TuttoTrading.it

 Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics
  • 01/03/2007 Diritti ora! (http://www.verdi.it)

    Ricerca personalizzata

    Il Comune di Roma ha deciso di patrocinare la manifestazione nazionale sulle unioni civili, promossa dall’Arcigay dal titolo Diritto Ora!, in programma il pomeriggio del 10 marzo in piazza Farnese. Lo rende noto il presidente dell'Arcigay Roma Fabrizio Marrazzo spiegando che la manifestazione servirà ''per richiedere una legge nazionale sulle Unioni Civili, una legge che elimini le discriminazioni per le coppie conviventi, che purtroppo ancora oggi non si vedono riconosciuto nessun diritto, dall'assistenza sanitaria, al permesso di soggiorno''. Lo slogan dell'iniziativa, che comparirà anche su centinaia di autobus capitolini, sarà Sveglia, è l'ora dei diritti!

    “Il patrocinio del Comune di Roma - ha detto il capogruppo dei Verdi alla Camera Angelo Bonelli - è positivo e i Verdi saranno presenti alla manifestazione. In una democrazia le istituzioni hanno il dovere di ricordare che le minoranze vanno tutelate nell’espressione dei loro diritti".

    Sui Dico Bonelli lancia la proposta del “tavolo dei coraggiosi”, una collaborazione che “consenta all’area liberal della Cdl e al centrosinistra di costruire in Parlamento una proposta che consenta all’Italia di approvare una legge moderna ed europea sui diritti civili”.

    “Lo chiameremo tavolo dei coraggiosi – dice Bonelli - perché, visto il clima che si è creato, sembra servire coraggio per dare agli italiani quei diritti che hanno gli altri cittadini europei, anche quelli che vivono in Paesi con governi conservatori”.

    Arcigay, in collaborazione con il comune di Roma promuoverà inoltre una campagna per permettere a chi lo vorrà di mostrare i ricordi e i momenti felici della quotidianità di coppia immortalati con le Polaroid.

    “Per molti anni – spiega Marrazzo - le Polaroid hanno accompagnato la vita delle coppie gay e lesbiche, che per motivi di riservatezza fotografavano i propri momenti di coppia con questi apparecchi in modo che nessun altro potesse vederli, specialmente nei piccoli centri, dove il fotografo che sviluppava le foto poteva conoscere gli interessati''.

  • Archivio Caduta Governo
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO