TuttoTrading.it

 Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics
  • 19/01/2006 Tosse da Smog (www.verdi.it)

  • Pagina Energia
  • Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Ambiente
  • Pagina Petrolio
  • Ricerca personalizzata

    La patologie respiratorie nei bimbi si acuiscono nei giorni in cui l'aria delle città è più avvelenata dall’inquinamento. Contro lo smog nessun intervento nei centri urbani, a parte casi isolati


    “Bambini che non hanno l’asma, ma sono afflitti da una tosse fastidiosa, secca o grassa, che dura tutto il giorno o anche solo la notte e non passa per mesi. Ma si acuisce in settimane come queste, in cui l’aria delle città è più avvelenata dall’inquinamento”.

     

    Questo allarme è lanciato da Alessandro Fiocchi, direttore della Clinica pediatrica della Macedonio Melloni di Milano. “I bimbi che tossiscono sempre – prosegue il medico – celano spesso o i postumi di patologie neonatali, o lesioni dovute a infezioni non perfettamente curate, che possono essere rilevate da una Tac e, che per effetto dello smog, si fanno sentire di più”.

     

    Negli ultimi anni, in Italia, sono aumentate le strutture specializzate in pneumologia pediatrica. “Tra Milano, Genova, Roma, Pisa, Padova, Napoli e il resto d’Italia ci sono 12 centri nel nostro Paese”.

     

    Il direttore del centro pediatrico milanese ricorda il legame tra l’inquinamento e queste patologie: “L’aumento dell’esposizione al particolato sottile (l’ormai noto PM10) non solo moltiplica i ricoveri dei bambini sotto di un anno, ma aumenta anche il rischio di morte”.

     

    A questo punto, viene da chiederci come facciamo a riconoscere i sintomi di questa “tosse da smog”. Stando al parere di Fiocchi, “se sotto i sei anni si verificano più di sei episodi l’anno, è bene pensare a qualche accertamento”. La soluzione per proteggere i nostri figli da questa situazione esiste: “andate al mare o in montagna – suggerisce Fiocchi – così regalerete ai bimbi un po’ di tregua”.

     

    Carlo Monguzzi, capogruppo dei verdi in Regione Lombardia, ritiene che “di fronte ai livelli molto alti di inquinamento atmosferico, la Regione continua a rimanere impassibile, consigliando unicamente di diminuire le temperature dei riscaldamenti delle abitazioni. Servono provvedimenti urgenti: chiediamo il blocco totale per sabato e domenica e targhe alterne da lunedì”.

     

    Anche il candidato sindaco di Milano alle primarie dell’Unione, l’ex prefetto Bruno Ferrante ha detto oggi che di fronte agli alti livelli di smog servono “provvedimenti urgenti, non più dilazionabili” come le targhe alterne.

     

    Qualcosa, comunque, i sindaci stanno facendo; a Roma, per esempio, saranno dieci in totale le giornate di targhe alterne. A partire da oggi, fino al 23 marzo 2006, ogni giovedì dalle 15 alle 21 nell’area della fascia verde (dentro il GRA), si alterneranno alla circolazione macchine con targhe pari o dispari. A Bergamo, questo provvedimento scatterà da domani, mentre a Varese il Commissario Prefettizio ha ordinato il blocco totale delle autovetture


  • Pagina Energia
  • Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Ambiente
  • Pagina Petrolio
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO