TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 22/05/2005 Condannato il primo virus writer italiano. In attesa delle motivazioni (www.punto-informatico.it)

    Ricerca personalizzata

    Ieri l'autore del worm Vierika è stato condannato ad una sanzione di 6mila euro. Ha evitato la pena detentiva richiesta dal PM. La difesa: software innocuo. La sentenza: accesso abusivo con danneggiamento

    Ne parla lo stesso Canazza, spiegando: "Ho semplicemente detto alla finanza come stavano le cose. Sembrerà strano, ma sono ‘costretto' contrariando tutti i luoghi comuni del caso, a riportare l'accaduto come qualcosa di piacevole. La professionalità e l'eleganza del Tenente Rasetti e dei suoi colleghi sono state ammirabili. Elenco i motivi: primo fra tutti è che al momento della perquisizione io non ero presente nella mia abitazione. Si sono trovati di fronte mia madre, una persona di una certa età e facilmente impressionabile".

    "Ma hanno trovato - continua Canazza - i modi e le parole per tranquillizzarla, senza quindi usare quei metodi da film che possono spaventare una persona indifesa. Quando sono rientrato a casa, è stato facile trovare un dialogo e una certa collaborazione. Ci siamo anche intrattenuti a discutere alcuni aspetti tecnici del software Vierika. E informaticamente parlando ci siamo trovati". Il procedimento ha sollevato com'è ovvio grande attenzione anche da parte della comunità scientifica ed accademica bolognese, trattandosi di uno dei primissimi processi a carico di virus writer italiani: quello precedente, relativo al worm-dialer Zelig si era concluso con il patteggiamento del virus writer. Non c'è alcun dubbio che la vicenda di Vierika non si esaurirà con questa sentenza: già molte sono le considerazioni che il caso ha suscitato e in molti ambienti se ne continuerà a parlare a lungo. La motivazione della sentenza arriverà tra tre mesi (90 giorni) ma la difesa ha già preannunciato l'appello, che dovrà essere formalizzato entro il 20 settembre.

  • Archivio Hacker Cracker
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO