paese in cui non soltanto le infrastrutture materiali e istituzionali, ma anche i tessuti sociale ed economico risultano precari. Come troppo spesso accade, sono le donne a subirne le conseguenze maggiori. Dal marzo 2003 la Fondazione Pangea Onlus opera a Kabul, dove ha attivato un circuito di microfinanza in collaborazione con alcune ONG locali femminili.


     


     

    Investendo su di loro, Pangea vuole generare un miglioramento concreto e duraturo nel Paese: le donne, in quanto nodi della rete sociale fungono quali moltiplicatrici di benessere per la società in cui vivono. A fine 2005 le donne coinvolte nel Progetto Jamila erano oltre 251, tutte con abilità lavorative o idee di microimpresa e con l'intenzione di ricostruire la loro vita e quella del loro nucleo familiare.


     


     

    Il 1° ottobre 2006 la Fondazione Pangea Onlus ha iniziato una campagna per aumentare il numero delle beneficiarie, dando loro fiducia e con essa i mezzi per poter iniziare o ampliare il proprio progetto di microimprenditoria. Fino al 30 aprile 2007, acquistando un cellulare Samsung presso un rivenditore sul territorio italiano, si potrà aderire all'operazione 4 X MILLE. Il consumatore potrà scegliere, tra le associazioni presenti, la Fondazione Pangea Onlus e Samsung le devolverà il 4 X MILLE di parte del prezzo di vendita del telefono cellulare. Visitando il sito www.samsungmobile.it e inserendo il numero seriale del telefono acquistato nella sezione dedicata all'iniziativa, si potrà contribuire al miglioramento della condizione sociale ed economica delle donne e con esse di tutta la società afghana.


     


     

    Per ulteriori informazioni

    Per informazioni sulla mostra "Il visibile e l’invisibile"
    Pangeao Vigevano
    Telefono: 02-733202
    E-mail

    Per informazioni
    o interviste al Presidente Luca Lo Presti
    o all’attrice Ottavia Piccolo
    Fondazione Pangea Onlus
    Via Boschetti 6
    20121 Milano
    Responsabile Comunicazione
    Aldo Daghetta
    Telefono e telefax: 02-733202
    Cellulare: 348-8873867
    E-mail di Aldo Daghetta
    E-mail Info
    Sito Internet

    Per prenotare il Calendario di Pangea 2007
    Telefono: 02-733202
    E-mail (specificando i vostri recapiti postali e telefonici)
    Oppure, clicca qui per prenotare una copia online

  • Archivio Donna
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO