TuttoTrading.it


  

 Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
  • Scambia link
  • Vota Sito
  • Collabora
  • Pagina Pref.
  • Segnala Sito
  • Disclaimer

     Ec. Finanza
  • TuttoBanche
  • BorsaNews
  • BorsaQuote
  • BorsaGrafici
  • T. Economia
  • TraderNews
  • TraderArch.
  • Tradingonline
  • T. Dividendi
  • Gloss. Fin.
  • Glossario
  • ContoArancio

     Mondo Scuola
  • TuttoScuola
  • La Terra
  • Miss. Salute
  • Salute/Ben.
  • Adolescenza
  • Emergenze
  • T. Sondaggi
  • RaccoltaDiff.

     Mondo Internet
  • TuttoWeb
  • T. Download
  • T. Sicurezza
  • Gl.Sicurezza
  • Emigrazione
  • Quotidiani
  • TuttoMotori
  • T.Ricerche
  • T.Shopping
  • Racc.Diff.
  • Prev.meteo

     Mondo e Problemi
  • Mondo/Probl.
  • I Temi
  • Grandi Temi
  • Archivio Temi
  • T.Emergenze
  • T.Racc.Diff.

     Mondo Partenopeo
  • TuttoNapoli
  • TorreGreco
  • TuttoItalia
  • RaccoltaDiff.



    eXTReMe Tracker




    contatore visite

  • 08/05/2007 SOLIDARIETA'. Il 12 e 13 maggio in piazza il riso contro la fame nel mondo (www.helpconsumatori.it)

    Ricerca personalizzata




    Un chilo di riso per combattere la fame nel mondo. Il prossimo week end nelle principali piazze italiane centinaia di banchetti offriranno confezioni di riso Thai del commercio equo e solidale, a fronte di un contributo di 5 euro. L'iniziativa, dal titolo "Abbiamo riso per una cosa seria", è anche quest'anno promossa dalla FOCSIV (Federazione italiana di volontari nel mondo) e da altre 26 organizzazioni non governative, con il patrocinio del Segretario Sociale Rai. L'intero ricavato della raccolta sarà destinato al progetto di sviluppo agro-zootecnico nelle aree di Mumena e Matebo in Zambia.

    In 500 piazze del Paese i volontari distribuiranno il riso del commercio etico certificato Fairtrade, proveniente da cooperative di piccoli produttori della Thailandia. La scelta di questo cereale non è casuale: il riso è l'alimento più diffuso sul Pianeta ed è la fonte di guadagno di milioni di piccoli agricoltori che producono per il mercato locale. Nell'era della globalizzazione le realtà territoriali rischiano di scomparire per essere sostituite da metodi di coltivazione meccanizzati, promossi dalle grandi industrie. Ciò mette a repentaglio la sopravvivenza dei contadini dei paesi in via di sviluppo. Senza contare che le multinazionali possiedono i diritti sui risi OGM, a discapito del mercato delle varietà tradizionali. La certificazione Fairtrade permette di proteggere il commercio locale, con la garanzia di un prezzo minimo per coprire i costi di produzione e di investimenti economico-sociali nelle comunità.

    Il ricavato dell'iniziativa 2007 andrà a sostegno del progetto SVI nelle aree di Mumena e Matebo in Zambia. Il progetto tende al miglioramento delle competenze agro-zootecniche, all'attivazione di gruppi di cooperazione e al miglioramento dell'habitat, attraverso formazione sul campo, della comunità Kaone, al fine di rendere più dignitoso il livello di vita di queste persone.

  • Archivio Fame
  • Ricerca personalizzata