TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 01/01/2009 Archivio Palestina e Gaza Natale 2008

    Ricerca personalizzata

  • 24/01/2009 Non solo fosforo bianco: su Gaza l' arma del futuro
    Prima ancora della fine dell'offensiva israeliana sulla Striscia di Gaza, l'accusa di aver usato armi al fosforo bianco aveva già fatto il giro del pianeta. Secondo molti mezzi d’informazione l'esercito israeliano avrebbe fatto un uso massiccio di armi al fosforo bianco...
  • 19/01/2009 Notizie da Sindyanna su situazione in Palestina
    In allegato due interessanti contributi circa la guerra nella striscia di Gaza: un messaggio di Sindyanna, organizzazione di commercio equo nostra partner, e un articolo del magazine Challenge, con il quale la stessa Sindyanna collabora...
  • 10/01/2009 ONU, accordo inutile. A Gaza è strage
    E’ carta straccia l’accordo trovato all’Onu sul cessate il fuoco tra Hamas e Israele. Perchè Israele, come si è saputo subito, continuerà le operazioni militari nel teatro di guerra di Gaza. Infatti, episodi di violenza tra miliziani e soldati...
  • 09/01/2009 Gaza: Israele usa il fosforo bianco?
    Si sa, l’oscenità della guerra è spesso nascosta da un velo trasparente di ipocrisia. Ultimo esempio: per “stanare” Obama dal suo meditabondo silenzio e costringerlo ad una (pur blanda) presa di posizione sulla tragedia che si sta abbattendo sui Palestinesi della striscia di Gaza c’è voluta la strage della scuola di al-Fakhora nel campo profughi di Jabaliya, centrata, a quanto sembra, da ben due F16 dell’aviazione israeliana...
  • 08/01/2009 Senza tregua
    La strage di civili palestinesi di ieri compiuta dalle Forze di Difesa Israeliane a Jabaliya (quaranta cittadini uccisi e oltre sessanta feriti) ha parzialmente mosso la comunità internazionale. Il presidente egiziano Mubarak e il premier israeliano uscente Olmert, seguendo l'iniziativa diplomatica lanciata dal presidente francese Sarkozy...
  • 08/01/2009 Nessun accordo all' ONU, ma si allarga l' attacco
    Le più grandi speranze diplomatiche si sono arrestate di colpo quando il Presidente francese di turno all’ONU, Kouchner, nonostante grandi sforzi in tutte le direzioni, non è riuscito a trovare un accordo di nessun tipo in seno al Consiglio di sicurezza...
  • 04/01/2009 Palestina: Tsahal alle porte di Gaza
    Operazione militare “Piombo fuso” su Gaza, ottavo giorno. Dopo i raid dell’aviazione israeliana e il martellante e distruttivo bombardamento dei cannoni Howitzer, i carri armati Merkava varcano il confine e la guerra entra nella seconda fase. Le truppe di terra penetrano dal confine settentrionale della Striscia: due i punti di ingresso, nei pressi di Beit Lahiya, proprio dove nel pomeriggio l'artiglieria pesante aveva colpito duro, distruggendo una moschea piena di fedeli...
  • 03/01/2009 Cinque sorelle per me possono bastare...
    Jawaher 4 anni, Dina 8, Samar 12, Ikram 14, Tahrir 17 anni. Cinque sorelle palestinesi della famiglia Balousha. Vivevano a Jabaliya, vicino a Gaza City. Un campo profughi della striscia di Gaza. Una bomba le ha uccise. Un F16 israeliano è volato sulle case di Jabaliya e sulla moschea Imad Aqel, le ha sfiorate nella notte, il suo respiro le ha distrutte. Israele vuole combattere Hamas, ma uccide i bambini...
  • 02/01/2009 Nessuna tregua a Gaza nella guerra d' Israele
    “La tregua non serve”. Così la Livni ha risposto alla richiesta di tregua avanzata dalla Ue. Sembrava che quarantotto ore bastassero a evitare la catastrofe di Gaza quando Kouchner, nell’abito del vertice UE, aveva ammonito Barak sulla necessità di portare aiuti nella Striscia. Uno spiraglio s’era aperto: in serata, il Ministro della Difesa israeliano aveva annunciato la disponibilità ad un tregua di quarantotto ore. E invece niente...
  • 31/12/2008 Palestinesi sotto assedio
    Bloccare i razzi Qassam per far cadere il regime di Hamas e costringere il movimento islamico a lasciare la Striscia di Gaza nelle mani di Fatah e del presidente Abu Mazen: questi gli obiettivi di Israele che, dopo tre giorni di bombardamenti, dichiara l'area intorno a Gaza zona militare chiusa e parla ormai di “prima fase di una guerra totale ad Hamas ed ai suoi simili”. Che il fine ultimo dell’operazione “piombo fuso” sia quello di smantellare la struttura politico militare che attualmente governa la Striscia, lo conferma lo stesso vice-premier israeliano, Haim Ramon...
  • 30/12/2008 La resa dei conti a Gaza
    A un anno e mezzo dalla presa del potere da parte di Hamas a Gaza, il governo israeliano ha infine deciso di esportare la democrazia nella Striscia. Seguendo il modello dell'Operazione Mesopotamia, l'Israeli Air Force sta bombardando massicciamente la minuscola porzione di terra, per livellare ogni struttura appartenente ad Hamas per poi procedere con la fanteria pesante...
  • 30/12/2008 Gaza, la guerra e le urne
    Per la sua campagna elettorale Israele sceglie la via della guerra. Guerra senza regole a colpi di blitz e azioni criminali alla maniera del sud del Libano o dei tempi di Sabra e Chatila. Serve a poco dichiarare, come hanno fatto i media di Gerusalemme, che degli trecento palestinesi morti almeno centocinquanta sono poliziotti di Hamas, fra loro anche il capo Tawfik Jaber...
  • 28/12/2008 Palestina quale futuro dopo l' attacco
    In Israele i falchi hanno vinto e ancora una volta la tenuta politica e morale di un’offensiva su Gaza è diventata semplice retorica. Attesa da giorni, la reazione di Gerusalemme alle dichiarazioni di Hamas che si è rifiutato di rinnovare un cessate il fuoco iniquo è arrivata, implacabile e come sempre pesantissima. Nell’arco di pochi minuti gli aerei con la stella di David hanno colpiti il porto e le caserme dei miliziani del movimento islamico che governa la Striscia di Gaza...
  • 28/12/2008 Gaza, l' orrore viene dal cielo
    Operazione “piombo fuso”. Così, con un nome niente affatto scelto a caso, Israele ha gettato nel sangue Gaza. Sono già duecentoventisette i morti, centinaia i feriti e decine e decine le case distrutte, le strade divelte dai razzi partiti dagli elicotteri israeliani e il bilancio, purtroppo, é destinato a crescere. Il pretesto, anche quello, è il solito: i razzi Qassam che l’idiozia di Hamas invia più per dare concreta quanto macabra testimonianza della sua esistenza che per tentare di piegare Israele e costringerla a fantomatici negoziati. Errore...

  • Archivio Guerra e Terrorismo
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO