TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 10/10/2006 L'Unione Europea promuove la Finanziaria del Governo Prodi (http://www.canisciolti.info)

  • Pagina Leggi
  • Temi Archivio
  • Temi Ultimi
  • Pagina Assicurazioni
  • Pagina Lavoro
  • Ricerca personalizzata

    I ministri dell'Economia dei Paesi dell'area euro, riuniti nell'Eurogruppo, hanno espresso all'unanimita' parere positivo sulla legge Finanziaria varata dal governo italiano per il 2007, e presentata ieri ai colleghi dal ministro dell'Economia Tommaso Padoa Schioppa. "Se le cifre attuali vengono confermate nel dibattito parlamentare e se la finanziaria viene attuata cosi'come e' stata presentata, l'Italia puo' chiudere il 2007 con un deficit al di sotto del 3% del Pil", ha dichiarato il commissario europeo per gli Affari Economici, Joaquin Almunia.

     

    L'Ue promuove la Finanziaria del governo, compresa l'operazione sul trasferimento del Tfr dalle casse delle imprese a quelle dell'Inps, contestata da Confindustria e dalle altre associazioni imprenditoriali. Mentre in Italia l'opposizione promette battaglia e i sindaci si preparano ad incontrare il governo sulla questione dei tagli ai Comuni, l'Europa ha dato via libera alla Manovra che stasera lo stesso titolare del Tesoro illustrerà ai colleghi di Eurolandia riuniti a Lussemburgo.

    ''Se le cifre sono corrette e la Finanziaria sarà applicata così come è stata presentata dal governo il deficit dell'Italia sarà sotto il 3% del Pil nel 2007'', rispettando dunque le raccomandazioni dell'Ecofin, ha detto il commissario europeo agli Affari economici Joaquin Almunia stamani a Bruxelles, auspicando che non vi siano modifiche ai saldi durante l'iter parlamentare. Nulla osta Ue anche al trasferimento del Tfr al fondo Inps. ''Secondo le informazioni fornite da Eurostat - ha detto il commissario - l'operazione Tfr sarebbe stata classificata in modo corretto da parte del governo'', come una normale entrata dunque che dovrebbe contribuire alla riduzione del deficit.

    Intervenendo durante un convegno a Bruxelles, Almunia ha poi anticipato i risultati di un rapporto sulla sostenibilità delle finanze pubbliche nel lungo termine che pubblicherà mercoledì. Buono il giudizio sull'Italia su questo fronte. Il Paese ''ha fatto sforzi positivi'' ha sottolineato il commissario, confermando la sua posizione nel gruppo degli Stati ''a rischio medio'' in termini di sostenibilità dei conti insieme a Belgio, Germania, Spagna, Francia, Irlanda, Lussemburgo, Malta, Slovacchia e Regno Unito. In Italia come in altri Paesi ''sono stati fatti progressi significativi per riformare il sistema delle pensioni'' ha aggiunto Almunia, osservando che ''queste esperienze molto positive mostrano che un'attuazione determinata delle misure può ridurre i previsti aumenti della spesa previdenziale''. In particolare nel caso di ''Italia, Germania, Francia, Malta, Slovacchia, Regno Unito'' ha proseguito, vi sono ''preoccupazioni minori'' in termini di invecchiamento della popolazione grazie proprio alle riforme del sistema pensionistico attuate.

    Almunia è poi corso a dissipare i timori di un'eventuale uscita dell'Italia dall'euro. Un'ipotesi ''impossibile'' ha tagliato corto rispondendo ad una domanda in merito. Il Paese ''naturalmente ha problemi più profondi di altri Stati - ha detto - ma una rottura dell'eurozona è uno scenario non credibile''. La Finanziaria ha poi incassato il giudizio positivo del presidente dell'Eurogruppo Jean Claude Juncker. Una valutazione che stasera sarà sicuramente accolta da tutta l'assise dei ministri di Eurolandia. ''Il governo italiano e la sua politica economica si stanno muovendo nella giusta direzione'' ha detto il premier lussemburghese, prima di partecipare all'incontro. ''Gli sforzi fatti dal governo sono impressionanti'' ha osservato, pur riconoscendo che adesso la manovra ''dovrà essere valutata nel dettagllio''.

    ''Padoa Schioppa ci spiegherà tutto all'Eurogruppo, sulle intenzioni e le decisioni del governo'' ha aggiunto Juncker, spiegando che ''all'incontro si parlerà nel dettaglio della questione delle entrate. Vedremo quale sarà l'opinione finale''. Padoa Schioppa da parte sua, entrando all'Eurogruppo, non ha rilasciato nessuna dichiarazione, rimandando le domande dei cronisti sul rialzo della manovra a 34,7 miliardi al posto dei 33,4 iniziali alla conferenza stampa che terrà domani mattina intorno alle dieci, prima di rientrare in Italia. Intanto nella cornice della due giorni a Lussemburgo il numero uno di Via XX settembre avrà un bilaterale con Almunia per parlare nel dettaglio della manovra. Ma il giudizio formale della Commissione europea, scritto nero su bianco, sui conti e la legge di bilancio arriverà il prossimo 6 novembre con la pubblicazione delle previsioni di autunno.

    Archivio

  • 29/09/2006 Varata la Finanziaria da 33,4 mld
    Archivio


  • Pagina Leggi
  • Temi Archivio
  • Temi Ultimi
  • Pagina Assicurazioni
  • Pagina Lavoro
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO