TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 20/11/2006 Binetti: il Parlamento non avrebbe approvato il provvedimento Turco sulla cannabis (www.aduic.it)

  • Pagina Droga
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Farmacologia
  • Farmacovigilanza
  • Ricerca personalizzata

    'La droga e' una forma di aggressione alla vita. C'e' una parte della maggioranza che su questi valori non fa sconti. Il ministro Turco ha usato una sua prerogativa, ha deciso di fare un atto amministrativo, e' un suo diritto, ma il suo non e' davvero un comportamento democratico. Quel decreto se fosse arrivato in aula non ce l'avrebbe fatta'. Lo ha affermato Paola Binetti, senatrice della Margherita, in un'intervista a 'Il Messaggero'.
    'Quel provvedimento adottato cosi' senza consultazione e' sbagliato. Non puo' essere l'innalzamento delle dosi la soluzione, non puo' essere questa la nostra risposta al problema droga. Con la maggiorazione dei quantitativi il messaggio che arriva ai giovani e' deformato, si rischia di incitarli a consumare ancora di piu', ad alzare la soglia. Non dimentichiamo che stiamo parlando di un problema di dipendenza'.
    'Non e' vero che la gente finisce in carcere per lo spinello, ma per quei comportamenti di microcriminalita' che scattano quando il consumatore non sa in che modo procurarsi i mezzi per l'acquisto della dose'.

    ALTRI COMMENTI

    "I 51 parlamentari dell'Unione che avevano espresso un netto dissenso rispetto al decreto Turco che legittima l'uso di cannabis e ne autorizza lo spaccio, sono evidentemente stati messi in riga e ricondotti all'ovile. Anche stavolta, insomma, scherzavano...". Lo afferma Riccardo Pedrizzi, responsabile nazionale di An per le politiche della famiglia, presidente nazionale della Consulta etico-religiosa e membro dell'esecutivo politico nazionale del partito.
    "I deputati dissidenti, infatti,  hanno accolto le parole pronunciate alla Camera dalla Turco o in silenzio (nessuno di loro e' intervenuto in aula) oppure comunicando il loro sostanziale riallineamento sulle posizioni dell'ex ministro della Salute ed attuale ministro della Canna Libera. Solo la senatrice Binetti ha rilasciato un'intervista critica ad un quotidiano. Eppure  la situazione odierna e' la stessa identica che porto' i 51 a prendere le distanze dalla scelta della Turco, le cui parole in Parlamento non hanno cambiato un bel nulla".
    "Comunque, i 51 ex dissidenti hanno ancora una possibilita' per smentirci, per dimostrare che le loro non erano soltanto chiacchiere e che non hanno intenzione di sacrificare, ancora una volta, la difesa dei valori sull'altare delle logiche di partito e di schieramento: votino la mozione contro il decreto piu' "spinelli per tutti" presentata da An al Senato

    Archivio

  • Archivio le Iene, Parlamentari e Droga al Parlamento


  • Pagina Droga
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Farmacologia
  • Farmacovigilanza
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO