TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 24/02/2006 Soffia il Vento (www.verdi.it)

  • Pagina Energia
  • Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Ambiente
  • Pagina Inquinamento
  • Ricerca personalizzata

    Le potenzialità dell'eolico in un dossier Anev. Possibili passi da gigante entro il 2012, con un taglio di circa 20 milioni di tonnellate di Co2. Campania leader nel panorama italiano

     

    In Europa l'Italia sulla diffusione dell’eolico mantiene il quarto posto con i suoi 1.702,34 Mw installati al 2005, 447 solo in un anno. Questo uno dei dati contenuti nel dossier stilato dall’Anev,  l’associazione che promuove l’energia ricavata dal vento.

     

    A regime, il piano dell'Anev prevede una produzione annua installata di 1.200 Mw nel periodo di Kyoto (2008-2012). Attualmente il primato dell'Europa dei 25 spetta alla Germania con 18.428 Mw, seguita dalla Spagna (10.027Mw) e dalla Danimarca (3.122Mw).

     

    Europa che sull’eolico al momento è leader nel mondo con 40.904 Mw di pale installate complessivamente in tutti i 25 paesi del vecchio continente rispetto ai 9.149 degli Usa e i 7.135 dell'Asia.

     

    "Dobbiamo smetterla di fare altre leggi, bisogna utilizzare quelle che ci sono - ha detto il presidente di Anev, Oreste Vigorito - l'eolico per esempio è completamente regolato e siamo tecnologicamente maturi. Arrivare a 6.000 Mw di eolico in 6 anni è un traguardo ambizioso ma raggiungibile ma serve più collaborazione da parte delle Regioni".

     

    Sull’eolico Anev prevede che installando complessivamente 9.500 Mw al 2012 (a fine 2005 erano 1.702) si taglierebbero 18,8 milioni di tonnellate di Co2 per un totale di quasi 70 milioni di barili di petrolio risparmiati. Sarebbero oltre 30 mila gli occupati per investimenti intorno ai 10 miliardi di euro.

     

    A richiamare al "senso di responsabilità" anche l'assessore all'ambiente della Regione Campania, Luigi Nocera che ha sottolineato il ruolo della Campania. "In questo momento la Campania è la regione leader con poco più di 400 Mw e questo dato deve spingere anche altre regioni ad adeguarsi".

     

    "Le rinnovabili - ha detto Edoardo Zanchini di Legambiente - sono a portata di mano". E anche il fotovoltaico ha "enormi potenzialità di sviluppo ed è un elemento fondamentale - ha detto Tabarello, vice presidente di Ises (associazione per il solare) - per risolvere la fame di energia nel nostro Paese".

     

    Nuova linfa al fotovoltaico, cioè agli impianti che permettono di ricavare energia dal sole attraverso pannelli solari e minicentrali domestiche che ne trasformano l’energia solare in elettricità da immettere nella rete, potrà arrivare dal conto energia, finalmente attivato dal governo e che sta raccogliendo molte prenotazioni da parte di privati, tanto che il governo ha aumentato a 300 Mw (all'inizio erano 100) la potenza complessiva incentivabile attraverso un sistema che riconosce ai piccoli impianti che immettono in rete energia pulita prezzi maggiorati rispetto a quelli di mercato.

     

    Ecco le classifiche dell’eolico installata (Mw) secondo dati Anev al 31 dicembre 2005

     

    Italia

    Campania: 411,83 - Sardegna: 334,66 - Puglia: 322,55 - Sicilia: 308,02 - Abruzzo: 157,87 - Basilicata: 85,58 - Molise: 36,01 - Lazio: 9,00 - E.Romagna: 3,50 - Liguria: 3,30 - Toscana: 1,80 - Umbria: 1,50 - Trentino: 1,20.

     

    Europa

    Germania: 18.428 - Spagna: 10.027 - Danimarca: 3.122 - Italia: 1.702,34 - Regno Unito: 1.353 - Olanda: 1.219 - Portogallo: 1.022

     

    Mondo

    Europa: 40.904 - Usa: 9.149 - Asia: 7.135 - Australia: 708 - Canada: 683 - Africa: 349 - Sudamerica: 213 - N.Zelanda: 169


  • Pagina Energia
  • Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Ambiente
  • Pagina Inquinamento
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO