TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 11/08/2006 Aiuti, subito! (www.verdi.it)

  • Pagina Israele
  • Pagina Politica
  • Pagina Internazionali
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Ricerca personalizzata

    Troppi bambini tra le vittime della guerra in Libano e troppo lenti i soccorsi. Ecco come è possibile aiutarli concretamente.

    Una grossa fetta delle vittime della guerra in Libano è costituita da bambini. Non solo i morti, ma anche i feriti, gli sfollati e i rifugiati. Questo perché la popolazione libanese è particolarmente giovane, una persona su tre ha meno di diciott'anni.

    L'attuale situazione, quindi, necessita di interventi umanitari urgenti mirate al sollievo delle condizioni di vita dei più piccoli. Organizzazioni internazionali come Unicef e Save the Children hanno attrezzato apposite raccolte fondi e stanno mettendo a punto la strategia opportuna per consentire agli aiuti di raggiungere chi ne ha bisogno.

    Le vittime hanno bisongo di cibo, vestiario, rifugi d'emergenza, medicinali. Save the Children indica che con un cntributo di poco più di un euro si può fornire una scorta di candele e fiammiferi a un gruppo di senza casa, con 15 euro si coprono le esigenze igieniche di un lattante, con 70 euro si può sfamare una famiglia per diversi giorni.

    Anche se la macchina degli aiuti si è mossa lentamente e tra mille difficoltà, le opinioni politiche sul conflitto e le sue cause non devono lasciare i più indifesi senza assistenza. Entrambe le organizzazioni umanitarie hanno attivato canali di raccolta fondi destinati ai bambini vittime della guerra, per tutti coloro che intendano agire operativamente per migliorare in concreto le loro condizioni.

    UNICEF

    Save the Children


  • Pagina Israele
  • Pagina Politica
  • Pagina Internazionali
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO