TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 07/08/2006 La Famiglia, innanzitutto (Paola Giuliano, www.lavoce.info)

    Ricerca personalizzata

    A Brooklin, i gruppi etnici e sociali erano definiti secondo severi criteri. Innanzitutto, veniva la famiglia, il gruppo sociale più importante come appartenenza. C’erano gruppi cui ci sentivamo più affini, come gli ebrei. Riconoscevamo in loro lo stesso attaccamento alla famiglia e capivamo il loro modo di trattare gli affari (...)" così narra Vincent Schiavelli, attore italo-americano, immigrante di seconda generazione nella New York della anni Trenta. (1)

    Studiando gli immigrati di seconda generazione

    A molti sarà d’altra parte già capitato di ossevare che, nei confronti di attitudini economiche cardine, quali quella al risparmio, paesi e culture nutrono atteggiamenti diversi che vanno al di là di differenze religiose o di distinzioni semplicemente politiche. Cosa accomuna il Giappone all’Italia o all’Argentina? Un recente articolo cerca di approfondirne le ragioni, mettendo in rilievo l’importanza per le attitudini economiche dell’ "istituzione culturale" più radicata nella storia: la famiglia. (2) Prendendo spunto da studi sociologici che distinguono tra paesi a strutture familiari più o meno "coese" (tra le più coese si annoverano gli italiani, gli spagnoli, e la maggior parte dei paesi asiatici e latino americani) e più individualiste (come il Nord Europa, gli Stati Uniti d’America e il Regno Unito), lo studio mostra che società in cui la famiglia svolge un ruolo dominante tendono ad avere un tasso di risparmio più alto, lavorano meno (hanno un salario di riserva più alto), hanno attitudini diverse nei confronti del ruolo redistributivo dello Stato (i sistemi familistici tendono a sostituirsi allo Stato in questo ruolo) e meno mobilità sociale.
    È la famiglia a dettare il comportamento economico o e la struttura economica a stimolare la nascita di una certa struttura sociale? Isolare il ruolo "culturale" della famiglia non è semplice; sarebbe perfettamente plausibile pensare che strutture familiari più o meno coese siano il risultato di difficili condizioni economiche. Per isolare metodologicamente le spiegazioni basate su vincoli economici effettivi, i due autori si cimentano in uno studio comparato di attitudini economiche nei paesi d’origine e tra gli immigranti di seconda generazione negli Stati Uniti. Se le nostre attitudini al lavoro, al risparmio, la fertilità sono frutto di vincoli economici, gli immigranti di seconda generazione, che nella maggior parte dei casi non hanno mai messo piede nel loro paese di origine, dovrebbero essere più simili agli americani che ai loro connazionali.
    Quale è il risultato di tale "esperimento"? Gli immigranti di seconda generazione hanno comportamenti molto simili agli abitanti dei loro paesi di origine. Persino il fenomeno degli italiani "mammoni", per altro comune a spagnoli, greci, portoghesi e persino giapponesi, un paese secondo la classificazione sociologica familistico almeno quanto il nostro, è prassi comune negli Stati Uniti tra gli immigranti. (3)

    (1) Vincent Schiavelli (1998), "Bruculinu America", Sellerio Editore, Palermo
    (2) Alesina, A. and P. Giuliano (2006), "The Power of the Family and the Macroeconomy", mimeo
    (3) Giuliano, P. (2004), "Living Arrangements in Western Europe: Does Cultural Origin Matter?", Iza Discussion Paper 2042

  • Archivio Famiglia
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO