TuttoTrading.it



SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 04/08/2006 Chi c'è dietro la Terza Guerra Mondiale? (Movimento Solidarietà, http://www.movisol.org/)

  • Guerra Terrorismo
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Petrolio
  • Pagina 11 Settembre
  • Ricerca personalizzata

    Il 2 agosto 2006, Lyndon LaRouche ha rilasciato una dichiarazione intitolata “Chi c'è dietro la Terza Guerra Mondiale?”. Nel suo scritto LaRouche, riferendosi alla attuale situazione strategica, fortemente connotata dall'attacco israeliano in Libano e dal possibile allargamento del conflitto, sottolinea come sia assolutamente necessario non cadere nella trappola di credere che il nemico sia un qualche stato nazionale.

    L'economista e leader democratico non esita a definire “idioti” coloro che, specialmente in Europa, parlano di un problema di “imperialismo americano”.

    “Come può una persona sana di mente, sotto questi presupposti, credere veramente che il governo USA, che è sul punto di essere conquistato da una forza occupante straniera, rappresentata dal Ministro del Tesoro Paulsen, la copia di Hjalmar Schacht proveniente dalla Goldman Sachs, sia la forza imperiale che ha l'intenzione di distruggere sé stessa?” chiede ironicamente LaRouche, dicendo: “E' ora di fornire delle camicie di forza per quegli esponenti della generazione Baby Boomer, i sessantottini, che ripetono il ritornello 'io non credo alle teorie cospiratorie'.”

    LaRouche passa poi a fare un breve excursus storico delle principali forze e dei loro rappresentanti, che da circa trentacinque anni a questa parte hanno cospirato affinché gli USA si facessero portatori, anche a suon di bombe, proprio di quelle idee liberiste e mondialiste, la lotta contro le quali costituisce invece l'essenza della nazione americana: ad esempio la Mont Pelerin Society o la Commissione Trilaterale che, attraverso il suo maggiordomo George Shultz, nel 1971 si fece promotrice dell'affondamento del sistema finanziario a cambi fissi nato a Bretton Woods nel 1944.

    Se guardiamo alla situazione presente, vediamo oggi lo sforzo di quei circoli finanziari privati di cui la Lazard Freres, il suo esecutore Felix Rohatyn e l'Organizzazione Mondiale per il Commercio sono l'espressione più eclatante, di rottamare l'apparato industriale sano degli USA e di altri paesi sovrani e di mettere le mani sulla gestione delle risorse strategiche del globo. Non si può fare a meno di individuare in costoro, e negli ambienti che rappresentano, il vero nemico, non solo per gli USA ma per il mondo intero.

    “Il nemico degli USA”, scrive ancora LaRouche, “è il nemico della civiltà … Nonostante tutte le contraddizioni e le scivolate, la Repubblica degli Stati Uniti d'America rappresenta il più alto livello di qualità nell'ideazione di una vera Repubblica … libera da quelle tradizioni oligarchiche su cui si basano le forme di governo largamente inferiori d'Europa: un sistema parlamentare relativamente impotente, che si rimette alla supervisione di un cosiddetto sistema bancario centrale indipendente. […] Il nemico, quindi non è rappresentato solo dalla mitica incompetenza dell'attuale amministrazione USA [ma] da un mostro feroce impersonato da Felix Rohatyn e dai suoi predecessori pro-nazisti alla Lazard Freres e alla Banca Worms.”

    L'attuale follia omicida che si sta allargando nell'Asia sud-occidentale è il frutto dell'influenza nefasta di questo nemico sul Congresso americano, “un'espressione dell'intenzione strategica degli interessi dell'oligarchia finanziaria sopranazionale”, per dirla con LaRouche.

    L'economista democratico invita quindi ad uscire dalla ristrettezza mentale di chi vuole individuare il nemico in una nazione o nell'altra e a coagulare le forze sane, dovunque esse siano, nella battaglia contro i veri “principati e potestà” che promuovono le follie della globalizzazione e che sono dietro l'attuale spinta verso la Terza Guerra Mondiale.


  • Guerra Terrorismo
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Petrolio
  • Pagina 11 Settembre
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti

    Clicca qui!

    VAI ALLA MAPPA DEL SITO