06/06/2006 Prodi: Tagliare le Spese dei Ministeri. Meno Consulenze e meno Auto Blu (http://www.canisciolti.info)

  • Pagina Politica
  • Disinformazione
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Denunce
  • Ogni ministero entro il 2006 dovrà tagliare almeno il 10%" delle proprie spese tagliando a partire per esempio dalle consulenze o dalle auto blu". Lo ha spiegato il ministro dell'Attuazione per il Programma Giulio Santagata durante il briefing con la stampa al termine del seminario di Prodi con i ministri.

    Tra gli obiettivi indicati da Romano Prodi ai ministri del suo governo, lo snellimento degli staff e la riduzione delle consulenze, ha riferito il portavoce Silvio Sircana. "Bisogna puntare a una composizione più snella degli staff e a dare un taglio alle consulenze per ridurle drasticamente", ha detto Sircana. Inoltre, "compatibilmente con il rispetto delle misure di sicurezza bisogna ridurre l'uso delle strumentazioni di sicurezza affidate in dotazione in modo che siano utilizzate più sobriamente". Inoltre, ha riferito Sircana, il presidente Prodi ha invitato i suoi ministri a intensificare i rapporti con l'Unione europea e il Parlamento europeo ed intensificare la partecipazione alle attività parlamentari. "E' anche importante correggere la comunicazione in modo da rendere noti gli obiettivi prima in Parlamento che rispetto all'opinione pubblica
    Romano Prodi durante il seminario ha invitato i ministri "a partecipare personalmente ai Consigli europei" sia per avviare un'attività politica intensa nei confronti dell' Unione europea" ma anche "per avviare un'attività concreta di rapporti con i commissari e all' interno delle diverse commissioni", ha riferito Sircana. Sircana ha anche spiegato che "é stata richiesta maggior presenza in Parlamento" e in particolare per esempio quando è richiesto dall' attività delle commissioni parlamentari.

    COMMISSIONE DI BIOETICA COORDINATA DA AMATO
    Il governo ha deciso di costituire una Commissione sui temi della Bioetica, che sarà coordinata dal ministro dell'Interno Giuliano Amato. Lo ha detto Silvio Sircana al termine del seminario di San Martino in Campo. A dare il via libera sarà uno dei prossimi Consigli dei ministri ma la decisione è definitiva.

    SANTAGATA, CI SARA' VICEMINISTRO MEZZOGIORNO
    Alle ultime deleghe dell' esecutivo verrà dato corso "al Cdm di venerdì". Lo ha detto il ministro per l'Attuazione del programma, Giulio Santagata, intervenendo al briefing conclusivo con la stampa dopo la due giorni di seminario a S.Martino in Campo. Santagata ha anche spiegato che tra le deleghe ci sarà anche quella a un viceministro per il Mezzogiorno.

    LAVORIAMO PER IL NO AL REFERENDUM, POI DIALOGO CON LA CDL
    La posizione del governo sul referendum sulle riforme istituzionali é quella di lavorare "con convinzione" per il no e poi di aprire il dialogo con la Cdl, afferma il portavoce di Prodi. La posizione condivisa, ha spiegato Sircana, è quella di arrivare al referendum con un risultato che premi il no perché la valutazione sulla legge è politicamente e tecnicamente negativa: "E' una riforma che potrebbe portare molti problemi all'efficienza del sistema". "Lavoriamo per il no - ha ribadito il portavoce del premier - e poi cerchiamo una soluzione, o più soluzioni condivise anche con l'opposizione". Sircana, dopo aver ribadito che il governo appoggerà in modo convinto le ragioni del no, ha detto che questo tipo di percorso vede d'accordo tutti i ministri. Al seminario di San Martino l'argomento è stato introdotto da una relazione del ministro per i Rapporti con il Parlamento e le Riforme Vannino Chiti.

    PRODI-PECORARO: NUOVA SPINTA ALLE POLITICHE AMBIENTALI
    Il governo intende dare "una spinta nuova ed effettiva alle politiche ambientali del nostro Paese nella consapevolezza di avere una duplice responsabilità sia di fronte ai cittadini sia rispetto alla comunità internazionale". Lo hanno sottolineato, al conclave del governo in Umbria, il presidente del Consiglio, Romano Prodi e il ministro dell'ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio ricordando, in occasione della giornata mondiale dell'ambiente promossa dall'Unep, il programma ambiente delle Nazioni Unite, come "la tutela dell'ambiente equivalga alla salvaguardia del futuro". Prodi e Pecoraro hanno spiegato che "servono politiche trasversali in piena coerenza con quanto indicato dall'Unione Europea e dalla Corte Costituzionale, coerentemente riprese dal programma elettorale dell'Unione. Per tali politiche l'ambiente non è un ambito tematico isolato ma un valore da cui dipende la qualità della vita dell'uomo e alla cui affermazione devono contribuire tutti".

    PROSSIMO SEMINARIO A MILANO E POI AL SUD
    "E' stata una esperienza talmente positiva che una delle decisioni prese é quella di continuare con la formula del Cdm itinerante, che si svolgerà sempre in modo informale". lo ha annunciato Silvio Sircana. Sircana assicura che Prodi e i ministri ripeteranno l'esperienza e ci sarà un prossimo appuntamento a Milano e poi in una città del Sud, Napoli oppure Palermo. Saranno riunioni informali e tematiche e a Milano si potrebbe parlare di sviluppo e di innovazione mentre nell'appuntamento del Sud Italia si potrebbe affrontare il tema dell'occupazione


  • Pagina Politica
  • Disinformazione
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Pagina Denunce