TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni






    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 13/11/2006 Il Movimento Solidarietà ancora a Bologna! (Movimento Solidarietà, http://www.movisol.org)

  • Politica Internazionale
  • Guerra e Terrorismo
  • Pagina 11 Settembre
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Ricerca personalizzata

    Nello stesso giorno delle elezioni politiche per il rinnovo del Congresso degli Stati Uniti, il 7 novembre 2006 alcuni membri del Movimento Internazionale per i Diritti Civili - Solidarietà e del LYM, (LaRouche Youth Movement) erano a Bologna, con un banchetto informativo nella zona universitaria (vedi qui per la precedente iniziativa del 22 marzo 2006).
    Grazie alla differenza di fuso orario, un cartellone preparato per l'occasione (Bush processato, LaRoche alla Casa Bianca) ha anticipato - benché in forma di auspicio - l'esito di quelle elezioni, e palesato il profondo significato della vittoria del Partito Democratico, dovuta essenzialmente alla mobilitazione del movimento giovanile di Lyndon LaRouche tra gli elettori più giovani, che si sono rivelati il fattore determinante per la sconfitta di Bush.
     

         
      Non c'è tre senza quattro. Una delle numerose pubblicazioni diffuse da LaRouche in passato. Tre dei quattro personaggi più responsabili della geurra in Iraq sono stati eleminati dall'amministrazione Bush. Del quarto, Cheney, è previsto l'allontanamento a tempi brevi.

     

     

    Un secondo cartellone ha posto a confronto due tradizioni intellettuali e politiche, quella americana di Abraham Lincoln, Franklin. D. Roosevelt e Martin. L. King e quella italiana di Alessandro Rossi e di Enrico Mattei ritenute rappresentative della “Vera America” e della “Vera Italia”. (Su tutti questi personaggi vedi gli articoli presenti in questo sito usando la funzione “cerca”).
    Le discussioni generate tra gli attivisti e i passanti riflettono una crescente disponibilità nell'affrontare la crisi attuale dal punto di vista superiore dei princìpi politici e scientifici coinvolti (riscontrata anche dai nostri amici di Berlino, Parigi, Washington D.C., ecc.): si tratta dell'atteggiamento opposto a quello passivo, su cui giocano sofisti e demagoghi, i quali “governano” dando in pasto alla popolazione mezze verità e “single issues”, i temi considerati in sé, fuori dal vero contesto.
    Verso sera, come programmato, si è svolto un incontro al quale erano stati invitati tutti i passanti.
    Liliana Gorini ha dato un resoconto del suo soggiorno a Berlino presso il LYM tedesco e della webcast di Lyndon LaRouche del 31 ottobre scorso, con particolare attenzione per le domande pervenute dall'Italia.
    In seguito, Flavio Tabanelli è intervenuto abbozzando uno studio del concetto di creatività umana e di come essa sia posta sotto attacco dell'ideologia oligarchica, riferendosi al caso esemplare di Aldous Huxley, autore di romanzi e saggi di “ingegneria sociale” quali Il mondo nuovo, Le porte della percezione, Ritorno al mondo nuovo.
    Gli interventi possono essere ascoltati al seguenti link:


     

     Intervento di Liliana Gorini
     Intervento di Flavio Tabanelli
     Intervento di Renzo Giulianini


  • Politica Internazionale
  • Guerra e Terrorismo
  • Pagina 11 Settembre
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO