TuttoTrading.it

20/03/2010 Un flop pieno di odio e scarso di persone (http://toscana.indymedia.org)

Ricerca personalizzata

Ho fatto un salto in Piazza San Giovanni ed ora vi racconto.

unmilione.png

Se voleva essere un prova di forza numerica, l’hanno persa e di brutto.

Una piazza furbescamente ristretta da transenne, delimitata da stand strategicamente posizionati, piena di palchi per la televisione, con enormi vuoti ai lati , stretta e delimitata in modo che inquadrature “giuste”evidenziassero la ressa in certi punti.

Ma basta allargare liberamente lo sguardo e si vedono enormi vuoti con piccoli capannelli sperduti fino agli archi di Porta San Giovanni.

Oltre gli archi? Il nulla. Se erano 100.000 grasso che cola…

Il nulla che era invece pieno all’inverosimile alla manifestazione del 5 dicembre del popolo viola, il No Berlsuconi Day.

Noi avevamo riempito veramente Piazza San Giovanni e tutte le vie dei dintorni, sia quelle larghe che portano fino alla stazione termini e fino a piazza Re di Roma, sia quelle più piccole che si intersecano subito oltre la piazza.

Sembrava un piano bar, una sede pubblica di domenica in : sul palco e sotto decine di ministre veline che sbandieravano urtandosi col rischio delle botte ( si è vista la Mussolini pericolosamente vicina alla Santanché).

E sotto? Molte comparse pagate 100 euro a disoccupato, pochi abruzzesi “ingrati” hanno risposto all’appello pressante di Verdini.

Ho sentito personalmente una banda che ha suonato ‘faccetta nera’ e siccome doveva essere una manifestazione ‘per’ e non ‘contro’, si sono uditi molti slogan e cartelli contro Santoro e Di Pietro.

Il popolo dell’amore. Il discorso dell’amore: tutte fandonie.

Berlusconi è salito sul palco alle 17,30 circa ed ha sciorinato un discorso tutt’altro che amichevole e sentimentale.

Odio e livore contro tutti ( sinistra, giudici) più di metà del discorso del nano è stato di dileggio ed insulto. Ha difeso il diritto a non essere spiati, attaccando uno dei migliori metodi investigativi che tanto successo ha avuto contro la malavita.

Sembrava un discorso da boss, inconsapevolmente comico.

E poi decine di domande retoriche con rispostina incorporata tipo pecore che belano al pastore.

Ridicoli ed asserviti nell’animo sono questi elettori della PDL.

Poco lontano verso la stazione sfilano in corteo contro la privatizzazione dell’acqua. Niente comparse laggiù, niente gente spesata: gente incazzata perchè questo governo privatizza l’acqua di tutti.

Ho sbagliato a non seguire quella di manifestazione, sicuramente più vera.

Sicuramente non avranno i riflettori che ha avuto il padrone della destra…

http://italy.indymedia.org/
Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

  • Archivio Politica
  • Ricerca personalizzata