TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 16/09/2006 Morta Oriana Fallaci. Pera e La Malfa: ha avuto Ragione sull' Immigrazione (www.aduc.it)

    Ricerca personalizzata

    E' morta a Firenze nella notte Oriana Fallaci. La scrittrice e giornalista aveva 77 anni. Il suo ricovero in un ospedale fiorentino era stato tenuto nel piu' stretto riserbo e anche le esequie si svolgeranno in forma privata.
    Oriana Fallaci lottava da tempo contro il cancro da lei definito 'L'Alieno'. Ha iniziato giovanissima la carriera giornalistica, lavorando come inviata speciale ed in seguito come corrispondente di guerra per L'Europeo in Vietnam, nella guerra Indo-Pakistana.
    in Sud America, in Medio Oriente. Era tornata prepotentemente alla ribalta con i suoi libri e articoli sugli attentati dell'11 settembre che hanno dato corso a forti contestazioni nel mondo politico e nell'opinione pubblica, collocandosi, come ella stessa disse, in 'difesa della cultura occidentale', in netta contrapposizione al fondamentalismo islamico.
    Negli ultimi tempi si era schierata contro l'eutanasia nel caso di Terri Schiavo, presentando le sue posizioni con un articolo apparso su Il Foglio e contro il referendum abrogativo della legge sulla procreazione medicalmente assistita con un articolo pubblicato dal Corriere della sera.
    Nel marzo dello scorso anno il quotidiano Libero, diretto da Vittorio Feltri, lancio' una raccolta di firme (75.000) affinche' il Presidente della Repubblica conferisse alla Fallaci il titolo di senatore a vita.
    Fece notizia anche il suo intervento contro la costruzione di una moschea a Colle Val d'Elsa dichiarando: 'Non voglio vedere un minareto di 24 metri nel paesaggio di Giotto, quando io nei loro paesi non posso neppure indossare una croce o portare una Bibbia. Se saro' ancora viva andro' dai miei amici di Carrara, la citta' dei marmi. Li' sono tutti anarchici; con loro prendo gli esplosivi e la faccio saltare per aria'. I suoi libri: I sette peccati di Hollywood, 1956.
    Il sesso inutile, 1961. Penelope alla guerra, 1962. Gli antipatici, 1963. Se il sole muore, 1965. Niente e cosi' sia, 1969. Quel giorno sulla luna 1970. Intervista con la storia, 1974. Lettera a un bambino mai nato, 1975. Un uomo, 1979.
    Insciallah, 1990. La rabbia e l'orgoglio, 2001. La forza della ragione, 2004. Oriana Fallaci intervista Oriana Fallaci, 2004. Oriana Fallaci intervista se' stessa - L'Apocalisse, 2005.

    'Complessivamente aveva ragione lei'. Cosi' Giorgio La Malfa, deputato di Forza Italia, commenta la scomparsa di Oriana Fallaci a margine del suo intervento al congresso del British Council Italia in corso alla Certosa di Pontignano (Siena).
    'Aveva ragione - ha aggiunto - sulla guerra, sul problema del fondamentalismo islamico e sull' immigrazione aveva ragionissima. E' stata una grande giornalista, una scrittrice vivissima e una donna molto coraggiosa nelle sue opinioni'.

    'La Fallaci e' sempre rimasta laica, ma ha recuperato tanti valori della tradizione cattolica dopo l'11 settembre: il battesimo della nuova Oriana, secondo me, c'e' stato quel giorno'. Lo ha dichiarato Marcello Pera, ex presidente del Senato, in un'intervista a 'Il Messaggero' dopo la morte della scrittrice. Questo vale, secondo Pera, 'per me e per moltissimi altri laici'.
    'C'e' - ha proseguito l'ex presidente del Senato - un gruppo sempre maggiore di non credenti che, di fronte a fenomeni nuovi come l'immigrazione incontrollata, il fondamentalismo, l'indiscriminata richiesta di diritti in campo bioetico, ha reagito perche' ha visto minacciata la nostra identita'. Le era riuscito quello che solo a lei poteva riuscire: penetrare nel cuore di tantissima gente, che leggeva molto piu' lei che i giornali su cui scriveva'.
    'Il messaggio di Oriana - ha spiegato Pera - non era tanto, come si e' voluto far credere, la guerra o la lotta all'Islam. Ma era soprattutto un richiamo alle responsabilita' dell'Occidente e in particolare dell'Europa. Che lei, come parecchi altri, vedeva sempre piu' indebolita e arrendevile e sempre meno fiduciosa della propria identita', ivi compresa quella cristiana e io valori che ne sono propri anche nel campo dell'etica - e ha concluso - Il modo migliore per onorarla e' continuare la sua analisi e la sua battaglia intellettuale'.

  • Archivio Immigrazione
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO