TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 11/10/2006 New York: Aereo si schianta contro grattacielo. Schianto Aereo e torna la Paura di un altro 11 Settembre. Un giocatore di Baseball alla Guida dell' Aereo Schiantato a Manhattan (http://www.canisciolti.info)

    Ricerca personalizzata

    Un piccolo aereo si e' schiantato contro un grattacielo a New York . L'edificio colpito si trova a Manahattan, e la Cnn mostra immagini del fumo che esce dall'edificio colpito.

    La notizia è stata riportata anche dall'emittente americana Wabc. Lo schianto è avvenuto su un edificio della 72esima strada vicino alla York Avenue. Il velivolo potrebbe anche essere un elicottero, secondo quanto riferito. Il palazzo contro cui si e' schiantato e' un edificio presidenziale di circa 30 piani.

    New York, ore 14:30 circa: un forte boato attraversa le larghe avenue, nell'Upper East side di una Manhattan al culmine della sua giornata lavorativa, con taxi, camioncini e grandi autobus che affollano le strade, e gli uffici nel pieno delle attività. Un brivido attraversa i passanti dell'area intorno alla 72esima, una delle principali 'street' che percorrono da ovest ad est l'intera isola.

    Si sentono forti strilli, le prime sirene si mettono in moto, e le voci si inseguno: un'incidente, un'esplosione, una bomba addirittura. Finché un ragazzo, a bordo di una bicicletta, con uno spiccato accento spagnolo urla: 'E' un aereo. Un piccolo aereo che si è schiantato su un edificio'. Tra i passanti la paura prende il sopravvento sulla curiosità e il ricordo va immediatamente a cinque anni e un mese fa esatti, il tempo passato cioè dagli attacchi terroristici al World Trade Center. E ancora una volta c'è una drammatica coincidenza, quell'undici presente sul calendario, dell'11 settembre 2001.

    "Non è possibile", è il commento generale. Un autista di taxi si ferma vicino a un gruppo di persone e aumentando l'audio della sua radio cerca di capire qualcosa. "Non può essere ancora una volta, non voglio sentirla una cosa del genere", dice con voce fioca. Nel frattempo le strade intorno all 72esima si affollano di automezzi dei Vigili del Fuoco, della Polizia e di ambulanze, le cui sirene si confondono le une con le altre, mentre il cielo, già grigio, diventa plumbeo. I testimoni riferiscono di avere visto una grossa palla di fuoco al momento dello schianto e subito dopo "una pioggia di detriti che cadeva sulla strada".

    Alzando lo sguardo lo spettacolo è surreale: un enorme buco nero nel mezzo di un palazzo, e fiamme che escono dalle finestre di due o tre piani intorno al 35esimo livello. Si tratta del Belaire, situato al 524 della 72esima strada, uno dei condomini più moderni della zona costruito con i caratteristici mattoncini rossi che contraddistinguono molti edifici della zona. Alcuni raccontano di aver visto un aereo di piccole dimensioni sorvolare la zona a basse altezze. Le forze di sicurezza circondano immediatamente l'isolato e, secondo un copione ampiamente preparato, procedono all'evacuazione del palazzo colpito, e degli edifici che si trovano attorno. Operazione resa complicata perché proprio accanto vi è un complesso di ospedali e centri medici, come il noto Hospital for Special Surgery.

    Non solo la zona è affollata da negozi, ristoranti, e si trova nello stesso isolato dalla nota casa d'aste Sotheby's. Gli sguardi delle persone, spesso attoniti, sono tutti rivolti verso l'alto per cercare di capire, per sperare che questa volta sia un incidente e non un qualcosa di peggio. Un passante discute con un poliziotto che non lo fa passare: "Abito qui, a due isolati di distanza, mi dovete far passare devo tornare a casa". Ma la risposta dell'agente è perentoria: la strada è chiusa", e poi spiega "se esplodono i vetri i passanti possono ferirsi".

    Tra i presenti si inizia a far luce una prima ricostruzione. Mary Ann Hiyahr non ha visto la scena dello schianto del piccolo aereo. Ma racconta di aver visto il velivolo "fare acrobazie e volare pericolosamente vicino ai palazzi". "Stavo facendo una telefonata di lavoro quando ho visto un aereo che volava basso e faceva acrobazie pericolosamente vicino ai palazzi. Poi ho udito un boato. Non vedendo più l'aereo ho realizzato che c'era stato uno schianto". Mary Ann sembra suggerire che il piccolo velivolo fosse in avaria o il pilota avesse qualche problema nel controllare i comandi. Si inizia a far strada l'ipotesi, meno drammatica, dell'incidente, e i timori del peggio lasciano spazio all'apprensione sulnumero di persone coinvolte. L'edificio ha infatti 183 appartamenti, e si trova in una zona ampiamente fequentata tutto il giorno. Dalle radio di alcune vetture arriva la conferma delle autorità: "Non è stato un attentato, ma un incidente. Il bilancio delle vettime è di due, forse tre, persone".

    Il fuoco nel palazzo è ormai domato mentre sulla City avvolta dai toni plumbei iniziano a cadere la prima gocce di una pioggia annunciata da giorni. Come se il cielo di New York volesse lui stesso spegnere le ultime fiamme e con esse i timori dei newyorkesi, che pian piano sgombrano la zona per lasciar spazio ai soccorsi e ai tanti reporter e fotografi. Il pensiero va alle vittime, una delle quali si apprende successivamente è Cory Lidle, lanciatore della squadra di baseball dei New York Yankees e proprietario del piccolo Cirrus SR20. Ma la mente non può non andare a quegli attimi di paura vissuti solo pochi minuti prima, e che ricordano a tutti come i fatti di cinque anni e 30 giorni fa hanno cambiato New York e chi la vive.

    Cory Lidle, giocatore di baseball dei New York Yankees, era il pilota dell'aereo che si e' schiantato contro un grattacielo di Manhattan . Il passaporto di Lidle, 34 anni, un pitcher della squadra di baseball di New York, e' stato trovato in strada. Il giocatore aveva da un anno la licenza da pilota e aveva acquistato l'aereo del disastro, un Cirrus SR20. Californiano, era discendente di Robert Fulton, l'inventore del battello a vapore.

    Il sindaco di New York Bloomberg ha escluso la matrice terroristica nell'incidente che ha visto un aereo schiantarsi su un edificio . Bloomberg, che ha tenuto una conferenza stampa, ha indicato che i danni strutturali all'edificio sono stati limitati, dato le ridotte dimensioni e il peso modesto dell'aereo coinvolto.

    Cory Lidle, stava viaggiando su un aereo di sua proprieta' insieme a un istruttore di volo morto anch'esso nell'incidente. Lidle e' il terzo campione di baseball morto al comando di un piccolo velivolo. Nel 1972 mori' Roberto Clemente dei Pirates di Pittsburgh, che si era schiantato in Portorico mentre portava aiuti umanitari in Nicaragua. Nel 1979 il capitano degli Yankees, Thurman Munson, fu vittima di un incidente di volo in Ohio.

    Un piccolo aereo si e' schiantato contro un grattacielo a New York . L'edificio colpito si trova a Manahattan, e la Cnn mostra immagini del fumo che esce dall'edificio colpito.

    La notizia è stata riportata anche dall'emittente americana Wabc. Lo schianto è avvenuto su un edificio della 72esima strada vicino alla York Avenue. Il velivolo potrebbe anche essere un elicottero, secondo quanto riferito. Il palazzo contro cui si e' schiantato e' un edificio presidenziale di circa 30 piani.

  • Archivio Informazione
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO