TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 25/12/2007 Conclusioni su una finanziaria (Gianfranco Cunsolo - per Cani Sciolti)

    Ricerca personalizzata

    Anche in questo caso, il Governo ha posto la questione di fiducia che ha fortemente limitato la possibilità di introdurre significative modifiche. Ne è uscita una Finanziaria con alcune importanti e positive scelte (in particolare sulla stabilizzazione dei precari, i sostegni ai più deboli, la destinazione di risorse per la riduzione della tassazione degli aumenti contrattuali e del Tfr dei lavoratori, l'action class, fortemente osteggiata da Confindustria) ma anche con alcuni indirizzi negativi (spese militari e cedimento alle spinte di Confindustria sul trasporto ferroviario). Insomma, una Finanziaria che non è tutta da buttare ma che non è nemmeno quella Finanziaria di svolta che era necessaria. Una Finanziaria così così, per l'appunto."

    Ma le cose negative sono anche molte altre, purtroppo. Non sono stati tagliati i compensi scandalosi dei manager pubblici, tipo Cimoli (il suo compenso e' di solo Euro 24,000 al GIORNO per non parlare della milionaria liquidazione), Geronzi (il cui compenso e' di Euro 36,000 al GIORNO), ecc., che: 1. Non sono stati eletti dai cittadini (anzi! Per lo più sono ex trombati alle elezioni) 2. Non sono stati scelti per meriti o elevate competenze, ma per nomina della partitocrazia (per clientelismo) 3. I loro faraonici guadagni non sono legati ai risultati conseguiti. 4. Tutto ciò provoca un danno economico al Paese e quindi che peserà sempre più sui lavoratori e sui giovani"

    I salari dei lavoratori, dei pensionati, dei ricercatori scientifici si impoveriscono sotto i livelli europei, mentre aumentano - più degli altri paesi - i prezzi e le bollette e mentre gli impresari ed i banchieri si sono arricchiti ancora di più. Il debito pubblico del nostro Paese è ormai tra i più alti al mondo e tra i più alti al mondo sono gli interessi che ogni anno dobbiamo conseguentemente pagare, senza speranza. Ma naturalmente i costi e gli sprechi della Politica non si toccano e si lascia l'esonero dell'Ici allo stato del Vaticano e non solo è stato respinto da tutto il centro destra e dal Pd un ordine del giorno sulla truffa dell'8 per mille(*).

    Le condizioni del lavoro sono peggiorate e sono aumentati gli omicidi bianchi, le invalidità e le intossicazioni. La scuola italiana e quindi gli studenti italiani rimangono agli ultimi posti.

    Quello che permane è - come abbiamo detto - una specie di meritocrazia alla rovescia : viene penalizzato chi più merita, mentre viene premiato chi è più servile al politico di turno o istituzione locale corrotta. Sono stati detassati i beni di lusso ! Chi ha auto di più grossa cilindrata, velieri, yacht,ecc...fruisce grazie a questa finanziaria della detrazione fiscale !

    Cosa pensano ? di sviluppare l'economia portando anche da noi le condizioni di lavoro della Cina o dell'India ? Lasciando i trasporti con la rete ferroviaria insufficiente, specie nel sud Italia, e aumentando le emissioni di CO2 del 6% invece di ridurle del 15% come firmato dall'Italia nel protocollo di Kyoto ?

    Le leggi ad personam sono ancora valide e quella sui conflitti d'interesse non è stata ancora realizzata, nonostante sono ormai due anni del nuovo governo.

    E la pace ? No!, si spende di più per insensate spese militari, come per aerei super costosi e raffinati. E Prodi rassicura Bush che la nuova base usa a Vicenza si farà..

    La logica conclusione è che non ci serve un Potere politico di destra o di sinistra. Siamo stanchi delle dispute dei Partiti, dei loro salottini televisivi, dei loro giornali di comodo ed intervistatori-camerieri .

    Quello che ci serve e serve al Paese è un'informazione libera. Servono cittadini attivi che si occupino dei problemi della vita concreta, della sfera sociale ed economica della loro città e lascino le sedi dei partiti ed i discorsi elettorali agli illusi ed agli arrivisti di sempre.Si sarebbe potuto ottenere - come sempre è stato- qualcosa di più, anzi molto di più !, con una pressione pubblica più visibile e meno rassegnata.....Si sarebbe potuto ottenere qualcosa di più, anche molto di più !, con un'opposizione viva e concreta di cittadini, con altri V-day, con più associazioni di base, con più diffusione di informazione, con più convinzione nelle nostre potenzialità di costruire democrazia !Si. Molto di più perchè molti che votano, vedendo che le cose non migliorano, si avvicinano a chi promuove - invece dei soliti discorsi e buone intenzioni- iniziative concrete. "

    (*)La truffa consiste in questo: nella dichiarazione dei redditi, meno del 40% dei contribuenti indica la destinazione dell'8 per mille; tra coloro che danno l'indicazione oltre l'80% opta per la Chiesa cattolica. Orbene, l'ammontare dell'8 per mille dei contribuenti che non danno nessuna indicazione viene arbitrariamente ripartito nella stessa proporzione, sicchè anche in questo caso, oltre l'80% va alla Chiesa cattolica. L'ordine del giorno, sostenuto da tutta la Sinistra, contestava questa arbitraria ripartizione.

    Gianfranco Cunsolo - per Cani Sciolti

    21/12/2007 Finanziaria senza coraggio (http://www.lanuovaecologia.it)

    Per il presidente di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza, la manovra non contiene novità positive per l'ambiente. Si torna a investire su infrastrutture e trasporto su gomma a scapito dei pendolari. E sui rifiuti si continua a prorogare scelte importanti. Uniche buone notizie, il conto energia e la class action

    L’ambiente, nella Finanziaria 2008, è stato relegato in un angolino. Nessun provvedimento strutturale, nessuna misura coraggiosa che ponga la manovra 2008 in continuità e rafforzamento rispetto alla precedente». È amaro il commento del presidente nazionale di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza, alla manovra Finanziaria licenziata questa mattina dal Senato. Nel complesso la manovra 2008, continua Cogliati Dezza, «non racchiude nessuna strategia di ampio respiro su tematiche fondamentali come trasporti e rifiuti, ma anche le disposizioni per un vero risparmio energetico».

    Infrastrutture
    Nello specifico si continua a investire su infrastrutture (ai 3,6 miliardi già inseriti nel testo del governo per le grandi opere si sono aggiunti nel passaggio in Parlamento finanziamenti per il passante autostradale a Nord di Bologna e la nuova Autostrada Nogara-Mare Adriatico) e trasporto su gomma (i sussidi agli autotrasportatori hanno sottratto 92 milioni di euro alla ricerca), mentre si lasciano “a piedi” i pendolari, cancellando il piano “1000 nuovi treni pendolari” e riducendo del 20% le risorse per il servizio di trasporto ferroviario regionale rispetto al 2007.

    Rifiuti
    Gravi le misure sui rifiuti: sono state approvate due proroghe per il ciclo dei rifiuti senza le quali l’Italia avrebbe finalmente imboccato la strada di una gestione più sostenibile dal 1 gennaio 2008. La prima riguarda lo stop allo smaltimento dei rifiuti indifferenziati in discarica, che sarebbe dovuta entrare in vigore dal 1 gennaio 2000. La seconda riguarda l’obbligo del passaggio da tassa a tariffa, prevista inizialmente dal 1 gennaio 1999. È sparito il provvedimento che prevedeva la rottamazione degli elettrodomestici a bassa efficienza per quelli di classe A.

    Due buone notizie
    Unica norma davvero efficace riguarda il Conto Energia e cioè il nuovo sistema di incentivi per fonti rinnovabili, in continuità con la manovra 2007. Soddisfazione anche per l’introduzione della Class action, e cioè la causa di gruppo per tutelare gli interessi collettivi. Insomma, da giugno, c’è la possibilità di avviare una causa civile (con tre gradi di giudizio) con cui si accerta il diritto al risarcimento del danno e la restituzione delle somme spettanti ai singoli cittadini.

    http://www.canisciolti.info

    http://www.lanuovaecologia.it.it

  • Archivio Finanziaria
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO