TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 01/04/2006 Rifkin: «La terza Rivoluzione Industriale» (Rita Salimbeni, www.lanuovaecologia.it)

  • Pagina Energia
  • Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Petrolio
  • Pagina Inquinamento
  • Ricerca personalizzata


    Slegarsi dalla dipendenza del petrolio e credere di più nella forza delle rinnovabili. È la ricetta dell'economista americano al forum sulle rinnovabili della Coldiretti
    «La cosa più importante è uscire dalla dipendenza dal petrolio, dall' energia fossile e dal nucleare: la vecchia energia del ventesimo secolo». Lo afferma con chiarezza Jeremy Rifkin, fondatore e presidente dell’americana Foundation on Economic Trends, al convegno su "L'energia del futuro" promosso da Coldiretti, a Venezia. «Va costruita una partnership pubblico-privata a livello mondiale – sottolinea l’economista - che coinvolga governi, imprese e società civile per perseguire con forza lo sviluppo dell' energia rinnovabile e dell' immagazzinamento ad idrogeno per preservarne la capacità produttiva. Quello di cui abbiamo davvero bisogno è una terza rivoluzione industriale».

    Rifkin ha ribadito più volte che vanno abbandonati i combustibili basati sul carbonio, alla base del riscaldamento globale, dell' indebitamento dei Paesi del terzo mondo, dell' aumento dei prezzi del petrolio e delle tensioni in Medio Oriente. «Va dato impulso ad una nuova economia – ha sottolineato - perché l' economia non può crescere alla fine di un' era energetica, quella del petrolio».

    Il percorso, infatti, dovrebbe essere disegnato dall’alternativa delle rinnovabili. «Ho speso molto tempo a discutere con le grandi produttrici di energia - ha proseguito Rifkin - quello che io dico loro, spingendoli a cercare fonti rinnovabili, è di stare attenti quanto è successo con Internet: la gente potrebbe prendere in mano la situazione, potrebbe cominciare a collegarsi al suo interno in modo indipendente, potrebbero nascere altre compagnie. Il mio messaggio è: avete bisogno di investire in energie rinnovabili nel prossimo futuro, non di ostacolarle. Siamo già in ritardo. Svegliatevi! Perché il petrolio sta per finire».


  • Pagina Energia
  • Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Petrolio
  • Pagina Inquinamento
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO