TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 19/03/2007 Afghanistan: Liberato Daniele Mastrogiacomo (http://www.canisciolti.info)

    Ricerca personalizzata

    Mastrogiacomo è in un ospedale di Emergency: sta bene. Il comandante talebano Dadullah ha detto che Daniele Mastrogiacomo è stato liberato in cambio del rilascio di cinque prigionieri talebani.

    Assieme all'inviato di Repubblica, i talebani hanno liberato anche il suo interprete Adjmal Nashkbandi Secondo Emergency, Mastrogiacomo sarebbe già nelle mani di un'organizzazione umanitaria italiana. La Farnesina conferma il rilascio di Mastrogiacomo

    19/03/2007 Mastrogiacomo e' stato rilasciato (http://www.osservatoriosullalegalita.org)

    E' libero finalmente Daniele Mastrogiacomo. Dopo l'annuncio del presidente Hamid Karzai che la liberazione sarebbe avvenuta oggi e la notizia dell'agenzia di Stato afghana sul rilascio avvenuto, erano giunte le parole pridenti del portavoce di Governo Silvio Sircana secondo cui a palazzo Chigi non risultava ancora la liberazione.

    Ma in seguito il Presidente del Consiglio Romano Prodi ha raggiunto telefonicamente il vicepresidente Massimo D’Alema, in volo verso Washington, per condividere la soddisfazione della notizia della liberazione di Daniele Mastrogiacomo. Il governo avverte che nelle prossime ore Mastrogiacomo rientrera' in Italia con un aereo della Presidenza del Consiglio e la sua famiglia, "una famiglia straordinaria per unita' e forza", lo potra' riabbracciare.

    Oltre a D’Alema, Prodi intende ringraziare, a nome suo e del Governo, "gli uffici del Ministero degli Esteri - in particolare l’Unità di Crisi e la sua responsabile Elisabetta Belloni e l’ambasciatore a Kabul Ettore Sequi - l’ammiraglio Bruno Branciforte che ha guidato le operazioni del Sismi, le organizzazioni umanitarie con in testa Gino Strada ed Emergency e il governo afgano di Hamid Kharzai la cui collaborazione è stata decisiva. Anche coloro che non citiamo o dimentichiamo in questo momento di gioia sanno quanto li ringraziamo per il lavoro svolto".

    "Ringrazio naturalmente – prosegue Prodi - Ezio Mauro e la redazione di Repubblica per la mobilitazione professionale e umana nei riguardi dell’amico prima che dell’inviato e tutti i giornalisti italiani. La loro discrezione e il rispetto univoco del silenzio stampa hanno permesso di lavorare con maggiore concretezza per arrivare a una definizione positiva della vicenda. Così come è doveroso sottolineare l’atteggiamento serio e collaborativo di tutte le forze politiche, nessuna esclusa, fondamentale nel mostrare la compattezza e la determinazione del nostro Paese per il raggiungimento dell’obbiettivo più importante, - conclude il Presidente del Consiglio - quello di restituire Daniele Mastrogiacomo ai suoi affetti e al suo lavoro".

    La liberazione di Mastrogiacomo era stata chiesta - anche con manifestazioni di piazza - dai giornalisti afghani e italiani e da esponenti della Comunita' musulmana in Italia, nonche' da esponenti europei, dalla missione ONU in Afghanistan e dal relatore speciale sulla liberta' di stampa delle Nazioni Unite, che aveva parlato dei reportage del giornalista da diverse zone del mondo travagliate dai combattimenti, affermndo che egli racconta la tragedia della guerra, le sue cause e conseguenze "con l'imparzialita', pieta' e un grande senso di responsabilità professionale".

    Ieri la Farnesina aveva annunciato che in relazione al rapimento del connazionale tutte le condizioni poste per la sua liberazione erano state realizzate e chiedeva, "per facilitare il lavoro delle organizzazioni umanitarie coinvolte ai fini dell'auspicata liberazione di Mastrogiacomo" il silenzio stampa.Questa mattina il presidente afghano Karzai, in visita a Berlino, aveva annunciato che il giornlista de La Repubblica "e' stato liberato o e' in procinto di esserlo".

  • Archivio Mastrogiacomo
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO