TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 22/07/2008 Intercettazioni: commissione giustizia salvaguardi liberta' di stampa (osservatoriosullalegalita.org)

    Ricerca personalizzata

    La Commissione Giustizia della Camera dei deputati ha all’ordine del giorno della seduta di domani l’avvio dell’esame del disegno di legge del Governo sulle intercettazioni il cui effetto sarebbe quello di impedire che i cittadini siano informati sulle inchieste giudiziarie. L’Unione naziona cronisti commenta la situazione esprimendo l'attesa che "i commissari apportino profonde modifiche al testo per salvaguardare il diritto costituzionale dei cittadini alla informazione.

    "L’attuale formulazione degli articoli infatti - spiega l'organismo presieduto da Guido Columba - impedirebbe ai cronisti di riferire sulla attività della magistratura e delle forze di polizia anche una volta che sia caduto il segreto di indagine e fino alla udienza preliminare. Per mesi, e a volte anni, quindi i giornalisti non potrebbero scrivere o raccontare nulla e i cittadini non potrebbero sapere che sono stati commessi reati di rilevante interesse sociale e cosa il sistema giudiziario ha fatto per punire i colpevoli".

    La preoccupazione per questo silenzio che il Procuratore aggiunto di Milano Spataro ha definito "una pietra tombale sulla libertà di stampa", accomuna magistrati - tra gli altri il Procuratore generale di Torino Giancarlo Caselli, il Procuratore generale del Veneto Ennio Fortuna, il Sostituto Procuratore della Cassazione Giovanni Salvi – forze sociali, cittadini.

    Unione Cronisti, Fnsi e Ordine dei giornalisti, con le loro articolazioni regionali, si sono schierati immediatamente e decisamente contro un disegno di legge che punta solo alla repressione della libertà di stampa invece di prevedere correttivi, pure possibili, alle eventuali disfunzioni del sistema dell’informazione. L’Unione Cronisti, d’intesa con Federazione e Ordine, sta promuovendo manifestazioni in tutta Italia, come quelle gia' svoltesi a Venezia, Roma, Viareggio, Bolzano, Trento, Milano. Venerdì 25 sarà la volta di Napoli e il 26 di Senigallia.



    http://www.osservatoriosullalegalita.org
    Copyleft dei testi citando l' autore e linkando la fonte

  • Archivio Informazione
  • Archivio Libera Informazione in Libero Stato
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO