TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 16/12/2006 Finanziaria: Le modifiche principali del testo approvato (http://www.canisciolti.info)

    Ricerca personalizzata

    Tra le modifiche più significative introdotte dal Senato quella che prevede che le maggiori entrate strutturali derivanti dalla lotta all'evasione siano destinate, una volta raggiunti gli obbiettivi del Dpef, alla riduzione della pressione fiscale e al finanziamento di incentivi per incapienti e redditi bassi. Lo Stato si accolla 12,95 miliardi di debiti a suo tempo accesi da Infrastrutture spa per finanziare l'Alta velocità. Sace, società pubblica per il supporto all'export, restituirà all'azionista Tesoro circa 3 miliardi di capitale per la riduzione del debito pubblico. La norma produrrà un risparmio sugli oneri del debito per 130 milioni l'anno.

     

    Salta l'emendamento che vincola il governo a emanare entro marzo il dpcm che da a Eni 24 mesi per scendere sotto il 20% di Snam rete gas. Nascono le Siiq, le società quotate che operano prevalentemente nel ramo della locazione immobiliare. Chi da luglio aderirà al nuovo regime non pagherà Ires e Irpef. Gli azionisti delle Siiq pagheranno una cedolare secca del 20% sui dividendi, che scende al 15% nel caso di utili relativi a "immobili ad uso abitativo". Nessun azionista potrà detenere quote superiori al 51% ed "almeno il 35%" delle azioni dovrà far capo a soggetti con partecipazione nel limite dell'1%. Salta l'istituzione di un'aliquota al 20% sugli affitti e il contributo di solidarietà del 3% sulle pensioni d'oro.

    Incentivi per 5 milioni di euro massimi saranno destinati alla fusione fra piccole e medie imprese nei prossimi due anni. Cambia ancora il quadro di riferimento per le concessionarie autostradali. In caso di estinzione del rapporto concessorio, l'indennizzo riconosciuto alle società autostradali non è automatico ma "eventuale". Ministero delle Infrastrutture e Anas approveranno o rigetteranno con parere motivato gli incrementi tariffari chiesti dalle società. Salta il limite di un anno per la ratifica della concessione unica. Aumenta dal 2% al 2,4% il canone che le concessionarie autostradali dovranno all'Anas. Nasce un fondo presso le Infrastrutture nel quale confluiranno "gli introiti derivanti da ulteriori sovrapprezzi sui pedaggi autostradali".

    Le risorse andranno a finanziare investimenti sulla rete ferroviaria. Niente tassa di successione nei passaggi di proprietà delle aziende da padre a figlio e da nonno a nipote, purché l'erede continui l'attività per almeno cinque anni. Stralciata la norma che equipara conviventi e coniugi, il Senato ha introdotto una franchigia di 100.000 euro per gli eredi fratelli, sopra la quale si pagherà un'aliquota del 6%. Resta la franchigia a 1 milione per coniugi e figli e l'aliquota agevolata al 4% per la parte eccedente la franchigia. Per favorire il ricambio delle auto inquinanti, bonus da 800 euro ed esenzione dal bollo per due anni a chi rottama nel 2007 un'auto inquinante e ne acquista una ecologica.

    L'esenzione sale a tre anni se si compra un'automobile sotto i 1.300 cc. I contributi del Cip6 andranno dal 2007 solo a chi produce energia elettrica con fonti rinnovabili. Saltano quindi gli incentivi alle fonti assimilate: carbone, metano e rifiuti petroliferi. Il testo salva i contributi concessi alle fonti assimilate per gli impianti già autorizzati, ma questa parte della norma potrebbe essere oggetto di modifiche con provvedimenti specifici. Si allenta la stretta sugli studi di settore. Commercianti, artigiani e professionisti non subiranno accertamenti se dichiareranno compensi superiori del 40% o di 50.000 euro alle soglie di fatturato individuate per le diverse categorie.

    Per favorire la stabilizzazione dei precari nella P.A., nasce un fondo alimentato dai conti dormienti e da una quota dei dividendi riscossi dalle società pubbliche. Aumentano ad almeno 1.380 euro le detrazioni per i lavoratori a tempo determinato con reddito inferiore agli 8.000 euro lordi l'anno. Per gli assegni familiari saranno considerati a carico i figli di 18-21 anni, se studenti o apprendisti. Tetto di 500.000 euro per lo stipendio dei manager pubblici, che può salire a 750.000 al raggiungimento di determinati obiettivi. Non vale per le società quotate. Dieta dimagrante per Sviluppo Italia, che non potrà avere più di tre controllate e dovrà dismettere entro giugno 2007 le partecipazioni non strategiche. Cda ridotto a 3 membri.

  • Archivio conti dormienti
  • 29/09/2006 Varata la Finanziaria
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO