TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 24/11/2005 FOSFORO BIANCO WP, DAISY CUTTERS II (TAGLIA MARGHERITE – BOMBE A FRAMMENTAZIONE) (www.comedonchisciotte.org)

    Ricerca personalizzata

    ”Qui vi era un osservatorio, una collina denominata Safwan Hill, dalla parte Irachena del confine. Era stata occupata dallo spionaggio Iracheno, che vi si riuniva. Da questo punto vantaggioso, potevano osservare tutta l’area del nord-Kuwait.
    Ora è stato valutato che la collina è stata così pesantemente bersagliata da missili, colpi di artiglieria e dall’Air Force, che praticamente è stata spianata. E tutto quello che si era salvato dopo tutte queste esplosioni veniva irrorato di napalm. E questa cosa meravigliosa poneva fine ad ogni operazione Irachena su quella collina.”

    Gli Stati Uniti avevano messo al bando l’uso del napalm contro i civili nel 1980, dopo le immagini di una bambina nuda ferita nel Vietnam che aveva sconvolto il mondo. Gli Stati Uniti, che non hanno firmato la convenzione, è la sola nazione al mondo che usa ancora il napalm.

    Questa è la storia.

    Diario da Baghdad, 3 aprile 2003, ore 20:
    Il Dr. Geert Van Moorter attraverso il telefono satellitare. Sugli orrori della guerra, 100 km a sud di Baghdad. Al Dr. Bert de Belder (coordinatore di Medical Aid For The Third World)

    "Ho due storie tremende da raccontarvi” immediatamente così inizia Geert quando entro in comunicazione con lui. “Oggi ci siamo recati in auto a Hilla, una cittadina vicino a Babilonia, che ieri è stata pesantemente bombardata. Un quartiere povero era stato colpito da 20-25 bombe. L’ospedale di Hilla nella successiva mezz’ora aveva ricevuto 150 pazienti seriamente feriti. Il Dr. Mahmoud Al-Mukhtar affermava che le ferite erano causate da bombe a frammentazione. Queste sono bombe che esplodono originando tante piccole bombe che vanno ad esplodere individualmente, causando lesioni spaventose. Le bombe a frammentazione sono proibite dalle Leggi Internazionali sulla Guerra, ma di questo Bush se ne frega! Nell’ospedale ho assistito a molte situazioni che veramente facevano accapponare la pelle. Una famiglia di undici persone, delle quali sei sono morte…Un padre che è rimasto solo con un figlio; sua moglie e due figli sono morti… Bambini piccoli con membra amputate…”

    "La mia seconda storia è ancora più orrenda”, avverte Geert. "Si tratta di un bus con dei civili su cui è stato fatto fuoco dall’alto. Nessuno a Najaf che abbia diffuso la notizia, ma secondo me non è stato un caso che il fatto non abbia ricevuto copertura dai media Occidentali. Tre giorni fa, a Al Sqifal, vicino ad Hilla, un autobus passeggeri è stato messo sotto tiro ad un posto di blocco Americano, con risultati spaventosi. Secondo testimoni il bus si era fermato in tempo e, per ordine dell’Esercito Americano, aveva fatto retromarcia per ritornare. Il Dr.Saad El-Fadoui, un chirurgo di 52 anni che ha studiato anche in Scozia, era corso immediatamente sul posto dell’incidente dall’ospedale di Hilla. Quando mi ha raccontato quello che aveva visto là, era ancora veramente sconvolto, tre giorno dopo quello che era avvenuto. 'I corpi erano tutti carbonizzati, con mutilazioni tremende, fatti a pezzi. Dentro e tutto intorno al bus vedevo teste smembrate, cervella, intestini…' Uno si chiede quale arma criminale di distruzione di massa abbia potuto provocare tanto orrore. Nessuno aveva udito il rumore di una esplosione; sui corpi non si trovavano tracce di schegge di proiettili. Un giornalista ha parlato di un’arma a calore (HEAT) con rame liquido o qualcosa di simile…Possono gli Americani essere tanto crudeli? Il Dr. Saad El-Fadoui ci ha chiesto ripetutamente di fare qualcosa per aiutare a fermare questa orribile guerra di aggressione.

    Geert capisce stentatamente quello che dico, dato che la linea è disturbata. "Siamo momentaneamente senza elettricità ", spiega. "Vasti quartieri di Baghdad sono senza elettricità, l’ultima notte il bombardamento è stato veramente pesante". Colette (la dottoressa collega di Geert, la Dr.ssa Colette Moulaert) ha visto dalla sua camera dell’albergo, proprio dietro la moschea in questo quartiere, due enormi palle di fuoco che venivano giù. Io penso che si trattasse di contenitori di bombe da 7-8 tonnellate, ognuna delle quali produce enormi vibrazioni. "Io tremavo dal freddo", ha dichiarato Colette, e questo era provocato dalle vibrazioni causate dalle esplosioni delle bombe.



  • Segue

  • Archivio Guerra e Terrorismo
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO