TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • L'Europa tra Nord e Sud del Mondo (di G. Brindisi, 18/01/2004 http://www.strategiaglobale.com )

  • Guerra Terrorismo
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Petrolio
  • Pagina 11 Settembre
  • Ricerca personalizzata


    L'Implosione dell'Impero Sovietico ha cambiato la geografia politica del Mondo. Dopo 50 anni di Europa tra Est ed Ovest si è passati all'Europa tra Nord e Sud del Mondo Uno sguardo alla cartina qui sopra, ove sono evidenziati i conflitti armati in atto, rende chiaro che l'Europa è baricentro del Mondo Geopolitico. Confina con l'Area ove i Problemi del Mondo sono drammatici. L'Area della Guerra, della fame, delle malattie, della sete, della instabilità politica. delle guerre interne, dell'integralismo islamico, dell'analfabetismo, del terrorismo, insomma, l'Area infernale al cui ingresso sopra una grande porta sono scolpite sopra una grande porta i versi danteschi:
    "Per me si va ne la città dolente,
    per me si va ne l’eterno dolore,
    per me si va fra la perduta gente. […]

    Lasciate ogni speranza voi ch’entrate." (Canto III, vv. 1-9)
    E' anche, però, l'Area delle ricchezze minerarie e petrolifere, in particolare. Gli USA conservano lo strozzato confine con la periferia dell'inferno: l'America latina, ove predominano i problemi economici e di sviluppo. La posizione centrale dell'Europa fa dei Paesi che la compongono, il crocevia e la base dei traffici di armi, droga, clandestini dell'immigrazione, di vite umane destinate allo sfruttamento, alla schiavitù sessuale, all'alimentazione degli organi per il trapianto.
    E' estremamente ovvio che l'Europa quanto prima sarà investita massicciamente dai mali dell'Inferno del Terzo Mondo. L'unica possibilità è una mobilitazione generale, un piano Marshall per il Terzo Mondo. Lo impone la ragione ed il sentimento. Invece i Paesi Europei, discutono come il Senato Romano mentre Sagunto era espugnata e distrutta.

    Il Paese Europeo più esposto è l'Italia, baricentro del baricentro confine del confine dell'Europa. Dinanzi alla ignavia europea non si può che essere allibiti. L'Europa è percepita dal mondo come un pugile suonato.
    Divisa tra americanismo ed antiamericanismo, avvelenata da 50 anni di odio politico, annebiata dalla irrazionalità manifesta radicata ed incarnita nelle popolazioni del Sud, preferisce la colpevole inazione alla non procastinabile unità politica.
    L'Italia è lo specchio dell'Europa. E' tentata dal nuovo ma paralizzata dal vecchio. Illusa da gattopardi che fingono di apportare cambiamenti per non cambiare. Non si aprono nemmeno dibattiti su argomenti vitali come il prendere una rotta e mantenerla. Si discute.
    Tutti accusano tutti. Il governo i magistrati, questi il governo, i politici i tecnici come Fazio, Fazio il governo, gli scioperanti i Sindacati, i Sindacati i lavoratori che scioperano e, come nella barzelletta della visita di Franceschiello alla Flotta Napoletana "al grido FACITE AMMUNINE! chille che stanno a prua zompano a poppa, chile che stanno a poppa zompano a prua, chille che stanno 'ncoppa scendono a vascio, chillo che stanno a vascio saglieno 'ncoppa...in modo che tutti si muovono e nisciuno fa niente"


  • Guerra Terrorismo
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Petrolio
  • Pagina 11 Settembre
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO