TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 29/09/2006 La Finanziaria News 29 Settembre (http://www.canisciolti.info)

  • Pagina Leggi
  • Temi Archivio
  • Temi Ultimi
  • Pagina Assicurazioni
  • Pagina Lavoro
  • Ricerca personalizzata

    La Finanziaria 2007 approvata dal Consiglio dei Ministri

    Il consiglio dei ministri italiano ha approvato, dopo oltre due ore di discussione, la finanziaria per il 2007. Lo ha reso noto il premier Romano Prodi, secondo cui i conti prevedono una riduzione delle uscite di dieci miliardi di euro e una diminuzione di sei miliardi di contributi sociali pagati dalle aziende.

    Il governo Prodi mira a riportare il deficit al 2,8% del prodotto interno lordo (PIL) nel 2007, rispetto al 4% che dovrebbe venir raggiunto in questo 2006, quarto anno di superamento del tetto del 3% previsto dal Patto di stabilità dell'euro.

    Prodi al Tg1: Sarà una Finanziaria di giustizia e di sviluppo

    Prodi,al Tg1,dice: vareremo una "Finanziaria di giustizia e di sviluppo"."Abbiamo messo in ordine i conti,diminuito la spesa pubblica in modo stabile". Ripete più volte:nessuna stangata,"daremo più soldi alle famiglie e ai più poveri e impulso alle imprese". Poi annuncia:"Abbiamo diminuito del 30% le indennità di premier e ministri" per "un esempio". E dice:"Il Paese deve correre di più,avere più concorrenza e più regole". Infine:"Buon compleanno a Berlusconi" e l'augurio che "collabori al futuro di questo Paese".

    La Finanziaria verrà varata dal governo entro stasera o se ne riparlerà domani? "Andremo avanti ad oltranza. Non possiamo fallire. Dobbiamo chiudere", dice a Televideo D'Antoni, vice ministro dello Sviluppo economico, mentre è in corso il Consiglio dei ministri che sta esaminando la manovra economica. Ma verranno superati i contrasti emersi nella maggioranza? "Riusciremo a trovare un'intesa.Sarà una Finanziaria -precisa- da 33 miliardi,diretta a sostenere lo sviluppo. Sarà attenta, in particolare, alle esigenze del Sud".

    Finanziaria: Si allargano a 33 miliardi le dimensioni della manovra

    Il governo verso una manovra superiore ai trenta miliardi previsti. Mentre e' ancora in corso la riunione del Consiglio dei ministri che dovra' varare la Finanziaria, Silvio Sircana conferma le voci di una manovra piu' pesante, di circa 33 miliardi di euro. C'e' la necessita' di ''avere piu' risorse per lo sviluppo'', dice il portavoce del premier Romano Prodi. Questo portera' la manovra a ''una cifra superiore'', spiega.

    ''E' un appuntamento troppo importante per il Paese. Dobbiamo concludere entro stasera''. Cosi' il ministro per i Rapporti con il Parlamento e le Riforme istituzionali Vannino Chiti ha escluso l'ipotesi di un rinvio del varo della manovra economica. E dopo una breve pausa l'incontro fiume è ripreso. Chiti ha confermato anche l'impostazione ''rigorosa'', ma ''giusta'' della Finanziaria.

    Il tutto dopo la tesa riunione notturna tra Governo e capigruppo della maggioranza. Incontro nel quale sono emerse più di una perplessità: Udeur, Verdi e Italia dei Valori non hanno condiviso l'impostazione delle nuove aliquote per i redditi medio alti. ''Noi appoggiamo questo governo e questa maggioranza, ma la Finanziaria dovra' essere una buona Finanziaria, non una qualsiasi Finanziaria''. Lo ha detto il ministro della Solidarieta' sociale, Paolo Ferrero, prima del Consiglio dei ministri che dovra' varare la manovra finanziaria. Per l'esponente di Rifondazione comunista, comunque, ci sara' tempo di migliorare il testo nel percorso parlamentare. ''Siamo interessati - ha spiegato - a far si' che il governo mantenga cio' che e' stato detto in campagna elettorale. Quindi discuteremo, discuteremo, discuteremo''.

    Cdl: La Finanziaria sarà un flagello per gli italiani

    E' unanime il parere della CdL: la Finanziaria 2007 scontenta tutti. "La manovra -dichiara Bertolini (Fi)- sarà la tomba del professore. E' un flagello per gli italiani. Taglieggia il ceto medio, aumenta le tasse e frena lo sviluppo". Per Storace (An) "siamo di fronte ad un massacro sociale. E' l'ora di una grande manifestazione di popolo contro la Finanziaria".

    Anche Calderoli (Lega) ritiene che "la Finanziaria massacra tutti" e "dimostra che il governo mente regolarmente". E Rotondi (Dc) sostiene:"Sarà un pastrocchio ma passerà"

    Finanziaria: La maggioranza al lavoro per chiudere entro staser

    a ''E' un appuntamento troppo importante per il Paese. Dobbiamo concludere entro stasera''. Cosi' il ministro per i Rapporti con il Parlamento e le Riforme istituzionali Vannino Chiti ha escluso l'ipotesi di un rinvio del varo della manovra economica. E dopo una breve pausa l'incontro fiume è ripreso. Chiti ha confermato anche l'impostazione ''rigorosa'', ma ''giusta'' della Finanziaria.

    Il tutto dopo la tesa riunione notturna tra Governo e capigruppo della maggioranza. Incontro nel quale sono emerse più di una perplessità: Udeur, Verdi e Italia dei Valori non hanno condiviso l'impostazione delle nuove aliquote per i redditi medio alti. ''Noi appoggiamo questo governo e questa maggioranza, ma la Finanziaria dovra' essere una buona Finanziaria, non una qualsiasi Finanziaria''. Lo ha detto il ministro della Solidarieta' sociale, Paolo Ferrero, prima del Consiglio dei ministri che dovra' varare la manovra finanziaria.

    Per l'esponente di Rifondazione comunista, comunque, ci sara' tempo di migliorare il testo nel percorso parlamentare. ''Siamo interessati - ha spiegato - a far si' che il governo mantenga cio' che e' stato detto in campagna elettorale. Quindi discuteremo, discuteremo, discuteremo''. Questi i capisaldi della manovra. Non torna la tassa di successione, ma solo una revisione di alcuni cespiti catastali.

    Revisione delle aliquote Irpef. 43% di tassazione per i redditi oltre i 70mila euro invece dell'attuale 39%.

    Sgravi per i redditi sotto i 40mila euro.

    Per i redditi intermedi non ci dovrebbero essere variazioni del carico fiscale.

    Cuneo fiscale. Taglio in due tempi di 5 punti. La maggior parte del vantaggio a favore delle aziende, il resto a favore dei lavoratori.

    Pensioni. Chiusura di una finestra per le pensioni di anzianità prevista per il 2007.

    Sanità. Si profila l'introduzione di ticket nelle regioni che non riescono a mantenere sotto controllo la spesa.

    Armonizzazione al 20% delle tasse sulle rendite finanziarie.

    Ma non è ancora certo che il provvedimento coinvolga anche gli affitti. Contribuzione dei lavoratori autonomi. Si va verso un aumento distribuito su due tranche anziché in un'unica soluzione. Bollo auto. Esenzione di 5 anni per chi acquista una vettura certificata Euro 4 per le emissioni e introduzione di un superbollo per i Suv. Pesanti critiche dell'opposizione.

    ''La sub-Finanziaria del sub-comandante Prodi massacra tutti ma soprattutto chi lavora e chi produce e quindi il Nord. Questa porcheria di Finanziaria è la prova provata che il Governo e la sua maggioranza mentono regolarmente: Prodi non aveva accusato di delinquenza politica la Casa delle Libertà quando sosteneva, in campagna elettorale, che avrebbe aumentato le tasse, bastonato i piccoli imprenditori di Bot e Cct, inventato gabelle, tagliato pensioni, servizi, trasferimenti agli enti locali, eccetera eccetera…? Chi aveva ragione? Oggi chi ha votato per la sinistra ha capito di aver dato il voto a Prodi-Pinocchio…''. Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, Vice Presidente del Senato e Coordinatore delle Segreterie Nazionali della Lega Nord. ''Siamo di fronte ad un massacro sociale''. E' quanto afferma il senatore di An, Francesco Storace, commentando la manovra economica. ''Altro che girotondi, è l'ora - avverte - di una grande manifestazione di popolo contro la legge finanziaria e da metà ottobre a Fiuggi 'd-destra' la proporrà ai leaders dell'opposizione con la passione di tutti i militanti''.

    Finocchiaro: In Finanziaria ridistribuzione del reddito e rilancio del Mezzogiorno

    "E' stata una discussione che andrà ovviamente approfondita nel momento in cui ragioneremo sul testo compiuto dopo il varo del Consiglio dei Ministri. Ma due segnali mi sembrano importantissimi, coerenti con il programma elettorale e con la natura politica della coalizione di centro sinistra: la grande ridistribuzione del reddito che va in senso opposto all'operazione di Tremonti che ha dato ai ricchi togliendo ai poveri e il rilancio del Mezzogiorno". Anna Finocchiaro, capogruppo dell'Ulivo al Senato, lascia soddisfatta Palazzo Chigi al termine della riunione con il governo sulla Finanziaria.

    Rispondendo alle polemiche sul possibile aggravio fiscale nei confronti delle famiglie italiane, Finocchiaro ha tenuto a precisare che sarà un appesantimento "molto limitato e, peraltro, su un'area che rappresenta solo l'1,59% della popolazione italiana". E proprio su questo punto, secondo la Finocchiaro, "la maggioranza ha ragionato" per superare le differenziazioni che fin dalla mattinata - con l'Udeur prima e con i Verdi poi - hanno fatto balenare la possibilità di voti contrari. "Abbiamo fatto leva sul ribaltamento dei benefici che Tremonti aveva riversato sull'1,59% della popolazione aggravando le condizioni di vita degli altri", ha concluso lasciando intendere che esiste una possibilità di intesa.

    Finanziaria: Tra tasse, aliquote e pannelli solari

    Arriva la finanziaria da 30 miliardi, di cui 18 di tagli alla spesa e 12 di nuove entrate. Le linee della manovra sono state illustrate dal governo alle parti sociali e agli enti locali. Il pacchetto fiscale e' stato praticamente ultimato nella serata di giovedi', mentre la composizione dei tagli e' piu' complessa. Il ministro dell'Economia, Tommaso Padoa-Schioppa, ha detto chiaramente che reperire i 30 miliardi ''e' stato straordinariamente difficile'' e che le richieste dei ministeri per le misure per lo sviluppo e l'equita' sono ammontate a ''60 miliardi di euro'', quattro volte le risorse messe a disposizione dal governo. Ed inoltre ''tagliare la spesa non e' facile, perche' le riduzioni facili da attuare, come quelle sui beni e servizi, sono state gia' fatte in precedenza, mentre la spesa strutturale, come quella sanitaria, e' stata lasciata lievitare''. Ecco le principali misure della finanziaria, che comunque sono soggette a ulteriori limature al Consiglio dei Ministri.

    Archivio

  • 29/09/2006 Varata la Finanziaria da 33,4 mld
    Archivio


  • Pagina Leggi
  • Temi Archivio
  • Temi Ultimi
  • Pagina Assicurazioni
  • Pagina Lavoro
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO