TuttoTrading.it

22/08/2006 RU486 Le Ragioni del NO (Claudia Moretti, www.aduc.it)

  • Pagina Sesso
  • Pagina Fisco
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Muro del Pianto
  • Ricerca personalizzata
    GIOCHI GIOCATTOLI
    Articoli da regalo
    Attività creative
    Bambole e accessori
    Bestseller generali
    Burattini e tetrini
    Calendari dell' avvento
    Collezionabili
    Costruzioni
    Elettronica per bambini
    Giocattoli da collezione
    Giocattoli prima infanzia
    Elettronica per bambini
    GIOCHI GIOCATTOLI
    Giocattoli da collezione
    Giocattoli prima infanzia
    Giochi di imitazione
    Giochi da tavola
    Giochi educativi
    Modellismi
    Peluche
    Personaggi Giocattolo
    Puzzle
    Sport Giochi Aperto
    Strumenti Musicali
    Veicoli

    Aiuto, aiuto. Ancora una volta il dibattito italiano sulla Ru486 scade nella diatriba sulla funzione natural-biblica assegnata d’ufficio (dal Santo Ufficio, verrebbe da dire) alla donna. Femmina del genere umano. Abbiamo ascoltato con preoccupazione e non senza un certo disgusto le parole ascoltate ieri dai microfoni del meeting di Comunione e Liberazione, che accusano la pillola abortiva di muovere un “attacco alla maternita’” e, udite udite, alla societa’ tutta! In altre parole, poiche’ la maternita’ e’ alla base del rapporto madre-figlio, che a sua volta e’ alla base della famiglia, che a sua volta e’ alla base del consesso sociale di noi tutti, la donna non puo’ abortire con una tecnica meno invasiva ma, se proprio insiste nel malsano proposito, ricorra pure al bisturi. (…E stia punita, verrebbe da aggiungere).
    Ci siamo sorpresi di non aver sentito epigrafare la donna che intende abortire, con termini quali “sciagurata” o “malafemmina” . Insomma una vera e propria messa al rogo della persona che vi ricorre, prima ancora della pillola stessa!
    Non ci coglie alla sprovvista l’ideologizzazione del dibattito che, da medico scientifico quale e’ e dovrebbe essere quello sulla metodologia di intervento interruttivo della gravidanza, scivola sulla primordiale avversita’ di certa cultura politica che non riesce proprio a mandar giu’ il fatto che la donna abbia il diritto di abortire. Che dal come (fatto squisitamente medico) si passi al se (fatto politico). Ci sorprende invece la confusione concettuale artatamente creata e voluta, con cui ancora si usa il "come" strumentalmente per rimettere in discussione il "se".
    Forse non hanno ancora capito che la donna che ha deciso di abortire, non ha deciso perche’ l’aborto avviene in casa piuttosto che in ospedale, o con una pillola piuttosto che con il bisturi? Forse non hanno capito che la donna che ha gia’ deciso di farlo lo fara’ ad ogni costo, come lo ha da sempre fatto, anche clandestinamente, sola o in compagnia, con i ferri da calza o facendosi picchiare con violenza l’addome? Che la discussione sul come e’ questione logicamente e praticamente successiva, medica e di scelta terapeutica?
    Forse lo hanno capito bene, ma sperano che i propri seguaci si fidino delle loro dotte lugubrazioni senza ragionare, parole vuote che invocano banalmente societa’ e maternita’ come panacea di tutti i mali. Vorremmo ascoltare un dibatto della comunita’ scientifica sulla Ru 486 e non i maschilismi reconditi di una classe politica che vede la donna come sposa e madre prima ancora che soggetto di diritti sul proprio corpo e sulla proprie scelte responsabili.
    Ma ormai e’ tardi, e per fortuna la pillola e’ gia’ realta’ da vent’anni in tutta Europa. La comunita’ scientifica internazionale, al solito, ha gia’ deciso per noi e non potremo non adeguarci alle regole europee.


  • Pagina Sesso
  • Pagina Fisco
  • Tutti i Temi Archivio
  • Tutti i Temi
  • Muro del Pianto
  • Ricerca personalizzata
    LIBRI
    Adolescenti Ragazzi
    Arte Musica
    Bestseller Generali
    Biografie
    Consultazione ed Informaz.
    Diritto
    Economia e Business
    Fantascienza
    Fantasy
    Fumetti e
    Gialli e Thriller
    Hobbi e Tempo Libero
    Horror
    Humor
    Informatica e Internet
    Letteratura
    Libri altre lingue
    Libri inglese
    Libri bambini
    Lingue linguistica
    Narrativa
    Politica
    Religione
    Romanzi rosa
    Salute Benessere
    Scienze Medicina
    Self-Help
    Società Scienze Sociali
    Sport
    Storia
    Viaggi

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO