TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 01/12/2008 Il prefisso di Dio - RiScatto - Dida (www.infinitoedizioni.it)

    Ricerca personalizzata

     

     

    Il prefisso di Dio

    Storie e labirinti di Once, Buenos Aires

     

    di Francesca Bellino

    prefazione di Luis Bacalov

    introduzione di Ivana Costa

     

    mercoledì 3 dicembre, , ore 19,00

     presso lo Spazio Officina 489

    via della Lega Lombarda 48, ROMA

     

    Interverrà l’autrice

    Letture di brani del libro intervallate da melodie ebraiche e tanghi del chitarrista Gabriel Zagni.

     

     

    Un viaggio nel quartiere ebraico di Buenos Aires
    alla ricerca dell'Undicesimo Comandamento.

     

    Rincorsa dal numero 11, l'autrice si perde in infiniti labirinti di storia antica e contemporanea e si lascia guidare dai personaggi che incontra sulla sua strada.

     

    Immigrazioni vecchie e nuove, tradizioni e mistica ebraica, credenze popolari e miracoli, tango porteňo e tango yiddish, la memoria e i fatti dell'attentato all'Ambasciata di Israele e all'Amia e della morte dei 194 ragazzi nella discoteca Cromañon, gli psicoanalisti del dopo crisi del 2001 e la convivenza tra culture diverse sono alcuni dei temi trattati in questo diario-reportage che cerca di stimolare il lettore in una personale ricerca di un nuovo Comandamento per le attuali società plurali.

     

    “Un viaggio in compagnia de ‘Il Prefisso di Dio’ apre le porte meglio di qualunque guida turistica non solo a el Once e a Buenos Aires, perché Francesca Bellino racconta questi luoghi e storie con la partecipazione vitale e affettuosa di una scrittrice attenta e desiderosa di spaziare oltre e oltre e oltre ancora” (Luis Bacalov).

     

    “Once è un quartiere affascinante, pieno di energia vitale, creatività e ricerche. Un quartiere che non si arrende. Di queste battaglie passate, presenti e future tratta questo bel libro” (Ivana Costa, Clarín).

     

    Il libro ha il patrocinio di Asal, Icei e ProgettoSur.

     

    L’Autrice

    Francesca Bellino è nata a Salerno e vive a Roma. Giornalista, reporter di viaggio e autrice televisiva, collabora con numerose testate quotidiane e periodiche, tra cui Il Mattino, Il Foglio, Il Venerdì, Viaggi e D de La Repubblica, il supplemento culturale del Clarin, Ñ. È autrice dei saggi È ancora vivo! Lucio Battisti risorge attraverso i mezzi di comunicazione (Sottotraccia, 2000) e Non sarà un’avventura. Lucio Battisti e il jazz italiano (Elleu, 2004). www.francescabellino.it

     

    RiScatto


    Laboratorio di fotografia per bambini vittime di abusi sessuali
    in Addis Abeba, Etiopia

     

    di associazione Il Sole Onlus

     

    mercoledì 3 dicembre, ore 18,30

    presso la libreria 360° sud

    via A. Toscani, Roma

     

    Interverrà: Vincenzo Pira

    Sarà presente: Vittorio Villa (direttore Il Sole)

     

    RiScatto è un libro fotografico collettivo con splendide immagini a colori scattate da bambine etiopi vittime di violenza sessuale al termine di un lungo percorso di recupero fisico e psicologico intrapreso grazie ai volontari dell’associazione lariana “Il Sole”).

     

    Tutto iniziò con Samrawit, quattro anni, stuprata da tre ore, sanguinante e senza lacrime, deposta sulle ginocchia di una donna italiana che si era sempre occupata di bambini. Da quell’abbraccio silenzioso e figlio del dolore, in un’Addis Abeba fangosa e malinconica, nacque nel 2002 il progetto “Fiori che rinascono”, un’oasi di speranza per i bambini d’Etiopia lacerati nel corpo e nell’anima dalla violenza sessuale, ricorda nella prefazione del volume Olivia Piro, fondatrice e anima de “Il Sole”.

     

    A oggi, sei anni dopo l’agghiacciante esperienza di Samrawit, ben 230 bambini di età compresa tra i due e i 15 anni, vittime di stupro, hanno usufruito o stanno ancora usufruendo dei servizi integrati garantiti dall’associazione italiana e almeno 30 operatori locali (psicologi, sociologi, assistenti sociali) hanno ricevuto – “in un Paese nella cui lingua locale non esiste un corrispondente della parola psicologia”, ricorda la Piro – una formazione mirata per gestire, tramite una psicoterapia specifica, il trauma indotto dalla violenza.

     

    Un libro fatto da ragazzi e rivolto a un pubblico ampio, per dimostrare che anche dallo stupro si può, dopo indicibili sofferenze, guarire, ritrovando il sorriso. Grazie anche a una macchina fotografica.

     

    I proventi del libro vanno al progetto di recupero delle bambine violentate in alcuni Paesi dell’Africa.

     

    L’autore:

    Il SOLE – Associazione per la Cooperazione Internazionale e le adozioni a distanza ONLUS, nasce nel 1997 a Como come associazione apartitica, laica e senza fini di lucro con l’obiettivo prioritario di garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, uguaglianza di diritti, opportunità e dignità.

     

     

    Dida. La didascalia nel testo drammatico presentato in Bosnia Erzegovina

     

    Ha riscosso grande successo la prima delle due presentazioni bosniache del libro di Emina Gegic, Dida. Accompagnata da Luca Leone, l'autrice ha presentato sabato 29 novembre il libro a Brcko, nell'ambito del prestigioso festival teatrale internazionale "Susreti pozorista / kazalista BiH".

    Presenti all'evento una dozzina di giornalisti bosniaci, serbi e croati, quattro emittenti televisive (quella statale, quella della federazion e di Bosniaq e erzegovina, quella del distretto di Brcko e quella regionale serbo-croato-bosniaca).

    All'evento hanno anche partecipato il grande drammaturgo croato Darko Lukic, l'attrice bosniaca ben nota in Italia Irina Dobnik e il direttore del Festival di Brcko.
    Decine di copie del libro sono state distribuite ad attori, media e rappresentanti delle accademie di arte e teatro presenti.


    Lunedì 1 dic. seconda presentazione del libro, questa volta a Sarajevo, presso l’Akademija Scenskish Umjetnosti, che si trova in Obala Kulina bana 11, ore 14,30.



    www.infinitoedizioni.it

  • Archivio Informazione
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO