TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 13/09/2008 Italia. Idv vuole vietare le sigarette per chi guida (http://www.aduc.it)

    Ricerca personalizzata

    Tempi sempre piu' duri per i fumatori. La commissione Lavori pubblici del Senato ha calendarizzato per la prossima settimana l'esame di un disegno di legge per introdurre nel Codice della strada il "no" alla sigaretta per chi e' al volante. L'esame del provvedimento, sottoscritto da tutti i senatori dell'Italia dei valori, dovrebbe iniziare giovedi' e, se trovera' il consenso delle altre forze politiche, in futuro accendersi 'una bionda' mentre si e' in corsa con la propria auto potrebbe diventare 'fuori-legge'.

    "Chi si accende una sigaretta mentre e' alla guida di un'automobile- viene spiegato nella relazione che accompagna il ddl- provoca una diminuzione del proprio livello di attenzione, con conseguente aumento delle probabilita' di provocare un incidente". Non solo, secondo una ricerca di un'universita' inglese, si osserva poi, "chi fuma guida piu' velocemente e in maniera piu' frenetica".

    Senza calcolare "lo stress" che puo' provocare la caduta una sigaretta accesa mentre si e' alla guida: "Cercando di evitare che si bruci il tappetino della macchina- sottolinea l'Italia dei valori- il guidatore viene a trovarsi in una situazione di stress e pericolo" per gli equilibrismi cui sara' costretto mentre e' in corsa per cercare di recuperarla o spegnerla.  

       Ma il pericolo di incidenti stradali, spiega l'Italia dei valori con la sua proposta di legge per il divieto di fumo alla guida, puo' derivare anche dal solo fatto di tenere in mano la sigaretta, perche', "non permette di eseguire i movimenti in modo corretto e sicuro".

    Insomma, per queste ragioni, ma anche per "la tutela della salute di terzi viaggiatori" e per il "pericolo" di causare incendi gettando fuori dal finestrino un mozzicone ancora acceso, il partito di Di Pietro propone di "modificare l'articolo 173 del codice della strada" inserendo accanto al divieto dell'uso del cellulare o delle cuffie per ascoltare la musica anche quello di accendersi una sigaretta.

    Le sanzioni, in caso di trasgressione, sarebbero le stesse per chi viene 'beccato' a fare una telefonata: da una multa tra i 148 e i 594 euro, fino alla sospensione della patente da uno a tre mesi se l'infrazione viene ripetuta nei due anni successivi alla prima trasgressione.

    http://www.aduc.it

  • Archivio Fumo
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO