TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 03/04/2007 Lo sport dei figli si scala dalle tasse: risparmi per le famiglie, fin da subito (Daniele Lorenzi, http://www.korazym.org)

    Ricerca personalizzata

    Possono risparmiare fino a 210 euro l'anno le famiglie che iscrivono un figlio tra 5 e 18 anni a un'attività sportiva: la disposizione fiscale decisa dal governo, con detrazioni applicabili già alle spese fatte in questi mesi.

    Mettete da parte ricevute fiscali e scontrini perché le spese sostenute per iscrivere i figli ad un corso sportivo da oggi sono detraibili dalle tasse. Palestra o piscina, calcio o atletica, poco importa: i quattrini che avete speso per i vostri figli o che sono stati spesi per i vostri fratelli e sorelle vi saranno restituiti, almeno in parte. E’ quanto accade con l’entrata in vigore di uno dei provvedimenti previsti dalla scorsa legge Finanziaria a sostegno dei nuclei familiari: la detrazione del 19% delle spese sostenute dalle famiglie per l'iscrizione annuale e l'abbonamento dei ragazzi di età compresa tra i 5 ed i 18 anni ad associazioni sportive, palestre, piscine e altre strutture ed impianti destinati ala pratica sportiva dilettantistica. Fino ad un massimo di 210 euro.

    Non era scontato che avvenisse già subito: il governo ha di fatto accelerato quella che era una tendenza e gli sconti per lo sport arrivano dodici mesi prima del previsto: non cioè sulle spese del 2008 (da detrarre con la dichiarazione dei redditi del 2009), ma sulle spese di questo 2007 (che saranno detratte dunque con la dichiarazione che si presenterà il prossimo anno).

    "Con questa norma - ha spiegato ieri il ministro per lo sport Melandri – abbiamo voluto sottolineare il valore sociale della spesa sostenuta dalla famiglie per lo sport”. In Italia si va diffondendo la cultura della pratica sportiva, aspetto positivo sotto molti punti di vista, ad iniziare da quello della prevenzione delle malattie (a partire dall’obesità). Oggi nel nostro paese ci sono 12 milioni di persone (circa il 20% della popolazione) che praticano sport in maniera continuativa, e fra questi ci sono 3 milioni di giovani tra i 6 e i 18 anni. Per loro uno stimolo in più – ora - per non abbandonare lo sport, come succede spesso ai giovani che raggiungono la maggiore età. Soddisfatto anche con il testimonial Yuri Chechi: “Bella novità – ha detto - ma speriamo che un giorno il governo possa decidere di allargare la fascia d’età per le detrazioni dagli zero ai 100 anni. Lo sport fa bene a tutti”.

    02/04/2007 Denuncia dei redditi: Detrazioni fino a 210 euro per under 18 (http://www.canisciolti.info)

    Con la denuncia dei redditi del 2008 le famiglie italiane avranno la possibilita' di portare in detrazione il 19% delle spese, per un importo non superiore a 210 euro, sostenute per l'iscrizione annuale e l'abbonamento dei ragazzi di eta' compresa tra i 5 e i 18 anni, ad associazioni sportive, palestre, piscine e altre strutture e impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica.

    I ministri delle Politiche giovani, Giovanna Melandri, e delle Politiche per la famiglia, Rosy Bindi, hanno illustrato questa mattina, in una conferenza stampa, le modalita' di funzionamento della norma della finanziaria che da quest'anno ha introdotto la detraibilita' delle spese sostenute dalle famiglie per i figli minorenni che fanno sport a livello dilettantistico.

    ''E' la prima volta che si riconosce il valore sociale dello sport giovanile - ha spiegato il ministro Melandri - si tratta di un provvedimento che ha anche un peso culturale significativo. Per questo lancio un appello a tutte le famiglie, ad utilizzare la misura da quest'anno''. Anche il ministro Bindi ha sottolineato che ''non e' una cosa da poco. Noi lo vogliamo considerare un piccolo ma importante capitolo dell'alleanza per la famiglia che questo governo sta costruendo''. Per poter usufruire della detrazione la spesa dovra' essere certificata da bollettino bancario o postale, da fattura, ricevuta o quietanza di pagamento che rechino le indicazioni della societa' sportiva, dell'attivita' svolta, dell'importo corrisposto e i dati anagrafici del praticante.

    02 aprile 2007 | 14:28:19 | 128 letture | Invia ad un amico

  • Archivio Sport
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO