TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 08/02/2008 La musica che non c'è /3 Danny Gatton e George Winston (Gianni Giletti, http://www.korazym.org)

    Ricerca personalizzata

    Quando la musica non ha etichette nasce da talenti che usano la passione come primo ingrediente. La bravura del chitarrista americano Danny Gatton e del pianista George Winston. Una rubrica nuova, che parla di musica, ma di quella vera.

    L’ecletticità e gli assoli di Danny Gatton accanto alla musica del pianista George Winston sono i protagonisti del terzo appuntamento curato da Gianni Giletti, membro della Fraternità del Sermig di Torino che ospita anche il Laboratorio del Suono. Una rubrica nuova, che parla di musica, ma non della solita “sbobba” che troppo spesso subiamo dai mass-media; parliamo di musica vera, che trasmette emozioni, che tocca il cuore e che non è tanto conosciuta. Meglio, tentiamo ogni settimana di trovare un disco - di ieri o di oggi - che ancora ci possa far sognare, spaziando un po' su tutti i generi. Le caratteristiche che deve avere il "lettore tipo" sono la curiosità e la ricerca della qualità della musica.

    DANNY GATTON, 88 ELMIRA ST - Elektra entertainment 1991
    Che fenomeno! Non conoscevo Danny Gatton prima che un amico mi portasse per sbaglio un suo cd. Ma l'ascolto del primo pezzo "Funky mama" mi ha folgorato. Americano, nativo di Washington, grandissimo chitarrista, capace di spaziare dal rock al jazz, dal pop al country e al bluegrass, Gatton impressiona, oltre che per la velocità di esecuzione (che non sempre e' sinonimo di qualità) anche per l'inventiva dei suoi riff (brevi frasi melodiche) che non si ripetono mai e sono spesso molto espressivi. Lo dico con cognizione di causa, certi suoi assoli mi ricordano Hendrix, per la furia e l'estro che esprime.

    Fine disgraziata la sua: morto suicida a 49 anni, dopo una vita passata sul palco. Ha formato la sua prima band a 14 anni, mostrando una carta di identità falsa, suonando con gente che avrebbe potuto essere suo padre. Lo nota un chitarrista americano mediamente famoso, Roy Buchanan, che ne diventa amico e mentore. La carriera di Gatton va avanti con alti e bassi ma non diventa mai un artista famoso. Ne approfitta per suonare di tutto, con collaborazioni spesso su versanti musicali distantissimi.

    Questo disco è stato il suo primo inciso da un major (che sarebbe come dire il primo disco uscito dai confini degli addetti ai lavori) e Danny ci ha messo dentro di tutto, come suo solito. E' un lavoro non molto omogeneo, ma i vertici sono altissimi. Brani come "Funky mama", "Blues Newburg" e l'ultima traccia "Slidin home", più alcune altre all'interno del disco, lo descrivono come un chitarrista che straripa energia e buon gusto, alternando riff straordinariamente veloci e swinganti con alcuni lenti e romantici; in entrambi i casi, l'effetto è assicurato e il divertimento anche. Per chi vuole approfondire, sul sito ufficiale
    www.dannygatton.com, si trovano molte informazioni e files audio e video da scaricare. Gatton è un artista fortemente consigliato a chi ama la chitarra elettrica in tutte le sue espressioni. Ascolta una pillola


    GEORGE WINSTON, NIGHT DIVIDES THE DAY – THE MUSIC OF THE DOORS - Bmg 2002
    Dal giorno in cui ascoltai il mio primo disco, seppi che volevo suonare. Quel disco era The Doors e l'anno in cu lo ascoltai era il 1967”. Così ha raccontato George Winston, autore di questo sorprendente disco di solo pianoforte... aspettate, non dite niente, prima ascoltatelo. Anch'io pensavo che di non riuscire ad ascoltare più di tre tracce di un disco con musica suonata da un solo strumento... e invece mi sbagliavo!

    Senza paura di sbagliare, possiamo definire George Winston uno dei più grandi musicisti del nostro tempo, non tanto perchè dotato di chissà quale sopraffina tecnica strumentale, ma per la sua sorprendente capacità di comunicare con uno strumento solo - sia pure il pianoforte, uno dei più completi – tutta la gamma di emozioni che generalmente da' un disco suonato (e cantato) da più persone. Questa virtù, credetemi, è sempre più rara in un ambiente musicale come quello attuale, dove si moltiplicano e si affinano strumenti per far musica e spettacolo, cresce a dismisura la tecnica strumentale e vocale dei musicisti, ma, ahimè, diminuiscono in maniera drammatica idee nuove e la capacità di comunicarle. Questo disco per fortuna non ha di questi problemi. Sorprende (forse l'ho già detto?!) e spiazza. Spiazza chi lo ascolta, se leggendo nel titolo “La musica dei Doors” si aspetta psichedelia e chitarre distorte. Niente di tutto questo. Solo un pianoforte. E un grande artista. Buon ascolto! Qui puoi ascoltarne un assaggio

  • 18/02/2008 La musica che non c'è /4 Chet Baker e Jeff Kuckley
    Parlando di musica non ci sono solo le sfumature del ritmo o le melodie; i colori che offrono una tromba e l’intensità della voce possono regalare emozioni uniche. Conosciamo Chet Baker e Jeff Buckley...
  • 08/02/2008 La musica che non c'è /3 Danny Gatton e George Winston
    Quando la musica non ha etichette nasce da talenti che usano la passione come primo ingrediente. La bravura del chitarrista americano Danny Gatton e del pianista George Winston. Una rubrica nuova, che parla di musica, ma di quella vera...
  • 10/01/2008 La musica che non c'è /1 Janis Ian e Gov't Mule
    Una rubrica nuova, che parla di musica, ma di quella vera, che trasmette emozioni, che sa toccare il cuore e che non è tanto conosciuta. Un nuovo spazio curato per Korazym.org dagli amici di Nuovo Progetto, la rivista mensile del Sermig...

    http://www.korazym.org
    Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

  • Archivio Musica
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO