TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 06/10/2006 Amarezza e Smarrimento per la Consulta Islamica (www.aduc.it)

    Ricerca personalizzata

    Come ci sentiamo? Traditi. Traditi e abbandonati, ecco come ci sentiamo". All'indomani della riunione con il ministro Amato, tra i componenti moderati della Consulta quelli che si raccolgono sono soprattutto segnali di amarezza e smarrimento. Perfino di timore, al punto che molti, nelle loro dichiarazioni, chiedono di conservare l'anonimato. A pesare non e' solo il rinvio sine die di quella Carta dei Valori per cui tanto si erano spesi con la speranza di arrivare a isolare l'estremismo musulmano e avviare la nascita nel nostro paese di un Islam acquisito alle regole della democrazia e liberato dalla parte piu' retriva e aberrante delle leggi islamiche. È il modo con il quale questa decisione e' maturata ed e' stata presentata. "Diciamo le cose come stanno, il ministro Amato ha fatto proprie tutte le argomentazioni dei fondamentalisti. L'Ucoii diceva che la Carta non poteva firmarla perche' costituiva uno strumento di discriminazione nei confronti dei musulmani? Bene, il ministro ci ha ripetuto piu' o meno lo stesso concetto. L'Ucoii sosteneva che la Carta doveva essere estesa a tutte le altre confessioni religiose presenti in Italia? La richiesta e' stata puntualmente accolta. Che pasticcio e' mai questo? Questa benedetta Carta non e' nata per aprire un dialogo planetario tra le religioni nel mondo, e' nata per stabilire un nuovo rapporto di collaborazione tra Governo e comunita' musulmane e favorire cosi', attraverso un sistema di regole e di principi condivisi, i processi di integrazione. Costringendo l'estremismo islamico a fare un passo indietro su molte questioni cruciali. Per esempio accettando la parita' dei diritti delle donne, per esempio rinunciando alle scuole islamiche, riconoscendo le norme del codice di famiglia italiano, impegnandosi a stroncare nelle moschee l'odio etnico e religioso, la propaganda contro cristiani ed ebrei e cosi' via. Di tutto questo, che costituisce il drammatico vissuto quotidiano delle comunita' musulmane, dopo la riunione di ieri, non c'e' piu' traccia. Se ne tornera' a parlare, forse, ma chissa' quando e chissa' come…".
    Ancora piu' dura la riflessione di Souad Sbai che nella Consulta porta anche il carico di problemi di decine e decine di migliaia di immigrate musulmane. "Sapete cosa diranno da oggi nelle moschee? Diranno: vedete, abbiamo vinto. Abbiamo respinto la manovra di chi voleva impedirci di continuare ad essere quello che siamo. State tranquilli, diranno nelle moschee, tutto continua come prima. Tenetevi pure le vostre tre o quattro mogli e fatene quello che vi pare, continuate pure a picchiare le vostre donne se si mettono il rossetto o ad abusare delle vostre figlie e se qualcuna di loro non vuole sposare chi dite voi prendete pure la frusta o magari il coltello per dare loro la lezione che si meritano. Diranno cosi' e avranno buoni pretesti per farlo…". A intimorire gli islamici moderati e' stato anche l'ingresso a sorpresa nella Consulta di cinque nuovi membri, due arabi e tre "laici" esponenti dell'area politica di governo e del mondo accademico. Proprio da loro si e' alzato un vero e proprio fuoco di sbarramento su ogni tentativo di riportare l'attenzione della riunione sui motivi ispiratori della Carta dei Valori e sui compiti che era chiamata ad assolvere. "Quando ho provato a rimettere sul tappeto la questione dei diritti delle donne", confida un altro membro della Consulta, "mi sono sentito ribattere che la questione era superata, che in Italia esistono gia' leggi che tutelano le donne, basta applicarle. Ma quali leggi? A Milano, faccio solo un esempio di queste ore, c'e' una giovane di origine marocchina nata in Italia, si chiama Jamira, e vuole sposare un italiano. Si e' rivolta al tribunale per avere l'autorizzazione necessaria e il tribunale cosa ha fatto? Ha accolto la richiesta del consolato del suo paese d'origine e le ha detto: cara signorina o il suo futuro marito si converte all'islam oppure l'autorizzazione se la scorda… Sono queste le leggi che basta applicare? Quello che mi ha sconcertato di piu' e' vedere che mentre battaglie che conduciamo da anni, in mezzo a mille difficolta' e mille ostacoli, venivano liquidate con una battuta da chi sedeva intorno a quel tavolo e doveva essere li' per aiutarci, il ministro Amato, forse per alleggerire la tensione, non faceva che sorridere… Piu' i nostri argomenti finivano nel cestino e piu' il ministro sorrideva…". Amara la conclusione di Souad Sbai: "Ogni volta che scoppia una crisi di rapporti tra il mondo occidentale e l'islam, editorialisti e commentatori sui giornali e in televisione ci chiedono con aria di rimprovero: ma l'islam moderato dov'e'? perche' non grida, perche' non si fa sentire? Per favore, smettetela con queste domande. L'islam moderato lo trovate dove e' sempre stato confinato: in una piccola terra di nessuno, attraversata dalle incursioni degli estremisti e ignorata dalle geografie ufficiali. Li' e' difficile vivere. Da li' e' ancora piu' difficile farsi sentire. E poi, dopo ieri: davvero c'e' qualcuno che ha voglia di ascoltare?

  • Archivio Islam
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO