TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 23/08/2006 In Autunno Voto Amministrativo per gli Stranieri (www.aduc.it)

    Ricerca personalizzata

    A distanza di due anni dalle precedenti consultazioni elettorali, gli immigrati extracomunitari che vivono, studiano o lavorano a Roma, il prossimo autunno potranno nuovamente scegliere i consiglieri aggiunti e i loro rappresentanti nei municipi e nella consulta delle comunita' straniere. Siederanno in consiglio comunale 4 consiglieri aggiunti, 1 per ogni continente (a meno che non siano tutti uomini o tutte donne, caso in cui si aggiungera' un quinto consigliere del genere mancante), mentre saranno 19 i rappresentanti stranieri nei consigli municipali (1 per ogni municipio).
    La consulta delle comunita' straniere riunira' invece i rappresentanti di tutte le nazionalita' presenti a Roma. I consiglieri aggiunti non avranno diritto di voto, ma potranno partecipare a tutte le riunioni, alle commissioni consiliari e prendere la parola su tutti gli argomenti iscritti all'ordine del giorno. Claudio Rossi, responsabile dell'ufficio Politiche della multietnicita' del comune di Roma, spiega all'ADNKRONOS che "l'esperienza dei consiglieri aggiunti e' stata, negli ultimi due anni, una sorta di prova in cui gli stranieri hanno sperimentato la possibilita' di portare la propria voce nel governo locale e l'amministrazione comunale ha gradualmente imparato a inserirli nella difficile macchina amministrativa (competenze, procedure, capacita' di influire, di proporre, di partecipare alle commissioni tematiche etc.)".
    "Una realta' che per i consiglieri aggiunti e' ancor piu' complicata - continua Rossi - in quanto, a differenza dei normali consiglieri, essi non fanno riferimento a un partito o a un programma preciso. E' stata quindi un'esperienza importante sia per gli stranieri extracomunitari che per l'amministrazione comunale e per la citta' intera - aggiunge - che si e' sempre mostrata favorevole. Ma soprattutto - precisa il responsabile dell'ufficio Politiche della multietnicita' - quello di Roma e degli altri comuni italiani che hanno favorito questa rappresentanza e' il primo passo concreto in direzione del voto amministrativo agli extracomunitari, che la Comunita' Europea ha richiesto ai paesi membri e che e' stato previsto dal programma dell'Unione. In quest'ottica - conclude - quella che stiamo consolidando a Roma e' una 'scuola' per ragionare in termini di rappresentanza e programmazione politica, da parte degli immigrati extracomunitari e di tutti i cittadini".
    La possibilita' di voto e' aperta a tutti i cittadini extracomunitari maggiorenni residenti nel comune di Roma in possesso del permesso di soggiorno. Per votare e' inoltre necessario iscriversi alle liste elettorali presso i municipi di residenza, presentando la fotocopia del permesso di soggiorno e un documento di riconoscimento. Chi lavora o studia a Roma, ma non vi risiede, dovra' presentare anche un certificato di iscrizione a scuola o all'universita', o una dichiarazione del proprio datore di lavoro.
    Possono candidarsi alle elezioni i cittadini extracomunitari in possesso degli stessi requisiti per accedere al voto. La candidatura dovra' essere presentata presso la Direzione dei Servizi elettorali del comune di Roma (sito in via dei Cerchi, 6) completa di almeno cento sottoscrizioni di cittadini stranieri maggiorenni e con permesso di soggiorno per il consiglio comunale, e di almeno 30 per i consigli municipali.
    I cittadini extracomunitari iscritti alle liste elettorali riceveranno a casa il certificato elettorale. Coloro che avessero cambiato residenza dovranno recarsi alla Direzione dei Servizi elettorali e richiedere il certificato. In ogni caso, dopo la pubblicazione della data delle elezioni, il certificato elettorale puo' essere ritirato personalmente in via dei Cerchi, 6. Il luogo delle elezioni sara' successivamente comunicato dal municipio d'appartenenza. All'elettore ammesso saranno consegnate due schede di diverso colore, una per la votazione dei consiglieri aggiunti del consiglio comunale, l'altra per la votazione dei consiglieri aggiunti dei municipi. In entrambi i casi sara' possibile votare per un solo candidato, tracciando un segno sul nome. Al momento non e' stata ancora decisa la data precisa delle elezioni (che in ogni caso sara' in autunno).
    Ulteriori informazioni sulla data e su come fare per votare saranno disponibili prossimamente chiamando il call center informativo del comune di Roma allo 060606 o presso la Direzione dei Servizi elettorali. Il portale www.stranieriinitalia.it seguira' quotidianamente l'evento con un apposito "speciale" sul voto.
    Nelle elezioni del 2004 si erano iscritti alle liste ben 32.700 stranieri, 15 mila donne e 17 mila uomini. L'Asia e l'Oceania avevano avuto ben 21.900 iscritti (il 67% del totale), seguiti a molta distanza dall'Africa, con 3.900 iscrizioni (12%). I cittadini provenienti dall'Europa erano stati 3.490 mentre dall'America 3.324. La nazionalita' filippina aveva avuto il maggior numero di iscritti (8.800).
    Ben 51 i candidati stranieri che si presentarono per i quattro posti di consigliere aggiunto, dei quali 22 asiatici, 14 africani, 8 dell'est Europa e 7 sudamericani. Nei municipi si candidarono in 172. Il giorno delle elezioni, su 33 mila aventi diritto, votarono ben 18.918 stranieri, con una percentuale di votanti superiore al 57%.

  • Archivio Immigrazione
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO