TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 15/12/2006 Passa la finanziaria al senato (http://www.canisciolti.info)

    Ricerca personalizzata

    Prodi: E' stata una bella giornata, adesso mi faccio una bella dormita

    "E' stata una bella giornata, sono molto contento, adesso mi faccio una bella dormita...". Il Presidente del Consiglio Romano Prodi, di ritorno da Roma dove ha incassato il 'sì' del Senato sulla finanziaria, saluta così i cronisti che lo attendono in via Gerusalemme, a Bologna, prima di entrare nel portone della sua abitazione.

    'Doveva cadere il governo e invece e' andato tutto tranquillo'. Cosi' il premier Prodi commenta la fiducia del Senato alla Finanziaria. 'Tutti si aspettavano una svolta - afferma - e c'e' stata, nella direzione giusta'. Proteste della Cdl per il voto determinante dei senatori a vita. 'E' la prima volta - dice Schifani - che una finanziaria passa per il voto determinante dei senatori a vita privi di un mandato elettorale e quindi di un suffragio popolare'.


    Senato approva la nota di variazione al bilancio di previsione

    Il Senato ha approvato la nota di variazione al bilancio di previsione dello Stato per l'anno 2007. Varato anche il bilancio dello Stato. I sì sono venuti dai senatori dell'Unione, mentre quelli della CdL non hanno partecipato al voto.L'opposizione ha protestato contro "il voto determinante dei senatori a vita" nella fiducia sulla Finanziaria e contro la nota di variazione di bilancio che "non contiene" le maggiori entrate previste per quest' anno. E' scoppiata la bagarre. PadoaSchioppa ha respinto le critiche.


    La sinistra radicale difende Padoa Schioppa e dice no alla "fase2"

    "Pensare a un rimpasto è una cosa ridicola. Il problema è la realizzazione della linea politica, l'applicazione del programma, non certo il ministro Padoa Schioppa". Mentre fra il governo e i principali partiti della maggioranza si consuma lo scontro sulla 'fase due' chiesta a gran voce da Ds e Margherita e rifiutata da Romano Prodi, a difesa del ministro dell'Economia si leva la voce che non t'aspetti, quella della capogruppo dei Comunisti italiani al Senato Manuela Palermi.

    Così, di fronte alla pressione dei riformisti, diventa la sinistra radicale la 'guardia del corpo' di Padoa Schioppa. Non è una sorpresa. Se l'equazione è fase due uguale rimpasto, come qualcuno nella maggioranza sussurra, ecco che a difesa del superministro si erge una barriera rossoverde: Pdci, Prc e Verdi non vogliono sentir parlare né dell'una né dell'altro. Non è nato un idillio. Alla sortita di Padoa Schioppa, che oggi su Repubblica ha rilanciato la sua idea di riforme strutturali, compresa quella della previdenza che la sinistra radicale vede come il fumo negli occhi, replica il presidente dei deputati del Prc Gennaro Migliore, accusando il ministro di "annunciare riforme che, con parole diverse, guardano sempre dallo stesso lato: i sacrifici di alcuni settori sociali e l'inseguimento di una astratta competitività".
    Ma una cosa è la discussione sul merito delle proposte, altro è l'ipotesi di un rimpasto: anche per Giovanni Russo Spena, capogruppo di Rifondazione al Senato, l'impopolarità della Finanziaria non va scaricata su Padoa Schioppa, anzi cercare un colpevole "è un'idea stalinista - dice - siamo contrari. Padoa Schioppa è un ministro, ha lavorato con il governo. Poi sappiamo come la pensa sui temi sociali, ci confronteremo".
    Il segretario del Prc Franco Giordano non parla di nomi, ma domani al Comitato politico di Rifondazione alzerà un muro contro ogni ipotesi di 'fase due': "Non possiamo sottostare ai condizionamenti di Vaticano e Confindustria. Quindi, per quanto ci riguarda, nella nuova fase del governo post Finanziaria gli azionisti di riferimento sono gli operai di Mirafiori". Certo, a viale del Policlinico un anonimo dirigente giura che "non è così automatico che alla pressione dei moderati noi rispondiamo schierandoci a difesa di Padoa Schioppa. Ma certo l'idea di un rimpasto è infondata. Ha ragione Mastella, sarebbe una slavina: sai come inizia e non sai dove vai a finire. E comunque sono i Ds a volere la testa del ministro, non noi".
    E Angelo Bonelli, presidente dei deputati Verdi, si associa al coro: "Abbiamo deciso tutti insieme che doveva essere una Finanziaria rigorosa, non solo Padoa Schioppa". Poi però aggiunge una battuta sferzante: "Solo un consiglio mi permetto di dare al ministro, sia un po' meno aristocratico e cerchi di colloquiare un po' meglio con il Paese".

    Senato: Polemica sull'intervento di Padoa-Schioppa, sospesa seduta

    Bagarre in Aula al Senato durante l'esame del disegno di legge di Bilancio. La Cdl ha infatti continuato la sua protesta contro il voto dei senatori a vita che sono stati determinanti per far passare la fiducia. Ma in un clima già piuttosto teso, si è aggiunto un nuovo motivo di scontro.

    Sempre da parte dell'opposizione si sono levate delle proteste poiché nella nota di variazione di bilancio non sono contemplate le maggiori entrate previste per quest'anno. In particolare il senatore di Forza Italia Giuseppe Vegas ha chiesto che su questo punto il ministro Padoa Schioppa desse spiegazioni all'Aula.
    Ma quando il responsabile dell'Economia si stava accingendo a rispondere, ha preso la parola il senatore a vita Francesco Cossiga che, con tono deciso, ha fatto notare a Marini che questo avrebbe comportato la riapertura della discussione generale. A quel punto si è scatenata la bagarre e il presidente del Senato ha sospeso la seduta per qualche minuto.


    Senato: Polemica sull'intervento di Padoa-Schioppa, sospesa seduta

    Bagarre in Aula al Senato durante l'esame del disegno di legge di Bilancio. La Cdl ha infatti continuato la sua protesta contro il voto dei senatori a vita che sono stati determinanti per far passare la fiducia. Ma in un clima già piuttosto teso, si è aggiunto un nuovo motivo di scontro.

    Sempre da parte dell'opposizione si sono levate delle proteste poiché nella nota di variazione di bilancio non sono contemplate le maggiori entrate previste per quest'anno. In particolare il senatore di Forza Italia Giuseppe Vegas ha chiesto che su questo punto il ministro Padoa Schioppa desse spiegazioni all'Aula.
    Ma quando il responsabile dell'Economia si stava accingendo a rispondere, ha preso la parola il senatore a vita Francesco Cossiga che, con tono deciso, ha fatto notare a Marini che questo avrebbe comportato la riapertura della discussione generale. A quel punto si è scatenata la bagarre e il presidente del Senato ha sospeso la seduta per qualche minuto.


    Dini: Ingiuste e ingenerose le critiche rivolte al ministro Padoa Schioppa

    "Considero profondamente ingiuste e ingenerose le critiche rivolte al ministro dell'Economia Tommaso Padoa-Schioppa, come costruttore della legge Finanziaria 2007". Lo afferma il presidente della commissione Esteri di Palazzo Madama, Lamberto Dini. "Egli ha dovuto confrontarsi con le componenti politiche più radicali che fanno parte della coalizione di Governo e che hanno impedito l'introduzione nella manovra di misure intese a ridurre l'insieme della spesa corrente, dello Stato come sarebbe necessario".

    Pertanto il ministro e il Governo sono stati costretti a operare sugli aumenti di entrate causando così lo scontento di un po' tute le categorie dei cittadini". "Anch'io ho criticato - sottolinea Dini - per queste ragioni la manovra, ma la legge finanziaria del 2007 ha l'indubbio merito di aver ricondotto la nostra finanzia pubblica nei parametri di Maastricht. Non credo che altri avrebbero fatto di più e meglio del ministro Padoa-Schioppa che ha difeso ammirevolmente i saldi complessivi di bilancio, obiettivo fondamentale per consolidare l'appartenenza dell'Italia alla moneta unica europea. Per queste ragioni - conclude l'ex premier -il ministro dell'Economia merita riconoscimento e rispetto".


    Il Governo Prodi incassa la fiducia sulla Finanziaria al Senato

    Con 162 voti contro 157 il governo incassa la fiducia del Senato al maxiemendamento alla finanziaria. Presenti 320 senatori, votanti 319, maggioranza richiesta 160. Tra i senatori a vita hanno votato a favore Ciampi, Colombo, Montalcini, Scalfaro e Cossiga, che ha votato si' alla seconda chiamata. Andreotti, presente in aula, non ha risposto alla chiamata. Assente Pininfarina.


    Approvata la Finanziaria 2007 con 162 voti favorevoli e 157 contrari

    Con 162 voti favorevoli e 157 contrari il Senato ha approvato l'emendamento interamente sostitutivo del ddl 1183 (Finanziaria 2007) sul quale il Governo aveva posto la questione di fiducia.

    ''Bisogna essere fieri di quanto fatto fin qui e del coraggio del governo nel dire la verita' ai nostri concittadini, ma bisogna nello stesso tempo riconoscere che siamo solo all'inizio. Molto resta ancora da fare e il lavoro va continuato fin da subito con ancor piu' tenacia e lealta'. Questa Finanziaria ci permette di farlo con piu' ottimismo''. Lo ha detto il ministro dell'Economia, concludendo il suo intervento di replica in Aula al Senato alla fine del dibattito sul maxiemendamento alla Finanziaria su cui e' stata posta la fiducia.
    ''La mia convinzione e' che l'Italia ha in se' energie vitali ancora enormi. Certo non vi e' piu' lo'a spinta prepotente al benessere che fu propulsiva negli anni 50 e 60, ne' la sfida immediata del mercato comune che costrinse a fare subito il salto qualitativo necessario a vincere la concorrenza dei Paesi vicini - ha ricordato Padoa-Schioppa -. Certo oggi la sfida e' piu' ardua. La sfida pero' puo' e deve venire da una giusta ambizione sul futuro del Paese. Le energie, le intelligenze e la creativita' ci sono. In ogni parte d'Italia. E l'immagine di questa creativita' e' vivissima fuori d'Italia. Sta a noi sfruttare questa immagine per far crescere il Paese e inventarci un futuro di sviluppo civile e sociale''. ''L'Italia che vuole battersi per competere e per eccellere c'e' ancora, l'Italia che guarda al futuro per fortuan c'e' ancora - ha concluso - c'e' ancora l'Italia che ha voglia di fare sacrifici per costruire un Paese migliore''.
     
    Padoa Schioppa: La Finanziaria ha fermato la folle corsa dei conti

    ''Questa finanziaria attua un contenimento della spesa corrente che ha pochi precedenti nel passato e rappresenta una vera e propria inversione di rotta rispetto alle tendenze in atto - scandisce Padoa-Schioppa - si ferma un treno in corsa e lo si fa operando su un motore, non solo sul freno, lo si fa con misure permanenti, strutturali, non con palliativi da escogitare ogni anno di bel nuovo''.

    ''Per la prima volta - rivendica il ministro - si mette un vincolo all'aumento sin ora quasi incontrollato della spesa sanitaria, in accordo con le Regioni, si imbocca un iter di razionalizzazione della spesa dei comuni''. Le due misure, sottolinea Padoa-Schioppa introducono ''elementi importantissimi di federalismo fiscale da tempo auspicati ma non attuati sono ad oggi: al federealismo proclamato per una legislatura subentra un federalismo praticato''.
    Anche sulle spese dei ministeri ''si effettuano risparmi sostanziali''. Il tutto per una somma complessiva ''di oltre 10 miliardi di euro''. Per la crescita e l'equita' questo pero' ''non poteva bastare -aggiunge Padoa Schioppa - serviva rifinanziare ferrovie e opere pubbliche allegerire il costo del lavoro sostenere le famiglie e il lavoro femminile, i disabili e gli anziani indigenti, e occorreva far pagare qualcosa di meno a chi guadagnava di meno''.
    Bologna: Visco fischiato all'Università da studenti di An

    Il viceministro dell'Economia, Vincenzo Visco, oggi alla facolta' di economia dell'Universita' di Bologna, e' stato fischiato da un gruppo di studenti di Azione Universitaria, il movimento studentesco che fa riferimento ad Alleanza Nazionale . Al momento dell'apertura dell'incontro, nell'aula magna della facolta' di economia, una decina di studenti si e' alzata in piedi fischiando e scandendo il coro: ''Vergogna, vergogna''. Gli studenti hanno anche esposto uno striscione con la scritta: ''Aule sporche, tagli all'universita', Mussi e Visco fate pieta'''. La contestazione, guidata dal presidente nazionale di Azione Universitaria Giovanni Donzelli, e' terminata in pochi minuti e il convegno e' ripreso regolarmente.


    Finanziaria: Sarà abrogata per decreto la norma sulla prescrizione

    Verra' eliminata con un decreto legge di fine anno la norma che accorcia i tempi di prescrizione dei reati contabili. Inizialmente inserita nella Finanziaria, e' stata contestata dalla Corte dei Conti e da alcune forze della maggioranza. Lo ha annunciato il relatore della manovra 2007 in Senato, Gianfranco Morgando.

    "La manovra serve al Paese e l'approveremo ma, il giorno dopo, un chiarimento politico sul tema della legalità e della giustizia è improcrastinabile per il mantenimento stesso della nostra presenza in questa maggioranza".Così Di Pietro (Idv) ad "Affaritaliani.it". Il ministro precisa: "Non siamo qui a farci prendere in giro da chi utilizza strumenti leciti per fini immorali".Poi critica "l'Unione che ha inserito negli emendamenti un provvedimento disastroso che è quello della prescrizione per i reati contabili della Corte dei Conti".

    Archivio

  • 29/09/2006 Varata la Finanziaria
    Archivio

  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO