TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 13/02/2008 Le interviste del blog: Avni Zogiani

    Ricerca personalizzata

    Le interviste del blog: Avni Zogiani Dovrebbe accadere verso la fine della settimana, molto probabilmente domenica o lunedì: le istituzioni del Kosovo dichiareranno l’intenzione, come la chiamano, di indipendenza; il Parlamento farà quindi una risoluzione. Una specie di indipendenza sotto supervisione che aprirà la strada a una nuova missione dell’Unione Europea. In pratica la missione ONU sarà sostituita da una missione europea. Quindi non ci sarà molta differenza dalla situazione attuale: l’unica differenza probabilmente sarà una struttura più omogenea, come l’Unione Europea, che prende le decisioni, a differenza di quanto è adesso con la missione ONU.

    Ora si comincia a parlare di qualcosa come 2000 unità di forza di Polizia che prenderanno servizio in Kosovo, sostanzialmente vuol dire che l’Unione Europea avrà, qui, un ruolo più importante. Ma questo darà solo l’opportunità ai politici, in gran parte corrotti o incriminati, di annunciare di aver dato l’indipendenza a questo Paese e gli darà più tempo. Perché la gente è già stanca della pessima situazione economica, della grande povertà, della forte presenza della criminalità organizzata nella politica e così via. Questa dichiarazione di semi-indipendenza darà solo un po’ più di tempo alle leadership corrotte.

    L’indipendenza vera arriverà solo nei prossimi 5-10 anni. Molto spesso c’è stata l’impressione che la comunità internazionale, qui, stia promuovendo l’impunità per coloro che abbiano una qualsiasi forma di potere in Kosovo, durante le loro missioni.

    Questa situazione va avanti da sette anni e la gente, sostanzialmente, ha perso la speranza che qualcuno faccia qualcosa contro i corrotti o coloro che vengono incriminati. Noi abbiamo promosso questa iniziativa, Parlamento Pulito: con un gruppo di ONG abbiamo scritto le storie dei candidati al Parlamento nelle scorse elezioni e le abbiamo pubblicate.

    Noi non avevamo condannati. Abbiamo redatto una lista di 55 candidati coinvolti, in un modo o nell’altro, in episodi di corruzione o violazione della legge. Abbiamo fatto campagna nel momento in cui le persone avrebbero deciso per chi votare e di questi 55, 28 non sono stati eletti. Ogni volta che abbiamo fatto pressione sui leader politici del Kosovo sul tema della corruzione, la loro risposta è stata “E’ compito dell’UNMIK, che controlla il sistema giudiziario e la Polizia, risolvere il problema della corruzione e del rispetto delle leggi” e quando abbiamo chiesto all’UNMIK “perché non state facendo nulla per fermare la corruzione?” la risposta è stata “è compito del governo del Kosovo fare pulizia tra di loro”… ma voi non avete nel vostro paese alcuna missione internazionale, credo!

    http://www.beppegrillo.it
    Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

  • Archivio Internazionali
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO