TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 23/10/2012 5 azioni legate allo sviluppo globale (Rossana Prezioso, http://www.trend-online.com)

    Ricerca personalizzata

    5 dividendi elevati con buone prospettive di accelerazioni future. Non male. Anche se il settore ha visto una generale debolezza, l’industria dei materiali (dalle commodities ai prodotti chimici) potrà far presto registrare una ripresa secondo quanto riportato da Insider Monkey.

    Vale SA società mineraria con sede in Brasile. Vale deve scontare un ribasso del valore del ferro, che costringerà a un calo delle vendite del 17% nel 2012, dopo una crescita del 30% nel 2011. La società ha una prospettiva positiva in quanto la domanda di ferro si prevede un aumento in zone ad alto potenziale di consumo e nei mercati emergenti. I nomi in lista sono Cina e Asia orientale. Tuttavia, il catalizzatore principale del titolo si basa su un pacchetto di stimolo al vglio delle autorità di Pechino. La situazione patrimoniale solida della società, con un rapporto tra indebitamento e patrimonio netto di 0,30 e un payout ratio del solo 33%, dovrebbe continuare a supportare facilmente il dividendo alto.

    Cliffs Natural Resources Inc altra società mineraria, paga un dividendo solido che produce il 6,2%. L'azienda è in calo di quasi il 30% rispetto a inizio anno dopo aver visto le vendite salire del 45% nel 2011. Cliffs può vantare una forte posizione di mercato in Nord America e sta lavorando sull’espansione nei mercati asiatici come sta facendo Vale. Datosi il rallentamento dell’attività manifatturiera in Cina, il titolo è da tenere d’occhio in chiave di ripresa. Il mese scorso S&P ha mantenuto il rating buy, con un target price di 50 dollari a fronte di un prezzo di negoziazione di 44,50. Anche se un paio di fondi, in particolare Ken Fisher e Ken Griffin, hanno diminuito la loro esposizione, altri fondi notevoli, Bridgewater Associates e Carlson, hanno preferito aumentarlo in modo esponenziale.

    The Dow Chemical Company, la più grande azienda chimica statunitense, ha visto la maggior parte delle sue vendite al di fuori del Nord America, il 64% per il 2011, in particolare nei mercati europei, cosa che rallenterà del 2% le vendite per quest’anno. Grazie alla domanda in arrivo dall’agricoltura, un settore che sul lungo periodo dovrà ottimizzare domande e resa di una popolazione in aumento e contemporaneamente di una diminuzione dei terreni disponibili, Dow è destinato a crescere oltre il 30%. Attualmente paga un dividendo del 4,6%, e il suo payout è 81%, contro un concorrente notevole, DuPont che paga solo un dividend yield del 3,5%.

    Gold Fields Limited azienda specializzata nella ricerca di filoni auriferi e produttore di rame, sta pagando un rendimento del 4,1%. Le previsioni lo vedono crescere dal primo semestre 2012 con ricavi del 6% e l'utile netto del 35%, trainata dal fronte sudafricano e dai segmenti australiani. Gold Fields è anche uno dei primi dieci fabbriche specializzate nell’oro che paga un dividendo.

    CRH PLC produttore di materiali da costruzione, paga un rendimento del 4,4%, L'industria dei materiali da costruzione, tra cui cemento, aggregati e calcestruzzo, è fortemente legato al mercato immobiliare, che attualmente, pur se in leggera ripresa, vede comunque una mancanza di offerta visto che i livelli continuano a rimanere al di sotto dei minimi storici per il momento, mentre si pensa a una ripresa nel 2013 anche perchè l'azienda ha visto la spesa edilizia commerciale aumentata del 9% nella prima metà del 2012, e l'edilizia residenziale del 18%.



    http://www.trend-online.com

  • Archivio Economia - consigli di investimento
  • Archivio Investimenti
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO