TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 20/08/2007 Banca mondiale: sempre piu' immigrati laureati (www.aduc.it)

    Ricerca personalizzata

     Cervelli in fuga: il nuovo volto dell'immigrazione mondiale e' rappresentato da laureati e professionisti. E' quanto emerge da un rapporto della Banca Mondiale diffuso dal New York Times, che si' e' guadagnato la prima pagina del quotidiano americano, con un lungo articolo dedicato alla nuova 'stirpe' dei migranti, accolti a braccia aperte nei Paesi industrializzati: "preparati, ben pagati e benvenuti". Il numero degli immigrati con un'istruzione elevata nei Paesi occidentali e' cresciuto del 69 per cento, mentre i meno istruiti sono solo il 31 per cento in piu'.
    L'analisi ha preso in considerazione i flussi migratori in 20 nazioni, inclusi Stati Uniti, Canada, Australia e gran parte dell'Europa occidentale, in un periodo che va dal 1990 al 2000. Dei 52 milioni di immigrati in questi Paesi, il numero dei laureati e' salito al 36 per cento, rispetto al 31 della decade precedente. E' cresciuto molto anche il numero di laureati che si trasferiscono da un paese ricco a un altro, raggiungendo il 30 per cento, mentre il movimento parallelo dei lavoratori meno istruiti e' caduto all'8 per cento.
    "La mia sensazione e' che queste tendenze si siano molto rafforzate dopo il 2000", ha dichiarato Caglar Ozden, l'economista della Banca Mondiale che ha firmato il rapporto. "Le persone istruite stanno diventando piu' mobili". Un esempio di Paese ricco che accoglie a braccia aperte non solo i manovali che arrivano dal Sudest asiatico, ma anche i cervelli occidentali sono gli Emirati Arabi. All'Universita' Americana di Sharjah, costruita in mezzo al nulla grazie a uno sceicco in un sobborgo di Dubai, ci sono 300 professori, di cui la meta' nordamericani. Cattedratici che hanno lasciato il lavoro negli States per avere l'alloggio gratuito e uno stipendio di almeno 82 mila dollari l'anno (oltre 62 mila euro), ovviamente esentasse.

  • Archivio Immigrazione
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO